Apri il menu principale

Luigi Bellincioni

architetto italiano

BiografiaModifica

Nato a Pontedera nel 1842, fu aiuto ingegnere delle Ferrovie Toscane e consigliere provinciale a Pisa. Formatosi a Firenze, fu allievo di Giuseppe Michelacci e Felice Francolini. Dal 1888 fece parte della Commissione per la conservazione dei monumenti e delle antichità della Provincia di Pisa. Molto attivo nella zona della Valdera, si dedicò in modo particolare alla progettazione di campanili e alla costruzione di cinema e teatri. La sua opera si ispira al classicismo rinascimentale, cui si avvicina con un approccio eclettico aperto alle influenze di altri stili architettonici.Molto importanti sono i cimiteri monumentali di Capannoli e Riparbella

OpereModifica

 
Il cimitero di Capannoli

Galleria d'immaginiModifica

BibliografiaModifica

  • C. Cresti-L. Zangheri, Architetti ed ingegneri nella Toscana dell'Ottocento, Uniedit, Firenze 1978, pp. 21–22.
  • Scheda su Luigi Bellincioni, in Guida agli archivi di architetti e ingegneri del Novecento in Toscana, a cura di E. Insabato, C. Ghelli, Edifir, Firenze 2007, pp. 50–53.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN30470084 · ISNI (EN0000 0001 1614 9588 · LCCN (ENno2003013253 · GND (DE124403816 · ULAN (EN500257312 · WorldCat Identities (ENno2003-013253
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie