Lagomeryx

Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Lagomeryx
Lagomeryx parvulus.JPG
Palco di Lagomeryx parvulus
Stato di conservazione
Fossile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Artiodactyla
Sottordine Ruminantia
Famiglia Cervidae
Genere Lagomeryx

Il lagomerice (gen. Lagomeryx) è un mammifero artiodattilo estinto, appartenente ai cervidi. Visse nel Miocene inferiore - medio (circa 18 - 13 milioni di anni fa) e i suoi resti fossili sono stati ritrovati in Europa e in Asia.

DescrizioneModifica

Questo animale non doveva essere molto diverso da un tragulo attuale, ma possedeva due piccole corna sul cranio. Le dimensioni erano molto ridotte (Lagomeryx significa infatti "ruminante coniglio" in riferimento alla taglia): la specie più piccola, Lagomeryx pumilio, era grande quanto un grosso coniglio. Lagomeryx e i suoi stretti parenti (come Ligeromeryx e Stephanocemas) possedevano numerose caratteristiche primitive che richiamavano gli antenati moscoidi, ad esempio la presenza di due canini allungati nei maschi adulti. Le appendici craniche erano formate da un peduncolo relativamente corto, senza la tipica separazione tra parte fissa e parte caduca. I palchi si ramificavano solo alle estremità in numerose piccole punte, e possedevano una struttura palmata. Nelle forme più piccole (come L. pumilio) queste corna erano davvero minuscole, e non superavano l'altezza di 1,5 centimetri.

 
Scheletro completo di Lagomeryx proveniente dalla Cina

ClassificazioneModifica

Il genere Lagomeryx è stato descritto per la prima volta nel 1904 da Roger, e comprende una quantità di specie di piccoli ruminanti del Miocene inferiore e medio europeo. La specie tipo è L. ruetimeyeri, che poteva raggiungere la taglia di un attuale muntiac, ed è stata ritrovata principalmente in Germania e in Francia. Altre specie europee sono la minuscola L. pumilio e L. parvulus, di dimensioni intermedie tra le due precedenti. In Cina sono note L. complicidens e L. colberti, quest'ultima più specializzata e dotata di corna piuttosto allungate. In Thailandia è stata ritrovata L. manai, di grandi dimensioni e probabilmente imparentata con L. complicidens (Suraprasit et al., 2014). Lagomeryx fa parte dei lagomericini, un gruppo di ruminanti primitivi generalmente di dimensioni ridotte, vicini all'origine dei cervidi veri e propri.

 
Fossili di Ligeromeryx praestans (10), Lagomeryx ruetimeyeri (11) e L. pumilio (12)

PaleobiologiaModifica

Studi sull'usura dello smalto dentario delle varie specie di Lagomeryx mostrano che le varie specie del genere non condividevano la medesima ecologia. Ad esempio, la specie L. pumilio doveva adottare un comportamento più generalista e si nutriva di vari tipi di piante, mentre la contemporanea L. parvulus era più legata a un ambiente di foresta densa. La specie asiatica L. manai, invece, abitava spazi più aperti rispetto a quelli delle sue controparti europee (Suraprasit et al., 2014).

BibliografiaModifica

  • Roger, O. 1904. Wirbeltierreste aus dem Obermiocän der bayerisch-schwäbischen Hochebene. V. Teil. Bericht des Naturwissenschaftlichen Vereins für Schwaben und Neuburg (e.V.) Augsburg 36: 3–22.
  • Stehlin, H.G. 1937. Bemerkungen über die miocaenen Hirschgenera Stephanocemas und Lagomeryx. Verhandlungen der Naturforschenden Gesellschaft in Basel 48: 193–214.
  • C.-C. Young. 1964. On a new Lagomeryx from Lantian, Shensi. Vertebrata PalAsiatica 8(4):329-340
  • Fahlbusch, V. 1977. Die obermiozäne Fossil-Lagerstätte Sandelzhausen 11. Ein neues Zwerghirsch-Geweih: Lagomeryx pumilio? Mitteilungen der Bayerischen Staatssammlung für Paläontologie und historische Geologie 17: 227–233.
  • Gentry, A.W., and E.P.J. Heizmann. 1993. Lagomeryx Roger, 1904 (Mammalia, Artiodactyla): proposed designation of L. ruetimeyeri Thenius, 1948 as the type species. Bulletin of Zoological Nomenclature 50(2): 133–136.
  • T. Mors, F. Hocht, and B. Wutzler. 2000. Die erst Wirbeltierfauna aus der miozanen Braunkohle der Niederrheinischen Bucht (Ville-Schichten, Tagebau Hambach) [The first vertebrate fauna from the Miocene Ville Series of the Lower Rhine Embayment (Hambach open cast mine, western Germany)]. Paläontologische Zeitschrift 74(1/2):145-170
  • Gertrud E. Rössner. 2010. Systematics and palaeoecology of Ruminantia (Artiodactyla, Mammalia) from the Miocene of Sandelzhausen (southern Germany, Northern Alpine Foreland Basin). Volume 84, Issue 1, pp 123–162
  • Kantapon Suraprasit, Yaowalak Chaimanee, Herve Bocherens, Olivier Chavasseau and Jean-Jacques Jaeger (2014). "Systematics and phylogeny of middle Miocene Cervidae (Mammalia) from Mae Moh Basin (Thailand) and a paleoenvironmental estimate using enamel isotopy of sympatric herbivore species". Journal of Vertebrate Paleontology 34 (1): 179–194.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica