Apri il menu principale
Kropyvnyc'kyj
comune
Кропивницький
Kropyvnyc'kyj – Stemma Kropyvnyc'kyj – Bandiera
Kropyvnyc'kyj – Veduta
Localizzazione
StatoUcraina Ucraina
Oblast'Flag of Kirovohrad Oblast.svg Kirovohrad
DistrettoNon presente
Amministrazione
SindacoPuzakov Volodymyr Tychonovyč
Territorio
Coordinate48°30′N 32°16′E / 48.5°N 32.266667°E48.5; 32.266667 (Kropyvnyc'kyj)Coordinate: 48°30′N 32°16′E / 48.5°N 32.266667°E48.5; 32.266667 (Kropyvnyc'kyj)
Altitudine124 m s.l.m.
Superficie103 km²
Abitanti239 400 (2004)
Densità2 324,27 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale25000-490
Prefisso+380 522
Fuso orarioUTC+2
Codice KOATUU3510100000
Cartografia
Mappa di localizzazione: Ucraina
Kropyvnyc'kyj
Kropyvnyc'kyj
Sito istituzionale

Kropyvnyc'kyj (in ucraino: Кропивницький?) è una città dell'Ucraina centrale, capoluogo dell'oblast' di Kirovohrad.

Fino al 1924 era nota come Elisavetgrad (in russo: Елисаветград?), poi fino al 1934 Zinov'evsk (in russo: Зиновьевск?) in onore di Grigorij Evseevič Zinov'ev natio del luogo, nel periodo 1934-39 Kirovo (in russo: Кирово?) e fino al 2016 Kirovohrad (in ucraino: Кіровоград?, in russo: Кировоград?, traslitterato: Kirovograd, [kʲi.ro.wo'ɦrɑd̪]).[1]

Indice

Geografia fisicaModifica

La città sorge sul fiume Inhul, a circa 300 km a sud-est della capitale Kiev. è un nodo ferroviario e stradale. La popolazione è di circa 239 400 abitanti.

StoriaModifica

Nel 1754 fu fondato nei pressi dell'odierna città il Forte di Sant'Elisabetta, così chiamato per omaggiare l'imperatrice Elisabetta di Russia che ne aveva ordinato la costruzione. In pochi anni, per via della sua posizione strategica nel centro dell'Ucraina, accanto alla fortezza sorse un insediamento abitato che nel 1764 divenne il capoluogo della provincia e nel 1789 fu ribattezzato Elisavetgrad. Nel corso del XIX secolo divenne un importante centro agricolo, mentre tra il 1868 ed il 1869 fu aperta la ferrovia Kharkiv-Elisavetgrad-Odessa che crebbe ulteriormente l'importanza della città e favorì l'insediamento delle prime industrie.

Situata all'interno della zona di residenza, anche Elisavetgrad ospitava una grande comunità ebraica che nel 1897 costituiva la maggioranza della popolazione cittadina[2]. Dopo l'assassinio dello zar Alessandro II le tensioni e l'odio contro gli ebrei di Elisavetgrad crebbero notevolmente, tanto da spingere i vertici della comunità a chiedere la protezione del governatore e dell'esercito senza tuttavia ottenere niente. Il 27 marzo 1881 si scatenò un violentissimo pogrom durato due giorni che causò morti, centinaia di feriti, il saccheggio delle sinagoghe e la distruzione di oltre 500 abitazioni private[3].

Nel 1882 Marko Kropyvnyc'kyj aprì in città il primo teatro stabile in lingua ucraina. Nel dicembre 1905 la comunità ebraica fu colpita da un secondo pogrom che causò nuovamente morti, feriti e gravi distruzioni[4].

Nel 1924 la Elisavetgrad fu ribattezzata Zinov'evsk in omaggio al rivoluzionario bolscevico Grigorij Evseevič Zinov'ev, nativo della città. Una settimana dopo l'omicidio di Kirov la città cambiò nome in Kirovo e dal 1939 in Kirovograd. Durante la seconda guerra mondiale fu occupata dai nazisti dal 5 agosto 1941 all'8 gennaio 1944.

Con l'indipendenza dell'Ucraina nel 1991 fu riproposto un cambio della denominazione della città ed un suo ritorno all'originale Elisavetgrad. Tuttavia fu solamente con l'emanazione delle leggi sulla decomunistizzazione dell'Ucraina voluto dal presidente Petro Oleksijovyč Porošenko che anche il toponimo Kirovograd divenne nuovamente oggetto di discussione. Così, nell'ottobre 2015, i residenti della città decretarono con un referendum il cambio del toponimo in Yelisavetgrad[5]. L'esito del voto venne tuttavia invalidato da una legge del parlamento ucraino che proibiva le denominazioni legate alla storia della Russia. Dopoché fu proposto come alternativa Inhulsk, il 14 luglio 2016 toponimo venne ufficialmente cambiato in Kropyvnyc'kyj', in omaggio allo scrittore ucraino Marko Kropyvnyc'kyj[6].

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN158326925 · LCCN (ENn84128235 · GND (DE4398501-4
  Portale Ucraina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Ucraina