Laura Kenny

pistard e ciclista su strada britannica
(Reindirizzamento da Laura Trott)
Laura Kenny
2019 UEC Track Elite European Championships 113.jpg
Laura Trott nel 2019
Nazionalità Regno Unito Regno Unito
Altezza 163[1] cm
Peso 52[1] kg
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Pista, strada
Carriera
Squadre di club
2011Specialized
2012Ibis Cycling
2013-2014Wiggle
2015Matrix Fitness
2015-2018Matrix Pro Cycling
Nazionale
2010-Gran Bretagna Gran Bretagnapista
Palmarès
Giochi olimpici 4 0 0
Mondiali su pista 7 7 1
Europei su pista 13 2 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al aprile 2020

Laura Kenny, nata Trott (Harlow, 24 aprile 1992), è una pistard e ciclista su strada britannica. Ai Giochi olimpici ha vinto quattro medaglie d'oro, due a Londra 2012, nell'inseguimento a squadre e nell'omnium, e due a Rio de Janeiro 2016 nelle stesse specialità, risultando per questo la britannica in assoluto più titolata ai Giochi[2]. Nella carriera su pista si è inoltre aggiudicata sette titoli mondiali, tredici titoli europei e una medaglia d'oro ai Giochi del Commonwealth.

Ha una sorella maggiore, Emma, ciclista professionista su strada[1]. Dal 2016 è sposata con il pistard Jason Kenny, con cui ha avuto un figlio, Albert Louie, nato il 23 agosto 2017[3].

CarrieraModifica

Gli esordi e i primi titoli EliteModifica

Nata a Harlow ma residente a Cheshunt, nello Hertfordshire, comincia a praticare ciclismo all'età di otto anni seguendo la madre Glenda, che con tale attività desiderava perdere peso[4]. In precedenza aveva praticato il nuoto, per migliorare la respirazione dopo uno pneumotorace sofferto alla nascita, e il trampolino elastico[4][5].

Da ciclista ottiene i primi titoli nazionali già nella categoria Under-12[6]. Nel 2009 ai campionati europei di Minsk si aggiudica la gara di inseguimento a squadre Juniores. Ai campionati mondiali di categoria a Montichiari, l'anno dopo, fa quindi sua la medaglia d'oro nell'omnium oltre a vincere l'argento nell'inseguimento individuale e nella corsa a punti[7]. Sempre nel 2010 viene selezionata per i campionati europei Elite di Pruszków: qui conquista il titolo continentale dell'inseguimento a squadre insieme a Katie Colclough e Wendy Houvenaghel. In rappresentanza dell'Inghilterra partecipa anche ai Giochi del Commonwealth a Delhi, risultando l'atleta più giovane della spedizione inglese[4][7].

2011-2012: le prime vittorie mondiali e gli ori olimpici di LondraModifica

Nel marzo 2011 Trott fa il proprio esordio ai campionati mondiali Elite: in quella rassegna, in terzetto con Wendy Houvenaghel e Danielle King, vince la medaglia d'oro nell'inseguimento a squadre[7]. Quell'anno si aggiudica anche due titoli europei tra le Elite, nell'inseguimento a squadre e nell'omnium, e tre tra le Under-23 (scratch e inseguimento individuale e a squadre), mentre su strada fa sua la prova in linea Under-23 dei campionati britannici.

Nell'aprile 2012 partecipa ai campionati del mondo su pista di Melbourne, vincendo due titoli iridati, nell'omnium e, in squadra con Danielle King e Joanna Rowsell, nell'inseguimento (le britanniche stabiliscono anche il record del mondo, 3'16"850, migliorato in finale, 3'15"720)[7]. In estate prende quindi parte ai Giochi olimpici di Londra. Al London Velopark, davanti al pubblico di casa, non delude le attese, e nell'arco di tre giorni ottiene due medaglie d'oro, nell'inseguimento a squadre e nell'omnium[7]. Come già ai campionati del mondo, a Londra Trott, King e Rowsell stabiliscono il primato del mondo dell'inseguimento – già lo detenevano – portandolo prima a 3'15"669, poi a 3'14"682 e infine a 3'14"051. Nell'omnium Trott riesce invece solo nell'ultima prova, la 500 metri a cronometro, a superare Sarah Hammer e a ottenere l'oro[4].

2013-2016: l'affermazione e gli ori olimpici di RioModifica

PalmarèsModifica

PistaModifica

Campionati britannici, Inseguimento individuale Juniores
Campionati britannici, Corsa a punti Juniores
Campionati europei, Inseguimento a squadre Juniores (con Ella Sadler Andrews e Jessica Booth)
Campionati britannici, Inseguimento individuale Juniores
Campionati britannici, 500 metri Juniores
Campionati britannici, Derny
Campionati del mondo, Omnium Juniores
Campionati europei, Inseguimento a squadre (con Katie Colclough e Wendy Houvenaghel)
Campionati del mondo, Inseguimento a squadre
Campionati europei Juniores/U23, Inseguimento a squadre Under-23 (con Danielle King e Joanna Rowsell)
Campionati europei Juniores/U23, Inseguimento individuale Under-23
Campionati europei Juniores/U23, Scratch Under-23
Campionati europei, Inseguimento a squadre (con Danielle King e Joanna Rowsell)
Campionati europei, Omnium
2ª prova Coppa del mondo 2011-2012, Inseguimento a squadre (Cali, con Wendy Houvenaghel e Sarah Storey)
4ª prova Coppa del mondo 2011-2012, Inseguimento a squadre (Londra, con Danielle King e Joanna Rowsell)
Campionati del mondo, Inseguimento a squadre (con Danielle King e Joanna Rowsell)
Campionati del mondo, Omnium
Giochi olimpici, Inseguimento a squadre (con Danielle King e Joanna Rowsell)
Giochi olimpici, Omnium
2ª prova Coppa del mondo 2012-2013, Inseguimento a squadre (Glasgow, con Elinor Barker e Danielle King)
2ª prova Coppa del mondo 2012-2013, Omnium (Glasgow)
Campionati del mondo, Inseguimento a squadre (con Elinor Barker e Danielle King)
Trofeo Ciutat de Valencia, Omnium
Campionati europei Juniores/U23, Inseguimento individuale Under-23
Campionati europei Juniores/U23, Omnium Under-23
Campionati europei Juniores/U23, Corsa a punti Under-23
Campionati britannici, Inseguimento individuale
Campionati britannici, Inseguimento a squadre (con Elinor Barker, Danielle King e Joanna Rowsell)
Campionati britannici, Corsa a punti
Campionati britannici, Americana (con Danielle King)
Campionati europei, Inseguimento a squadre (con Katie Archibald, Elinor Barker e Danielle King)
Campionati europei, Omnium
1ª prova Coppa del mondo 2013-2014, Omnium (Manchester)
1ª prova Coppa del mondo 2013-2014, Inseguimento a squadre (Manchester, con Elinor Barker, Joanna Rowsell e Dani King)
Campionati del mondo, Inseguimento a squadre (con Katie Archibald, Elinor Barker e Joanna Rowsell)
London Revolution Series, Omnium
Fenioux Piste International, Omnium
Giochi del Commonwealth, Corsa a punti
Campionati britannici, Scratch
Campionati britannici, Inseguimento a squadre (con Elinor Barker, Danielle King e Joanna Rowsell)
Campionati europei, Inseguimento a squadre (con Katie Archibald, Elinor Barker e Ciara Horne)
Campionati europei, Omnium
1ª prova Coppa del mondo 2014-2015, Inseguimento a squadre (Guadalajara, con Elinor Barker, Ciara Horne e Amy Roberts)
2ª prova Coppa del mondo 2014-2015, Omnium (Londra)
2ª prova Coppa del mondo 2014-2015, Inseguimento a squadre (Londra, con Katie Archibald, Elinor Barker e Ciara Horne)
Grand Prix of Poland, Scratch
Grand Prix of Poland, Omnium
Derby Revolution Series, Omnium
Campionati britannici, Inseguimento individuale
Campionati britannici, Scratch
Campionati britannici, Corsa a punti
Campionati europei, Inseguimento a squadre (con Katie Archibald, Elinor Barker e Joanna Rowsell)
Campionati europei, Scratch
Campionati europei, Omnium
1ª prova Coppa del mondo 2015-2016, Omnium (Cali)
3ª prova Coppa del mondo 2015-2016, Omnium (Hong Kong)
Campionati del mondo, Scratch
Campionati del mondo, Omnium
Fenioux Piste International, Omnium
Grand Prix of Poland, Omnium
Giochi olimpici, Inseguimento a squadre (con Katie Archibald, Elinor Barker e Joanna Rowsell)
Giochi olimpici, Omnium
Campionati britannici, Americana (con Elinor Barker)
Campionati britannici, Omnium
Grand Prix Brno, Americana (con Emily Kay)
Grand Prix Brno, Omnium
Grand Prix Poland, Americana (con Eleanor Dickinson)[8]
Campionati europei, Inseguimento a squadre (con Katie Archibald, Elinor Barker e Neah Evans)
Campionati europei, Corsa a eliminazione
Campionati britannici, Omnium (2)
2ª prova Coppa del mondo 2018-2019, Inseguimento a squadre (Milton, con Katie Archibald, Elinor Barker ed Eleanor Dickinson)
2ª prova Coppa del mondo 2018-2019, Omnium (Milton)
3ª prova Coppa del mondo 2018-2019, Inseguimento a squadre (Berlino, con Katie Archibald, Emily Kay ed Emily Nelson)
3ª prova Coppa del mondo 2018-2019, Americana (Berlino, con Emily Nelson)
4ª prova Coppa del mondo 2018-2019, Inseguimento a squadre (Londra, con Katie Archibald, Eleanor Dickinson e Neah Evans)
4ª prova Coppa del mondo 2018-2019, Americana (Londra, con Katie Archibald)
Campionati britannici, Scratch
Grand Prix Brno, Americana (con Elinor Barker)
Grand Prix Brno, Omnium
Cottbuser Nächte, Scratch
Cottbuser Nächte, Americana (con Eleanor Dickinson)
Cottbuser Nächte, Omnium
Campionati europei, Inseguimento a squadre (con Katie Archibald, Eleanor Dickinson, Neah Evans ed Elinor Barker)
Challenge CH-2540 Grenchen, Scratch
Challenge CH-2540 Grenchen, Americana (con Elinor Barker)
Challenge CH-2540 Grenchen, Omnium
Challenge CH-2540 Grenchen, Corsa a eliminazione
6ª prova Coppa del mondo 2019-2020, Americana (Milton, con Neah Evans)

StradaModifica

  • 2011 (Team Specialized-DPD Pakket Service, una vittoria)
Campionati britannici, Prova in linea Under-23
  • 2014 (Wiggle-Honda, una vittoria)
Campionati britannici, Prova in linea

PiazzamentiModifica

Competizioni mondialiModifica

OnorificenzeModifica

  Ufficiale dell'Ordine dell'Impero Britannico
«Per i servizi al ciclismo.»
— Londra, 29 dicembre 2012[9][10][11]
  Comandante dell'Ordine dell'Impero Britannico
«Per i servizi al ciclismo.»
— Londra, 31 dicembre 2016[12]

NoteModifica

  1. ^ a b c (EN) Laura Trott, www.london2012.com. URL consultato l'8 settembre 2012 (archiviato dall'url originale il 27 agosto 2012).
  2. ^ (EN) Laura Trott makes British Olympic history with fourth gold medal in Omnium, su theguardian.com. URL consultato il 9 febbraio 2019.
  3. ^ (EN) Olympics golden couple Laura and Jason Kenny have baby boy, su bbc.com. URL consultato il 9 febbraio 2019.
  4. ^ a b c d (EN) Sam Marsden, Laura Trott battled back from collapsed lung to Olympic gold, in www.telegraph.co.uk, 7 agosto 2012. URL consultato il 9 settembre 2012.
  5. ^ (EN) I am Laura Trott., www.team-ibis-cycles.com. URL consultato il 9 settembre 2012 (archiviato dall'url originale il 10 dicembre 2013).
  6. ^ (EN) About Me..., www.lauratrott.co.uk. URL consultato il 9 settembre 2012 (archiviato dall'url originale il 17 settembre 2012).
  7. ^ a b c d e (EN) Laura Trott, www.britishcycling.org.uk. URL consultato l'8 settembre 2012.
  8. ^ (EN) Grand Prix Poland (UCI/C1) - Elite Women - Madison, su britishcycling.org.uk. URL consultato il 22 aprile 2020.
  9. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 60367, 29 December 2012, p. 24.
  10. ^ 2013 New Year's Honoura (PDF). URL consultato il 29 dicembre 2012.
  11. ^ (EN) NY13 - London 2012 Olympic and Paralympic Games (PDF), www.gov.uk. URL consultato il 18 aprile 2013.
  12. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 61803, 31 December 2016, p. N9.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN4721151965417600470006 · LCCN (ENnb2018002891 · WorldCat Identities (ENlccn-nb2018002891