Kiwi (Harry Styles)

singolo di Harry Styles del 2017

Kiwi è un singolo del cantante britannico Harry Styles, pubblicato il 31 ottobre 2017 come terzo estratto dal primo album in studio Harry Styles.[9]

Kiwi
singolo discografico
Kiwi (Harry Styles).jpg
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaHarry Styles
Pubblicazione19 novembre 2017
Durata2:56
Album di provenienzaHarry Styles
GenereRock[1]
EtichettaColumbia, Erskine
ProduttoreJeff Bhasker, Alex Salibian, Tyler Johnson
FormatiStreaming
Certificazioni
Dischi d'oroCanada Canada[2]
(vendite: 40 000+)
Polonia Polonia[3]
(vendite: 25 000+)
Regno Unito Regno Unito[4]
(vendite: 400 000+)
Dischi di platinoAustralia Australia[5]
(vendite: 70 000+)
Brasile Brasile[6]
(vendite: 40 000+)
Messico Messico[7]
(vendite: 90 000+)
Stati Uniti Stati Uniti[8]
(vendite: 1 000 000+)
Harry Styles - cronologia
Singolo precedente
(2017)
Singolo successivo
(2019)

NoteModifica

  1. ^ (EN) Leah Greenblatt, Harry Styles pays tribute to his musical heroes on solo debut, su ew.com, Entertainment Weekly, 12 maggio 2017. URL consultato l'8 novembre 2017.
  2. ^ (EN) Kiwi – Gold/Platinum, su Music Canada. URL consultato il 14 gennaio 2021.
  3. ^ (PL) bestsellery i wyróżnienia, su Związek Producentów Audio-Video. URL consultato il 9 novembre 2022.
  4. ^ (EN) Kiwi, su British Phonographic Industry. URL consultato il 28 gennaio 2022.
  5. ^ (EN) ARIA Charts - Accreditations - 2020 Singles, su aria.com.au, Australian Recording Industry Association. URL consultato il 15 marzo 2020 (archiviato dall'url originale il 14 settembre 2020).
  6. ^ (PT) Harry Styles – Certificados, su Pro-Música Brasil. URL consultato l'8 gennaio 2023.
  7. ^ (ES) Certificaciones, su Asociación Mexicana de Productores de Fonogramas y Videogramas. URL consultato il 10 luglio 2022. Digitare "Kiwi" in "Título".
  8. ^ (EN) Harry Styles - Kiwi – Gold & Platinum, su Recording Industry Association of America. URL consultato il 27 aprile 2021.
  9. ^ (EN) Top 40/Mainstream > Future Releases, su allaccess.com, All Access. URL consultato l'8 novembre 2017 (archiviato dall'url originale il 27 ottobre 2017).

Collegamenti esterniModifica

  Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock