Apri il menu principale

La camera azzurra

romanzo scritto da Georges Simenon
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi La camera azzurra (disambigua).
La camera azzurra
Titolo originaleLa Chambre bleue
AutoreGeorges Simenon
1ª ed. originale1964
1ª ed. italiana2003
Genereromanzo
Lingua originalefrancese
AmbientazioneSaint-Justin, Francia

La camera azzurra (in originale La Chambre bleue) è un romanzo di Georges Simenon terminato il 5 giugno del 1963 e pubblicato per la casa editrice Presses de la Cité nel 1964. Il romanzo è stato incluso in Pedigree et autres romans, raccolta della "Bibliothèque de la Pléiade" (n° 553) di Gallimard (2009).

Indice

TramaModifica

Tony, un uomo felicemente sposato con Gisèle e padre di Marianne, vive per alcuni mesi un'ardente passione con l'ex compagna di classe Andrée, anche lei sposata con il ricco Nicolas Despierre. La morte di quest'ultimo, avvenuta in circostanze non totalmente chiare, sarà attribuita in un primo tempo a Tony, che subirà continui interrogatori in cui dovrà chiarire ogni dettaglio della propria esistenza, e successivamente ad Andrée; in seguito è considerato responsabile della morte di Gisèle, per avvelenamento. I due "amanti sfrenati" (definiti così in modo ricorrente) saranno condannati a morte, ma la pena sarà commutata infine in quella di lavori forzati a vita.

Adattamenti cinematografici e televisiviModifica

Edizioni italianeModifica

  • Georges Simenon, La camera azzurra, trad. di Marina Di Leo, Adelphi, Milano 2003 ("Biblioteca Adelphi" n° 444 e "gli Adelphi" n° 322, 2010)
  • edizione letta da Annunciata Olivieri, Feltre: Centro Internazionale del Libro parlato, 2010
  • edizione letta da Claudio Santamaria, regia di Dino Gentili, Roma: Emons Italia, 2010

Collegamenti esterniModifica

  Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura