Apri il menu principale
Lago Angitola
Lago dell'Angitola.jpg
Una vista del lago con la diga in lontananza
Stato Italia Italia
Regione Calabria Calabria
Provincia Vibo Valentia Vibo Valentia
Comune Maierato-Stemma.png Maierato
Monterosso Calabro-Stemma.png Monterosso C.
Coordinate 38°44′24″N 16°14′24″E / 38.74°N 16.24°E38.74; 16.24Coordinate: 38°44′24″N 16°14′24″E / 38.74°N 16.24°E38.74; 16.24
Altitudine 30 m s.l.m.
Dimensioni
Superficie 1,96 km²
Profondità massima 28 m
Volume 0,021 km³
Idrografia
Origine artificiale
Immissari principali Angitola - Reschia
Emissari principali Angitola
Mappa di localizzazione: Italia
Lago Angitola
Lago Angitola

Il lago Angitola o lago dell'Angitola (/an'ʤitola/) è un lago artificiale in provincia di Vibo Valentia, nel territorio dei comuni di Maierato e Monterosso Calabro.

Il lago occupa una superficie di circa 1,96 km² ed è situato all'estremo sud della piana di Sant'Eufemia, a circa 3 km dal golfo di Sant'Eufemia (Costa degli Dei).

Indice

OrigineModifica

È stato creato nel 1966 sbarrando il corso del fiume Angitola, da cui prende nome.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Nei pressi del lago si trova Rocca Angitola, ridotta a rudere.

L'area protettaModifica

Lago Angitola
e dune di Angitola
Codice EUAPnon attribuito
Class. internaz.zona umida, SIC
Stati  Italia
Regioni  Calabria
Province  Vibo Valentia
Mappa di localizzazione
Sito istituzionale

Nel 1975 l'area del lago è stata riconosciuta come oasi naturalistica e affidata in gestione al WWF Calabria.[1][2] Dal 1985 è stata definita zona umida di importanza internazionale.

L'area del lago, pur non essendo contiguo ad esso, ricade nella perimetrazione del Parco naturale regionale delle Serre.

Inoltre, il lago di Angitola e le dune di Angitola sono due siti di interesse comunitario riconosciuti dal Ministero dell'Ambiente.[3]

Flora e faunaModifica

Attorno al lago sono prevalenti oliveti e macchia mediterranea. Vi è inoltre una fascia di rimboschimento a pino d'Aleppo. Sulle rive sono presenti esemplari di pioppo nero, cannucce tife, salice bianco, ontano nero, eucalipto e quercia da sughero.[1]

L'area attrae numerose specie di uccelli, tra cui: falco pescatore, falco di palude, airone bianco, airone rosso, airone cenerino, cormorano, garzetta, germano reale, gabbiano corallino, mignattaio, spatola e svasso maggiore.[1]

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica