Apri il menu principale

Laura Lilli (Roma, 11 marzo 1937Roma, 31 dicembre 2014) è stata una giornalista e scrittrice italiana.

Indice

BiografiaModifica

Figlia di Virgilio Lilli (giornalista e scrittore) e di Maria Carolina Antinori (collaboratrice della Metro-Goldwyn-Mayer e nipote di Domenico Gnoli), ha frequentato il Liceo Tasso a Roma e la Davie's School a Londra. Laureatasi in Filosofia alla Sapienza di Roma nel 1960, si è specializzata in Studi Americani negli Stati Uniti allo Smith College (Northampton, Massachusetts) e alla Yale University (New Haven, Connecticut).

Sposata con il giornalista de L'Unità Ugo Baduel, fu una femminista militante dai primi anni settanta e partecipò alle esperienze delle riviste Quarto mondo (1971) e Compagna (1972). In seguito pubblicò saggi sulla condizione della donna nella grande stampa e fece parte del gruppo Controparola.

È scomparsa nel 2014 all'età di 77 anni[1].

Laura Lilli, giornalista e scrittriceModifica

Scrittrice e giornalista letteraria, ha cominciato a pubblicare nel 1963 su Il Mondo di Mario Pannunzio con articoli sugli Stati Uniti e, dopo avere collaborato a La Stampa , al Corriere della Sera e a Panorama, ha fatto parte del Globo negli anni Settanta e della redazione "Cultura" de la Repubblica fin dalla fondazione (dicembre 1975). È autrice di saggi, di narrativa e di poesia. Nel 1997 ha vinto il Premio Nazionale Alghero Donna di Letteratura e Giornalismo sezione poesia, con la silloge poetica, intitolata "Dolce per le formiche". Ha collaborato alla pubblicazione di vari volumi curandone l'edizione e scrivendo prefazioni e postfazioni. Ha collaborato con numerose riviste.

OpereModifica

VarieModifica

  • 1980 - Zeta o le zie, romanzo sperimentale (Edizioni delle donne/Tascabili Bompiani nel 1989)
  • 1993 - La Coccodrilla/Capri adagio molto allegro (Edizioni La Conchiglia)

Poesie e narrativaModifica

  • 1996 - Dolce per le formiche/Sweet to Ants (Empiria)
  • 2000 - I quartieri dell'anima - Enrico Benaglia in viaggio con i poeti - a cura di Gabriella Sobrino (Gruppo Arion)
  • 2001 - Otto quarti d'ora/Catchlines (Empiria)
  • 2001 - La donna, gli amori - a cura di Gabriella Sobrino e Antonietta Garzia, introduzione di Paolo Crepet (Loggia de' Lanzi)
  • 2003 - Alberi angeli e gatti/Favole da novembre a marzo e viceversa (Empiria)
  • 2004 - Versocapri - Antologia poetica del Novecento a cura di Riccardo Esposito (Edizioni La Conchiglia)
  • 2004 - Io sono il titolo - autoritratti in versi di poeti contemporanei a cura di Sergio Zuccaro (Nuova stampa)
  • 2007 - Il Buon Dio e la tartaruga/ The Good God and the Turtle (Empiria).

IntervisteModifica

  • 1987 - Ortiche e Margherite (Essedue)
  • 1995 - Voci dall'Alfabeto - Interviste con Sciascia, Moravia, Eco nei decenni Settanta e Ottanta (Minimum Fax)
  • 2001 - Passioni & parole (La Tartaruga)

SaggiModifica

  • 1977 - Perché la stampa femminile? (Libreria editrice Italo Bovolenta)
  • 1979 - Care compagne - Il femminismo nel Pci e nelle organizzazioni di massa con Chiara Valentini (Editori Riuniti)
  • 1979 - Stampa in Lessico politico delle donne (edizioni Gulliver)
  • 1991 - La guerra, il cuore e la parola (Ombra editrice)
  • 1992 - Il conflitto i conflitti - Guerra e autonomia politica delle donne
  • 1975-1994 - La stampa femminile in Storia della stampa italiana a cura di Valerio Castronovo e Nicola Tranfaglia, vol. V (La stampa italiana del neocapitalismo) e VII (La stampa italiana nell'età della tv) (Laterza);
  • 1995 - L'informazione al femminile in Studiare da giornalista vol.I, Teoria e pratica, a cura di Gianni Faustini, (Ordine dei Giornalisti, Consiglio Nazionale, Roma)

NoteModifica

  1. ^ Dario Pappalardo, Addio a Laura Lilli, tra i fondatori di Repubblica, su la Repubblica, 1º gennaio 2015.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN44431386 · ISNI (EN0000 0000 8377 8555 · SBN IT\ICCU\CFIV\074112 · LCCN (ENn80008002 · BNF (FRcb12983927w (data)