Latvijas čempionāts futbolā 1991

Latvijas čempionāts futbolā 1991
Virslīga 1991
Competizione Virslīga
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione
Organizzatore LFF
Luogo Unione Sovietica Unione Sovietica
Lettonia Lettonia
Partecipanti 20
Formula 2 fasi
Risultati
Vincitore Forums Skonto
(1º titolo)
Statistiche
Miglior marcatore Lettonia Vjačeslavs Ževņerovičs (27)
Incontri disputati 410
Gol segnati 1 445 (3,52 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1990 1992 Right arrow.svg

L'edizione 1991 del massimo campionato di calcio lettone fu la 47ª e ultima come competizione della Lettonia sotto il dominio sovietico; il titolo fu vinto dal Forums Skonto, giunto al suo primo titolo. In seguito ai convulsi eventi politici di quell’anno, fu a posteriori riconosciuto ed accettato dalla UEFA come primo campionato nazionale lettone.

FormulaModifica

Il campionato era formato da venti squadre divise in due girone da dieci: le formazioni di ogni girone si incontrarono in gare di andata e ritorno per un totale di 18 turni. Al torneo presero parte anche le sette squadre lettoni che avevano partecipato alla Baltic League nel 1990.

Al termine della prima fase i primi cinque di ogni girone disputarono un torneo per il titolo, le ultime cinque uno per la retrocessione; tuttavia, dopo la ritrovata indipendenza, la composizione della rinata Virslīga dipese molto dai ritiri dei vari club. Il formato della seconda fase fu identico a quello della prima; inoltre in entrambe le fasi erano assegnati due punti alla vittoria, un punto al pareggio e zero per la sconfitta.

Prima faseModifica

Classifica finale del Girone AModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Forums Skonto[1] 31 18 14 3 1 50 8 +42
2. Pārdaugava 28 18 14 0 4 56 11 +45
3. VEF Riga 24 18 9 6 3 29 14 +15
4. Strautmala[2] 21 18 10 1 7 28 24 +4
5. Varpa-Dilar[3] 19 18 7 5 6 19 14 +5
6. Jūrnieks[4] 18 18 7 4 7 24 26 -2
7. Auda[5] 15 18 5 3 10 20 36 -16
8. Faless Jekabpils 11 18 4 3 11 21 50 -29
9. Daugava Riga[6] 9 18 4 0 14 19 51 -32
10. Celtnieks Rīga[7] 5 18 0 5 13 16 48 -32

Classifica finale del Gruppo BModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Olimpija Liepāja 33 18 15 3 0 61 21 +40
2. Celtnieks Daugavpils[8] 30 18 14 2 2 49 13 +36
3. Torpedo Riga 23 18 10 3 5 31 21 +10
4. Starts 20 18 9 2 7 31 34 -3
5. Gauja Valmiera 16 18 6 4 8 27 31 -4
6. Sarkanais Kvadrats[9] 15 18 6 3 9 22 36 -14
7. Betons Vangazi[10] 14 18 3 8 7 30 33 -3
8. Rigas audums[10] 12 18 4 5 9 23 38 -15
9. Apgaismes Tehnika[11] 11 18 3 5 10 26 39 -13
10. Dizelists Riga 6 18 1 4 13 16 50 -34

Seconda faseModifica

Gruppo per il titoloModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Forums Skonto 32 18 15 2 1 33 7 +26
2. Pārdaugava 26 18 12 2 4 38 13 +25
3. Olimpija Liepāja 25 18 10 5 3 34 13 +21
4. Celtnieks Daugavpils 22 18 10 2 6 39 20 +19
5. VEF Riga 17 18 5 7 6 18 19 -1
6. Gauja Valmiera 16 18 6 4 8 21 34 -13
7. Varpa-Dilar 13 18 5 3 10 14 27 -13
8. Torpedo Riga 13 18 4 5 9 21 26 -5
9. Starts 10 18 4 2 12 21 52 -31
10. Strautmala 6 18 2 2 16 12 40 -28

Gruppo RetrocessioneModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
11. Sarkanais Kvadrats 27 28 11 5 12 45 52 -7
12. Rigas Audums 27 28 11 5 12 56 57 -1
13. Betons Vangazi 27 28 7 13 8 50 47 +3
14. Jūrnieks 24 28 9 6 13 41 58 -17
15. Auda 24 28 8 8 12 35 49 -14
16. Faless Jekabpils 21 28 7 7 14 45 68 -23
17. Celtnieks Rīga 20 28 7 6 15 39 64 -25
18. Apgaismes Tehnika 18 28 5 8 15 33 55 -22
19. Daugava Riga 16 28 6 4 18 34 67 -33
20. Dizelists Riga 11 28 2 7 18 28 79 -51
  • Esiti inefficaci, tutte le squadre andarono a creare la nuova cadetteria nazionale lettone.

NoteModifica

  1. ^ Successivamente nota come Skonto.
  2. ^ A fine stagione rinominato Vairogs.
  3. ^ A fine stagione rinominato Dilar.
  4. ^ A fine stagione rinominato Decemvīri.
  5. ^ A fine stagione rinominato RFK.
  6. ^ A fine stagione rinominato Kompar-Daugava.
  7. ^ A fine stagione rinominato SM-ECK Riga.
  8. ^ A fine stagione rinominato BJSS Celtnieks.
  9. ^ A fine stagione rinominato Kvadrats.
  10. ^ a b A fine stagione Rigas audums e Betons Vangazi si fusero per dar vita allo Zenta.
  11. ^ A fine stagione divenne la formazione riserve del Decemvīri.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio