Kōstīs Stefanopoulos

politico greco
(Reindirizzamento da Kostis Stephanopoulos)
Kōstīs Stefanopoulos
Κωστής Στεφανόπουλος
Kostis stephanopoulos.jpg

Presidente della Repubblica Ellenica
Durata mandato 10 marzo 1995 –
12 marzo 2005
Predecessore Konstantinos Karamanlis
Successore Karolos Papoulias

Dati generali
Partito politico Nuova Democrazia
Università Università nazionale capodistriana di Atene
Firma Firma di Kōstīs Stefanopoulos Κωστής Στεφανόπουλος

Kōnstantinos Stefanopoulos detto Kōstīs - in alfabeto greco Κωνσταντίνος (Κωστής) Στεφανόπουλος (Patrasso, 15 agosto 1926Atene, 20 novembre 2016) è stato un politico greco, Presidente della Repubblica Ellenica dal 1995 al 2005.

Carriera politicaModifica

È stato Presidente della Repubblica Ellenica per due mandati dal 10 marzo 1995 al 12 marzo 2005.

Avvocato, fu eletto Presidente su proposta del partito liberale POLA (Primavera Politica), poi discioltosi.

Ha inaugurato i Giochi della XXVIII Olimpiade il 13 agosto 2004.

OnorificenzeModifica

Onorificenze grecheModifica

  Gran Maestro e Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Salvatore
— 1995
  Gran Maestro dell'Ordine d'Onore
  Gran Maestro dell'Ordine della Fenice

Onorificenze straniereModifica

  Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Bianca (Polonia)
— 21 ottobre 1996
  Collare dell'Ordine di Carlo III (Spagna)
— 22 maggio 1998[1]
  Cavaliere di Gran Croce del Grand'Ordine del Re Tomislavo (Croazia)
«Per l'eccezionale contributo alla promozione di relazioni amichevoli e allo sviluppo della cooperazione reciproca tra la Repubblica di Croazia e la Repubblica ellenica.»
— Zagabria, 3 dicembre 1998[2]
  Grande Stella dell'Ordine al Merito della Repubblica Austriaca
— 1999
  Collare dell'Ordine della Stella di Romania
— 1999[3]
  Cavaliere dell'Ordine dei Serafini (Svezia)
— 24 aprile 1999
  Medaglia "Betlemme 2000" (Autorità Nazionale Palestinese)
— 2000
  Membro di I Classe dell'Ordine della Doppia Croce Bianca (Slovacchia)
— 2000
  Gran Collare dell'Ordine dell'Infante Dom Henrique (Portogallo)
— 21 febbraio 2000
  Cavaliere di gran croce decorato di gran cordone dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
«Di iniziativa del Presidente della Repubblica»
— 23 gennaio 2001[4][5]
  Ordine del Gattopardo di I Classe (Kazakistan)
— 16 luglio 2001
  Cavaliere di Collare dell'Ordine Piano (Santa Sede)
— 2002
  Compagno d'Onore Onorario con Collare dell'Ordine Nazionale al Merito (Malta)
— 5 settembre 2002
  Gran Croce con Collare dell'Ordine al Merito della Repubblica ungherese
— 2003
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale Norvegese di Sant'Olav
— 2004
  Commendatore di Gran Croce dell'Ordine delle Tre Stelle (Lettonia)

NoteModifica

  1. ^ Bollettino Ufficiale di Stato
  2. ^ (HR) Odluka o odlikovanju Njegove Ekselencije Constantinosa Stephanopoulosa, Narodne novine, 3 dicembre 1998. URL consultato il 6 novembre 2010.
  3. ^ Tabella degli insigniti (XLS), su canord.presidency.ro. URL consultato il 28 novembre 2014 (archiviato dall'url originale il 28 marzo 2014).
  4. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato, su quirinale.it. URL consultato il 6 novembre 2010.
  5. ^ fotografia del Presidente

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN306148207632600340189 · ISNI (EN0000 0000 3306 3367 · LCCN (ENn90704734 · GND (DE1052484301 · WorldCat Identities (ENlccn-n90704734