Apri il menu principale

La compagnia stabile della canzone con varietà e con comica finale

La compagnia stabile della canzone con varietà e con comica finale
PaeseItalia
Anno1975
Generevarietà
Durata120 min
Lingua originaleitaliano
Crediti
ConduttoreChristian De Sica, Mia Martini, Riccardo Cocciante Gino Paoli, Gigliola Cinquetti, Renato Rascel, Giuditta Saltarini, Gianni Nazzaro
RegiaEnzo Trapani
Rete televisivaProgramma Nazionale

La compagnia stabile della canzone con varietà e con comica finale è stato un programma televisivo italiano di genere varietà trasmesso dal Programma Nazionale dal 6 settembre 1975 all'11 ottobre 1975, alle 21:00 per cinque puntate[1].

La trasmissioneModifica

Il programma, scritto da Alberto Testa e Maurizio Costanzo, vedeva protagonisti alcuni cantanti della scuderia Ricordi, ospiti della cantante Mia Martini: Riccardo Cocciante Gino Paoli, Gigliola Cinquetti e Gianni Nazzaro, e dagli attori Christian De Sica, Renato Rascel e Giuditta Saltarini.

I cantanti interpretano un proprio brano, ed in ogni puntata, un brano di un altro collega; in questa parte del programma Mia Martini cantò i brani Volesse il cielo, Donna con te, Questi miei pensieri, Sabato e Le dolci colline del viso e Sassi di Gino Paoli, Alle porte del sole di Gigliola Cinquetti, Quando finisce un amore di Riccardo Cocciante e Il primo sogno proibito di Gianni Nazzaro.

In una delle puntate l'orchestra l'omaggiò con Inno, Gianni Nazzaro con Donna sola, Gigliola Cinquetti con Minuetto, Gino Paoli con Piccolo uomo e Riccardo Cocciante con Padre davvero in versione piano e voce.

Nella seconda parte i cantanti erano protagonisti assieme a Christian De Sica di sketch comici e numeri di varietà, nei quali Mia Martini rivelò insospettabili doti di intrattenitrice interpretando Mon homme, Addio Tabarin, Passa la ronda, I can't give you anything but love, Menestrello vagabondo (in duetto con Gino Paoli), Long time ago (con Gino Paoli e Gianni Nazzaro) e Tonknoise, cantata da Gianni Nazzaro.

La terza ed ultima parte era dedicata unicamente ai momenti comici e musicali di Renato Rascel e Giuditta Saltarini[2].

NoteModifica

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione