Apri il menu principale
Loïck Peyron
Record SNSM 2015 - Loïck Peyron (2).jpg
Loïck Peyron nel 2015
Nazionalità Francia Francia
Vela Sailing pictogram.svg
Specialità Regate oceaniche
 

Loïck Stéphane Yves Peyron, soprannominato Monsieur Multicoque (Nantes, 1º dicembre 1959), è un navigatore, velista e skipper francese, specialista dei multiscafi (in particolare trimarani) e delle regate oceaniche (transats e giri del mondo).

BiografiaModifica

Loïck Stéphane Yves Peyron è il cadetto di una famiglia di tre fratelli navigatori: Bruno, anche lui velista, e Stéphane, inizialmente velista e poi documentarista. Il padre, Hervé Peyron, che era un capitano della marina mercantile (egli fu in particolare comandante di una superpetroliera della Shell), ha iniziato i figli (tre fratelli e due sorelle gemelle) al mare ed alla nautica; Loïck Peyron è inoltre il nipote (da parte materna) del navigatore Jean-Yves Terlain.

Il fratello Bruno Peyron crea e organizza "The Race", una corsa a vela che consiste nel fare il giro del mondo a vela con equipaggio, senza scali e senza assistenza; la sua particolarità è l'aspetto «senza limiti», le barche a vela non sono sottomesse ad alcun limite di dimensione; la corsa avrà una sola edizione nel 2001, Loïck arriva secondo.

Nel 2011, Bruno Peyron con il fratello Loïck si lancia nel progetto "Energy Team", un'équipe francese per partecipare all'America's Cup 2013. Il team prende parte all'America's Cup World Series, in particolare vince a Venezia il 5-10 maggio 2012 la fleet race e termina al 4º posto nel "2011-12 AC45 World Series" e al 6º posto nel "2012-13 AC45 World Series". Tuttavia, poi per mancanza di budget, il team abbandona l'America's Cup 2013. Loïck Peyron nell'ottobre 2012 diventa co-skipper della squadra svedese Artemis Racing e con essa prosegue nell'avventura dell'America's Cup 2013.

PalmaresModifica

Records[1]
Palmares
Anno Evento Risultato Imbarcazione
1982 La RochelleNew Orleans nono (con i fratelli Bruno e Stéphane) Jaz
1982 Route du Rhum diciassettesimo La Baule-Télétota
1985 Course de l'Europe primo Lada Poch
1986 Solitaire du Figaro quarto Lada Poch
1986 Route du Rhum quinto Lada Poch I
1987 Transatlantic sailing record (Faro di AmbroseCapo Lizard) secondo (dietro al fratello Bruno) Lada Poch I
1987 La Baule-Dakar primo (davanti al fratello Bruno) Lada Poch II
1988 Transatlantica in solitario terzo Lada Poch II
1988 Transat Québec Saint-Malo secondo Lada Poch II
1989 Transat en double quinto (primo nella sua categoria) Lada Poch III
1989 Route de la découverte secondo Lada Poch III
1990 Route du Rhum abbandono Lada Poch IV
1990 Vendée Globe secondo Lada Poch III
1992 Transatlantica in solitario primo Fujicolor II
1993 Course de l'Europe primo Fujicolor II
1993 Transat Jacques Vabre terzo Fujicolor III
1994 Route du Rhum abbandono Fujicolor II
1995 Course de l'Europe primo Fujicolor II
1995 Transat Jacques Vabre abbandono (in doppio con Franck Proffit) Fujicolor II
1996 Transatlantica in solitario primo Fujicolor II
1997 Course de l'Europe primo Fujicolor II
1997 Transat Jacques Vabre terzo (in doppio con Franck Proffit) Fujicolor II
1998 Route du Rhum quinto Fujicolor II
1999 Course de l'Europe primo Fujicolor II
1999 Transat Jacques Vabre primo (in doppio con Franck Proffit) Fujicolor II
2001 The Race secondo Innovation Explorer
2001 Transat Jacques Vabre terzo (in doppio con Loïc Le Mignon) Fujifilm
2002 Route du Rhum abbandono Fujifilm
2003 Transat Jacques Vabre secondo (in doppio con Jean-Luc Nélias) Belgacom
2005 Transat Jacques Vabre primo (in doppio con Jean-Pierre Dick) Paprec Virbac 2
2007 Transat Jacques Vabre ottavo (in doppio con Jean-Baptiste Levaillant) Gitana Eighty
2007 Transat B to B primo Gitana Eighty
2008 Record SNSM record Gitana Eighty
2008 Transatlantica in solitario primo Gitana Eighty
2011 Around Britain and Ireland record[2] Banque Populaire V
2011 Fastnet race record[2] Banque Populaire V
2011 Record SNSM record Banque Populaire V
2011 Barcelona World Race primo (in doppio con Jean-Pierre Dick) Virbac Paprec 3
2012 Trophée Jules Verne record[3] Banque Populaire V
2012 America's Cup World Series partecipazione Energy Team
2013 America's Cup 2013 partecipazione Artemis Racing
2014 Route du Rhum primo Maxi Solo Banque Populaire VII
2016 Transatlantica in solitario abbandono Pen Duick II
2018 Route du Rhum quarto (38º nella classifica generale) Happy

PubblicazioniModifica

  • (FR) Loïck Peyron, Petit tour du monde illustré : carnet de bord, Parigi, Denoël, 1990, ISBN 2-207-23740-0, bnf:35099380 .
  • (FR) Loïck Peyron e Jean-François Buglé, Course au large, Parigi, Arthaud, 1993, ISBN 2-7003-1024-1, bnf:35608918 .
  • (FR) Loïck Peyron, Mes bateaux, Parigi, Arthaud, 2002, ISBN 2-7003-1349-6, bnf:38919565 .
  • (FR) Loïck Peyron e Thierry Delahaye, La légende de la mer, Parigi, Flammarion, 2003, ISBN 2-08-035617-8, bnf:39093499 .
  • (FR) Loïck Peyron e Thierry Delahaye, Naviguer sur les mers du monde / légendes racontées par Loïck Peyron, illustrazioni di Sylvain Bourrières, Parigi, Flammarion, 2005, ISBN 2-08-162697-7, bnf:40059933 .
  • (FR) Loïck Peyron e Thierry Delahaye, Marins de légende / histoires racontées par Loïck Peyron, illustrazioni di Sylvain Bourrières, Parigi, Flammarion, 2007, ISBN 978-2-08-120204-7, bnf:41140613 .
  • (FR) Loïck Peyron e Thierry Delahaye, Pirates de légende / histoires racontées par Loïck Peyron, illustrazioni di Annette Marnat, Parigi, Flammarion, 2009, ISBN 978-2-08-122106-2, bnf:42092216 .

DistinzioniModifica

Onorificenze
  Ufficiale dell'Ordine nazionale della Legion d'onore
— Parigi, 1997[4], 2008[5]
  Cavaliere dell'Ordine nazionale del Merito
— Parigi
  Ufficiale dell'Ordine del Merito marittimo
— Parigi, 2012[6]
Premi
  • 1987 : Con i due fratelli, Loïck Peyron è laureato del "Premio Henri Deutsch de la Meurthe" dell'Académie des sports nel 1987 «a ricompensa di un fatto sportivo che può generare un progresso materiale, scientifico o morale per l'umanità».[7]
  • 1992 : "Trophé TAITTINGER" al «corridore che ha brillato particolarmente nell'evento faro dell'anno» dell'Union Nationale pour la Course au Large (UNCL).[8]
  • 1993 : "Trophé TAITTINGER" al «corridore che ha brillato particolarmente nell'evento faro dell'anno» dell'Union Nationale pour la Course au Large (UNCL).[8]
  • 1996 : "Trophé TAITTINGER" al «corridore che ha brillato particolarmente nell'evento faro dell'anno» dell'Union Nationale pour la Course au Large (UNCL).[8]
  • 1999 : "Trophé Aile Noire" al «navigatore che ha realizzato una bella performance nell'anno» dell'Union Nationale pour la Course au Large (UNCL).[8]
  • 2009 : "Trophé Aile Noire" al «navigatore che ha realizzato una bella performance nell'anno» dell'Union Nationale pour la Course au Large (UNCL).[8]
  • 2004 : "Trophé Aile Noire" al «navigatore che ha realizzato una bella performance nell'anno» dell'Union Nationale pour la Course au Large (UNCL).[8]
  • 2005 : "COURSE OPEN – UNCL" al «miglior corridore in OPEN nell'evento faro dell'anno» dell'Union Nationale pour la Course au Large (UNCL).[8]
  • 2013 : "Seamaster Award".[9]
  • 2014 : "Marin de l'anné" della Fédération française de voile (FFV).

NoteModifica

  1. ^ (FR) Loïck Peyron - Trophée Jules Verne, su tropheejulesverne.org.
  2. ^ a b (EN) Historical list of Offshore Records, su sailspeedrecords.com.
  3. ^ (FREN) Loïck Peyron _ Banque Populaire V - Trophée Jules Verne, su tropheejulesverne.org.
  4. ^ (FR) Décret du 31 décembre 1997 portant promotion et nomination à titre exceptionn, su legifrance.gouv.fr, 1º gennaio 1999.
  5. ^ (FR) Décret du 11 juillet 2008 portant promotion et nomination, su legifrance.gouv.fr, 13 luglio 2008.
  6. ^ (FR) Liste des Médaillés du Mérite Maritime (1930-2018) (PDF), su docs.wixstatic.com, 2018. URL consultato il 9 novembre 2018 (archiviato dall'url originale il 7 novembre 2018).
  7. ^ (FR) Les Laureats 1987 - Académie des Sports, su academiedessports.com.
  8. ^ a b c d e f g (FR) Prix et distinctions - UNCL, su uncl.com.
  9. ^ (EN) Loïck Peyron Wins Seamaster Award, su boats.com, 13 gennaio 2013.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN68969699 · ISNI (EN0000 0000 0054 3612 · BNF (FRcb12165849m (data) · WorldCat Identities (EN68969699