Apri il menu principale

Mammuthus imperator

specie di animale della famiglia Elephantidae
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Mammuthus imperator
Imperial Mammoth.jpg
Stato di conservazione
Status none EX.svg
Estinto
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Proboscidea
Famiglia Elephantidae
Genere Mammuthus
Specie M. imperator
Nomenclatura binomiale
Mammuthus imperator
(Leidy, 1858)

Il mammut imperiale o mammut imperatore (mammuthus imperator) è stata la più grande delle specie conosciute di mammut nordamericani, con un'altezza di 4.90 metri al garrese, vissuto tra il Canada e il Nuovo Messico nel tardo pleistocene, circa tra i 4.6 milioni e i 17.000 anni fa. Era leggermente più grande dei più famosi cugini europei come il mammut della steppa o il mammut della tundra. Dato che il clima nordamericano era più caldo di quello eurasiatico, il mammut imperiale presumibilmente non era ricoperto di peli come quelli eurasiatici. Viveva al fianco del Mammuth di Jefferson e al mammut columbiano. Quest'ultimo venne spesso confuso con il mammut imperiale perché la grandezza e la localizzazione dei fossili è simile. La differenza più evidente tra i due fossili è che le zanne del mammut imperiale curvano nel punto in cui coincidono, a differenza di quelle del mammut columbiano. Il mammut imperiale inizialmente era stato descritto come una specie di elefante da Joseph Leidy nel 1858.[1]

I migliori fossili di mammut imperiale sono stati rinvenuti nei laghetti di catrame a Rancho La Brea presso Los Angeles, nel sud della California.[2]

NoteModifica

  1. ^ J. Leidy, Notices of remains of extinct vertebrata, from the Valley of the Niobrara River, collected during the Exploring Expedition of 1857, in Nebraska under the command of Lieut. G.K. Warren, U.S. Top. Eng. By F.V. Hayden, Geologist to the Expedition., in Proceedings of the Academy of Natural Sciences,Philadelphia, vol. 10, 1858, pp. 20–29.
  2. ^ E. W. Guenther, Mammute und ihre Kümmerformen von Eurasien und Mexiko, in Quartärpaläontologie, 37/38, 1987, pp. 13-51.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica