Lucio Antonio (figlio di Iullo)

politico romano

Lucio Antonio (in latino: Lucius Antonius; 20 a.C. ca. – 25[1]) è stato un politico romano, figlio maggiore di Iullo Antonio e Claudia Marcella maggiore.

Origini familiariModifica

Lucio Antonio era figlio di Iullo Antonio, figlio a sua volta del triumviro Marco Antonio e di Fulvia. Sue zie paterne erano Antonia maggiore, nonna di Nerone, e Antonia minore, moglie di Druso maggiore e madre di Claudio. La madre Marcella era figlia di Gaio Claudio Marcello e di Ottavia minore, sorella di Augusto. Il fratello della madre, Marco Claudio Marcello era inoltre il marito della figlia di Augusto, Giulia maggiore. Aveva due fratelli: Gaio Antonio e Iulla Antonia.

BiografiaModifica

Lucio nacque intorno al 20 a.C. e nel 2 a.C. suo padre fu accusato di adulterio con Giulia maggiore (la figlia di Augusto) e fu costretto a suicidarsi. In conseguenza delle accuse nei confronti del padre, Lucio venne così inviato a Marsiglia in una sorta di esilio di fatto, che fu motivato con la necessità di studiare legge.[1] Tornò a Roma soltanto sotto Tiberio e morì nel 25.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b c Tacito, Annales, IV, 44.

BibliografiaModifica

  • Tacito, Annales.  
    • (IT) Annali — traduzione in italiano di Progettovidio;
    • (EN) Annals   — traduzione in inglese di Alfred J. Church e William J. Brodribb.