Ballate irlandesi

lista di un progetto Wikimedia
(Reindirizzamento da Lista delle ballate irlandesi)

PoliticheModifica

Nota: è qui riportata solo una piccola parte del vastissimo patrimonio di canzoni irlandesi, tradizionali e d'autore. Si tenga conto che una buona parte del patrimonio di canzoni tradizionali è in lingua irlandese: tali canzoni non sono elencate.

XVI e XVII secoloModifica

  • The Flight of Earls - riguardo alla fuga dei nobili irlandesi dopo la sconfitta inflitta dagli inglesi all'inizio del XVII secolo.
  • Follow me up to Carlow - riguardo a Fiach MacHugh O'Byrne e la Seconda Rivolta dei Desmond contro Elisabetta I d’Inghilterra, scritta nel XIX secolo.
  • Alasdair MacColla - canzone datata attorno agli anni 40 del XVII secolo riguardo al soldato Alasdair MacColla. Tuttora suonata dai Capercaillie e dai Clannad.
  • Lament for Owen Roe - ballata scritta a metà del XIX secolo riguardo a Owen Roe O'Neill morto nel 1649
  • Lilliburlero - Ballata protestante composta per la prima volta negli ultimi anni 80 del XVII secolo, quando stava iniziando la Guerra dei Due Re in Irlanda
  • The Boyne Water - canzone datata 1690 riguardo alla battaglia del Boyne
  • The Sash song – composta all'inizio del XX secolo riguardo agli eventi degli anni 90 del XVII secolo.
  • Derry's Walls - commemorazione dell'assedio di Derry del 1689.
  • Young Ned of the Hill - canzone risalente agli anni '80, commemora il celebre ribelle che si oppose all'invasione di Cromwell nel XVII secolo.

Ribellione del 1798Modifica

Canzoni dalla Ribellione irlandese del 1798:

  • Boolavogue - canzone di P.J. McCall (1861-1919) riguardo a Fr. John Murphy, uno dei capi della rivolta del Wexford.
  • The Wind that Shakes the Barley- Il rimorso di un giovane nel lasciare la ragazza amata per unirsi alla Società degli Irlandesi Uniti è interrotto quando lei viene uccisa da un proiettile inglese.
  • The Rising of the Moon – Questa ballata invoca che la speranza e l'ottimismo vengano fuori allo scoppiare della Ribellione Irlandese del 1789.
  • The Croppy Boy – Una delle più tristi tra le canzoni della ribellione del 1798, riguarda il periodo seguente alla soppressione della ribellione e descrive come il clima di repressione spinge parenti e familiari a rifiutare qualsiasi legame pur di condannare i ribelli, per paura di essere giudicati colpevoli per associazione
  • The Wearing of the Green – canzone riguardo alla repressione dopo la ribellione
  • The Sean-Bhean bhocht – La "Povera Vecchia Signora", cioè l'Irlanda, sta per essere liberata insieme ai francesi. Anche conosciuta come "The French are on the sea".
  • Kelly of Killanne – Famosa ballata di P.J. McCall (1861-1919), racconta le gesta di John Kelly, uno dei più famosi capi della rivolta del Wexford.
  • The Liberty Tree – Ballata anonima, elogio della rivoluzione francese.
  • Dunlavin Green – Ballata locale scritta in risposta del massacro di 36 prigionieri sospettati di avere simpatie per la Società degli Irlandesi Uniti, a Dunlavin, presso Wicklow, il 24 maggio 1798.
  • Roddy McCorley – Famosa ballata di Ethna Carbery che si addolora dell'esecuzione di un giovane ribelle presbiteriano di Antrim; ce n'è anche una versione lealista in cui viene pianta la sua morte, ma viene biasimato per il suo tradimento da parte dei cattolici.
  • Races of Castlebar, epico di pilota francese per le strade di Castlebar.
  • Tone's Grave – Elogio a Wolfe Tone, capo della Società degli Irlandesi Uniti; la ballata è più comunemente conosciuta come "Bodenstown churchyard", scritta da Thomas Davis, uno dei capi del movimento della Giovane Irlanda.
  • Croppies Lie Down – Ballata orangista contro i ribelli irlandesi
  • Henry Joy ballad – riguardo al capo della Società degli Irlandesi Uniti Henry Joy McCracken
  • Boys of '98 – Tributo agli irlandesi d'America
  • The Minstrel Boy - in ricordo di alcuni amici di Thomas Moore che persero la loro vita nella ribellione

XIX secoloModifica

  • A Nation Once Again – L'inno del nazionalismo irlandese del XIX secolo
  • The Bold Fenian Men – canzone riguardo ai Feniani del XIX secolo, membri di un'associazione politica per l'emancipazione dell'Irlanda dal governo inglese.
  • The Fields of Athenry – Canzone degli anni 80 riguardo alla grande carestia irlandese
  • The Finnegan's Wake - ballata popolare della metà del 1800 che ha ispirato il romanzo Finnegans Wake di James Joyce
  • God Save Ireland- L'inno del nazionalismo irlandese del XIX secolo
  • The Harp that Once (Rang Through Tara's Halls) – inno della Contea di Meath – una delle melodie di Moore
  • Arthur McBride - Canzone contro il reclutamento nell'esercito britannico[1].

XX secoloModifica

1916-62Modifica

  • Oró Sé do Bheatha 'Bhaile – originariamente un'aria giacobita, è stata in seguito riscritta e popolarizzata dal poeta nazionalista Padraic Pearse.
  • Amhrán na bhFiann – o “The Soldier's Song”, canzone di battaglia dei volontari repubblicani irlandesi. Scritta nel 1907, divenne famosa durante la Sollevazione di Pasqua del 1916 e gli scontri davanti alla posta centrale di Dublino. Dal 1927 è l'inno dello Stato Libero d’Irlanda (Éire/Republic of Ireland).
  • Come Out Ye Black and Tans – canzone di scherno dei lealisti, scritta da Dominic Behan, fratello di Brendan
  • The Foggy Dew – riguardo alla Sollevazione di Pasqua del 1916
  • Kevin Barry – riguardo a un giovane studente di medicina e rivoluzionario irlandese, che fu giustiziato in maniera controversa durante la guerra di indipendenza irlandese.
  • Salonica - canzone riguardo alla permanenza forzata degli irlandesi nell'esercito britannico durante la Prima Guerra Mondiale.
  • Sean Treacy - ballata riguardo a un uomo dell'IRA ucciso a Dublino nel 1920
  • The Boys of Kilmichael – ballata riguardo all'agguato di Kilmichael del 1920
  • The Boys of the Old Brigade – ballata nostalgica riguardo a "the Old IRA"
  • Dying Rebel
  • The Rifles of the IRA - canzone denigratoria delle "Black and Tans", forze paramiritari lealiste
  • The Valley of Knockanure - riguardo a un incidente nel 1921
  • Some Say the Devil is Dead - canzone satirica riguardo all'esercito britannico
  • The Broad Black Brimmer - scritta da Noel Nagle, membro dei Wolfe Tones, in elogio all'IRA durante la Guerra d'indipendenza del 1919-1921
  • Take It Down From The Mast - canzone riguardo alla guerra civile irlandese, esprime una posizione contraria al trattato
  • The Old Alarm Clock - canzone di Brendan Behan riguardo alla campagna di sabotaggio condotta dall'IRA nel 1939.
  • The Patriot Game - scritta da Dominic Behan riguardo a Fergal O'Hanlon ucciso in azione durante la Border Campaign dell'IRA del 1956-62.
  • Sean South of Garryowen - riguardo a Seán South, ucciso nella stessa azione (un attacco alla caserma della Royal Ulster Constabulary di Brookeborough, contea di Fermanagh) di O'Hanlon
  • Four Green Fields - canzone folk di Tommy Makem, scritta nel 1967; un'allegoria della separazione dell'Irlanda.
  • Hot Asphalt - scritta da Ewan MacColl e resa famosa dai The Dubliners.
  • McAlpine's Fusiliers - Scritta da Dominic o da Brendan Behan e resa celebre anch'essa dai The Dubliners; è una delle preferite dai fan.

I Troubles (1969-1998)Modifica

  • Ballad Of Mairead Farrell - canzone di Seanchai & The Unity Squad riguardo a Mairéad Farrell e i due membri dell'IRA uccisi nel 1988 a Gibilterra dal SAS.
  • Gibraltar song - canzone in memoria dello stesso episodio.
  • Fightin' Men Of Crossmaglen - riguardo ai repubblicani di South Armagh
  • Go on Home British Soldiers
  • My Little Armalite - canzone dei militanti repubblicani dei primi anni settanta. L'Armalite, o fucile d'assalto AR-15, era l'arma più usata dai cecchini dell'IRA.
  • Loughall Martyrs - canzone riguardo a 8 membri dell'IRA uccisi a Loughgall nel 1987
  • The Men Behind the Wire - canzone degli anni settanta riguardo ai campi di internamento in Irlanda del Nord.
  • Joe McDonnell - canzone su uno dei 10 detenuti repubblicani morti durante lo sciopero della fame del 1981.
  • The Boy From Tamglachtduff canzone di Christy Moore su Francis Hughes, uno degli 10 che morirono del secondo sciopero della fame nel 1981

UnionisteModifica

Non politiche e d'AmoreModifica

Nota: è qui riportata solo una piccola parte del vastissimo patrimonio di canzoni irlandesi, tradizionali e d'autore. Si tenga conto che una buona parte del patrimonio di canzoni tradizionali è in lingua irlandese: tali canzoni non sono elencate.

  • Are Ye Right There Michael – canzone comica del XIX secolo riguardo a un treno troppo lento sulla ferrovia West Clare che fa arrivare tardi il compositore (Percy French) ad un suo concerto
  • As I Roved Out
  • The Bard Of Armagh
  • Biddy Mulligan – riguardo a una donna di Dublino
  • The Black Velvet Band
  • Carraigfergus – riguardo alla cittadina di Carraigfergus nella contea di Antrim, in Irlanda del Nord (più frequentemente viene chiamata Carrickfergus secondo l'usanza moderna)
  • The Colleen Bawn
  • The Contender – riguardo al pugile irlandese degli anni 30 Jack Doyle
  • Danny Boy - Tra le più conosciute canzoni irlandesi, sebbene sia stata scritta da un inglese e solo dopo fu trasformata di un'aria irlandese
  • The Dawning of the Day – canzone del XIX secolo anche conosciuta come Fáinne Geal an Lae
  • Dicey Riley – riguardo al bere
  • Down by the Sally Gardens
  • Dublin in the Rare Old Times – Canzone degli anni 80 riguardo alla Dublino degli anni 60 (composta da Pete St. John, fu riproposta dai Flogging Molly e dai The Dubliners con il nome di "The Rare Ould Times")
  • Fairytale of New York (cantata nel 1988 dai The Pogues e Kirsty MacColl. Composta da Shane MacGowan)
  • From Clare to Here – riguardo all'emigrazione
  • The Galway Races
  • The Galway Shawl
  • I'll take you home again, Kathleen
  • I'll Tell Me Ma
  • Ireland's Call – Inno ufficiale dell'Irish Rugby Football Union, che comprende giocatori provenienti sia dalla Repubblica, sia dall'Irlanda del Nord
  • The Irish Rover – canzone riguardo al disastro in mare di un vascello che navigava dall'Irlanda verso le Americhe
  • Killyburn Brae
  • Leaving of Liverpool
  • Limerick Is Beautiful
  • Lily of the West
  • The Lonesome Boatman
  • A Longford Legend
  • The Flower of Sweet Strabane - canzone su una donna della contea di Tyrone
  • Mother Macree
  • Molly Durkin
  • Mursheen Durkin
  • Molly – anche conosciuta come Nora, in riferimento a Nora Barnacle, moglie di James Joyce)
  • Molly Malone – Inno di Dublino (origini nel XVIII secolo)
  • Monto (Take Her Up To Monto) - riguardo al famoso distretto a luci rosse di Dublino, attorno a Montgomery Street.
  • On a bright May morning
  • The Moonshiner
  • The Mountains of Mourne - ballata composta da Percy French riguardo agli emigranti irlandesi a Londra
  • The Factory Girl - ballata sull'amore di un borghese per una lavoratrice di fabbrica.
  • Nancy Spain
  • The Auld Triangle - composta dallo scrittore Brendan Behan, riguardo al suo periodo di prigionia a Mountjoy Prison.
  • The Banks Of the Lee - malinconica canzone in cui un uomo piange la morte dell'amante.
  • The Old Bog Road
  • The Pursuit Of Farmer Michael Hayes - la famosa storia di un contadino che, dopo aver ucciso un proprietario terriero, si rifugia negli USA.
  • On Raglan Road
  • Paddy On the Railway
  • Phil the Fluters Ball - composta da Percy French
  • The Rare Auld Mountain Dew - canzone della bevuta dedicata al whiskey distillato.
  • Red is the rose
  • The Rocky Road to Dublin
  • The Rose of Tralee
  • Rose of Clare
  • Spancill Hill - malinconico canto di un migrante irlandese negli States.
  • She Moved Through the Fair - una delle più celebri melodie di Moore del XIX secolo
  • Songs of Love - Canzone degli anni novanta del gruppo The Divine Comedy (composta da Neil Hannon)
  • Seven Drunken Nights
  • The Spanish Lady
  • Star of the county down
  • The Wild Rover - Canzone che rivisita la parabola del figlio prodigo in chiave folkloristica irlandese
  • Whiskey in the Jar

NoteModifica

  1. ^ Pat Conway, Soodlum's Irish Ballad Book, New York, Oak publications, 1982, ISBN 978-0-8256-0284-9.