Apri il menu principale
Kiton
Logo
StatoItalia Italia
Fondazione1968 a Arzano
Fondata daCiro Paone e Antonio Carola
Sede principaleArzano
SettoreAbbigliamento
Sito web

Kiton è una sartoria industriale e casa di moda napoletana.

Indice

StoriaModifica

La Kiton è stata fondata nel 1968 ad Arzano, comune della città metropolitana di Napoli da Ciro Paone e Antonio Carola[1]. È specializzata nella produzione di abiti completi da uomo e cravatte di alta moda.

Nel 2004 è stato aperto uno showroom del valore di 40 milioni di dollari a New York,[2] a cui ne è seguito un altro a Londra, altri dieci negozi in Giappone, in Russia, in Messico, in Siria, in Azerbaigian e ad Israele[1].

Negli ultimi anni la produzione Kiton si è allargata all'abbigliamento sportivo (dal 2000[1]), le calzature, profumi ed accessori. Il numero di sarti dipendenti dalla Kiton attualmente si aggira intorno ai 350[1]

Nel 1998 l'azienda si aggiudica una collezione di abiti del Duca di Windsor ad una asta di Sotheby's, che viene messa in esposizione a Firenze durante Pitti Uomo[1].

Nel 1999 Carlo Azeglio Ciampi ha nominato Ciro Paone cavaliere del lavoro[1].

Nel 2013 Kiton ha acquistato Palazzo Ferrè, precedentemente sede del marchio dello stilista Gianfranco Ferré, trasformandolo nella sua sede milanese.[3]

ProduzioneModifica

Da sempre Kiton produce i propri abiti rigorosamente a mano[1]. Per tale ragione la compagnia produce soltanto 18.000 abiti ogni anno, che normalmente hanno un costo variabile dai 5000 ai 15000 dollari, ed ognuno è realizzato da almeno 45 sarti.[2] Il più celebre modello di Kiton è senz'altro il K-50, che richiede circa 50 ore di produzione ed il cui costo supera i 50 000 dollari.[4] Particolarmente importanti sono considerate anche le cravatte, realizzate secondo le antiche tradizioni dei cravattai napoletani[1].

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h Dizionario della moda
  2. ^ a b Italy Kiton Sees 2005 Turnover At 52 Mln Euro, in Italian News Digest, 25 ottobre 2005.
  3. ^ Nasce Palazzo Kiton, un tempio della sartorialità
  4. ^ Suit Searches, in DNR, Fairchild Publications, 7 maggio 2007.

Collegamenti esterniModifica