La prigioniera di Sidney

film del 1937 diretto da Douglas Sirk
La prigioniera di Sidney
Titolo originaleZu neuen Ufern
Lingua originaletedesco
Paese di produzioneGermania
Anno1937
Durata106 min
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,37:1
Generedrammatico
RegiaDetlef Sierck (Douglas Sirk)
Soggettodal romanzo di Lovis Hans Lorenz (come Lovis H. Lorenz)
SceneggiaturaKurt Heuser e Detlef Sierck
ProduttoreBruno Duday (line procucer)
Casa di produzioneUniversum Film (UFA)
FotografiaFranz Weihmayr
MontaggioMilo Harbich
MusicheRalph Benatzky
ScenografiaFritz Maurischat
CostumiArno Richter

Ernst H. Albrecht e Karl Weber (assistenti)

Interpreti e personaggi

La prigioniera di Sidney (Zu neuen Ufern) è un film del 1937 diretto da Detlef Sierck (Douglas Sirk)

TramaModifica

Londra, nell'Ottocento. Pur se innocente, la popolare cantante Gloria Vane si prende la colpa di una frode compiuta da Sir Albert Finsbury, l'uomo del quale è innamorata. Condannata ai lavori forzati in Australia, la donna spera che Finsbury la salvi confessando le proprie responsabilità, ma lui l'abbandona.

In Australia, a Parramatta, Gloria - per evitare i lavori forzati - accetta di sposare un agricoltore, Henry Hoyer. Ma la dura vita dei campi non fa per lei che coglie subito un'occasione e fugge via. Trova lavoro come cantante al Sidney Casino, un locale dove ritrova Finsbury che, nel frattempo, si è fidanzato con la figlia del governatore. L'uomo le chiede di perdonarlo e di fuggire insieme, ma lei non può dimenticare il suo tradimento. Lui, allora, si suicida.

Tornata a Parametta, Gloria viene accolta da marito che perdona la sua fuga.

ProduzioneModifica

Il film fu prodotto dall'Universum Film (UFA). Venne girato dal marzo al maggio 1937 a Neubabelsberg[1].

DistribuzioneModifica

Distribuito dall'UFA-Filmverleih, in Germania il film fu presentato in prima all'Ufa-Palast am Zoo di Berlino il 31 agosto 1937[1].

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema