Apri il menu principale

Mario Patriarca

allenatore di calcio a 5 e giocatore di calcio a 5 italiano
Mario Patriarca
Nazionalità Italia Italia
Altezza 197 cm
Peso 78 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1991
Carriera
Giovanili
1981-1986Pescara
Squadre di club1
1985-1986Pescara 0 (0)
1986-1987Ortona ? (?)
1990-1991Renato Curi ? (?)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Calcio a 5 Futsal pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex universale)
Ritirato 1999
Carriera
Squadre di club
1986-1987non conosciuta Salvati Villanova
1987-1988non conosciuta Chieti C5
1988-1990non conosciuta Helios Ostia
1990-1991Pro Calcetto
1991-1993Bologna
1993-1995Pescara
1995-1996BNL Roma
1996-1999Polisportiva Angolana
Nazionale
Italia Italia 5 (2)
Carriera da allenatore
2000-2003600px Yellow HEX-FFFF00 Red HEX-FF0000.svg Francavilla
2003-2009non conosciuta Montesilvano C5
2009-2010Atletico Teramo
2010-2014Pescara
2014-2015Real Rieti
2015-2016Real Rieti
2016-2017Real Rieti
2017-2018Pescara
 

Mario Patriarca (Pescara, 4 settembre 1965) è un allenatore di calcio a 5 ed ex giocatore di calcio a 5 italiano, attuale tecnico del Pescara Calcio a 5.

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

Cresciuto nel settore giovanile della Pescara Nord[1], si trasferisce quindi in quello del Pescara dove rimane per 5 anni; Patriarca è stato capitano della formazione primavera, venendo aggregato in alcune partite alla prima squadra guidata da Enrico Catuzzi. Nella stagione 1986-87 gioca nell'Ortona[2] alternando il calcio con il calcio a 5 nella società "Nando Salvati". Impiegato come universale, con la squadra di Villanova raggiunge la finale di Coppa Italia e i play-off scudetto, venendo eliminati nel girone preliminare da Palermo e Ortana. Abbandonato il calcio, la stagione seguente milita nel Chieti con cui disputa nuovamente la finale di Coppa Italia, persa contro l'EUR Olimpia Roma. Trasferitosi a Roma gioca per due stagioni nell'Helios Ostia prima di fare ritorno in Abruzzo per vestire la maglia della Pro Calcetto Avezzano e contemporaneamente quella della Renato Curi nel campionato Interregionale di calcio. Il biennio seguente gioca nel Bologna vincendo in entrambe le stagioni la classifica dei marcatori di Serie A. Si trasferisce quindi alla Virtus Pescara che nel frattempo era stata promossa in Serie A, dove giocò per due stagioni insieme ai fratelli Aldo e Francesco e all'amico Corrado Roma[3]. L'apice della sua carriera è tuttavia nella stagione 1995-96 quando venne acquistato dalla BNL Calcetto con cui vinse uno scudetto e l'European Champions Tournament, grazie anche a una sua rete nella vittoriosa finale contro il Lepanto Saragozza[4]. Conclude la carriera nell'Angolana con cui disputa alcune stagioni di Serie A prima di ritirarsi.

NazionaleModifica

Con la Nazionale disputa il torneo "Quattro Nazioni" svoltosi a Roma nel maggio 1990, venendo nell'occasione premiato come miglior giocatore della manifestazione.

AllenatoreModifica

Terminata la carriera da giocatore, Patriarca ha intrapreso quella di allenatore iniziando sulla panchina del Francavilla nella Serie C regionale[5] dove rimane per tre stagioni prima di approdare al Montesilvano Calcio a 5 nella stessa categoria[6]. Con la seconda squadra cittadina vinse nella stagione 2005-06 la Coppa Italia regionale[7] mentre in quella successiva raggiunse la finale dei play-off nazionali di Serie C persa contro i sardi della Pro Capoterra[8]. Il positivo cammino nei play-off garantì comunque il ripescaggio nel campionato di Serie B 2007-08 conclusosi con la salvezza, mentre la stagione seguente la squadra giunse tredicesima al termine della stagione regolare, facendo ritorno nei campionati regionali. Durante l'estate frequenta il corso per l'abilitazione ad allenatore di primo livello con una tesi sulle funzioni e compiti dei singoli ruoli all'interno del sistema difensivo a zona[9]. Assume quindi la guida tecnica dell'Atletico Teramo fresco di retrocessione dalla Serie A2[10], che guida alla qualificazione nei play-off nonostante i problemi societari[11]. Dal 2010 al 2014 è allenatore del Pescara in Serie A con la quale raggiunge durante la prima stagione una sorprendente qualificazione alla finale play-off eliminando le teste di serie Lazio e Luparense[12], cedendo alla Marca Futsal solo in Gara-4. Le stagioni seguenti centra sempre la qualificazione ai play-off scudetto, fermandosi però ai quarti di finale. Nell'estate 2014 assume la guida tecnica del Real Rieti[13]. Nella stagione 2015-2016 conclude la Regular Season in terza posizione e disputa i playoff. Riesce a raggiungere la finale dopo aver eliminato il Montesilvano e la Luparense. Però si arrende solo in finale contro l'Asti in gara 4, oltretutto ai rigori.

Nel novembre 2017 sostituisce Fulvio Colini sulla panchina del Pescara Calcio a 5, tornando ad allenare nella città adriatica dopo 3 anni e mezzo.

Da Settembre 2018 assume l'incarico di responsabile tecnico della F.C. Città Eterna di Calcio a 5, allenando in prima persona la prima squadra di Serie D e dell'Under 21. (http://www.calcioa5live.com/?com=articolo&id=59948)

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ La Pescara Nord è la prima squadra iscritta al campionato di Terza Archiviato l'8 agosto 2014 in Internet Archive. sportoggi.com
  2. ^ Marco Ratta, Malagò e le sfide col calcio abruzzese, in il Centro, 21 febbraio 2013. URL consultato il 13 luglio 2014.
  3. ^ Marco Ratta, Negli ultimi 30 anni boom in Abruzzo, in il Centro, 28 febbraio 2013. URL consultato il 13 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 29 luglio 2014).
  4. ^ Lepanto Zaragoza deja escapar (5-4) la Copa de Europa de fútbol sala mundodeportivo.com
  5. ^ Il Raiano continua la corsa verso la promozione ilcalcioa5.com
  6. ^ Vigor Guardiagrele, prima amichevole ilcalcioa5.com
  7. ^ Il Montesilvano vince ai rigori la Coppa Italia ilcentro.gelocal.it
  8. ^ Calcio a 5: il Montesilvano ripescato in serie B figcabruzzo.it
  9. ^ L’esperienza del corso allenatori di primo livello a Coverciano raccontata direttamente dai protagonisti: Ecco le risposte di Mario Patriarca Archiviato il 28 luglio 2014 in Internet Archive. domenicolacquaniti.it
  10. ^ L'Atletico ricomincia dalla serie B emmelle.it
  11. ^ Patriarca: "Non mi sento di fare promesse ma spero che il mio Pescara si differenzi dal precedente sul piano dei risultati, che nello sport sono quelli che contano" Archiviato il 28 luglio 2014 in Internet Archive. domenicolacquaniti.it
  12. ^ Playoff scudetto: la finale sarà Marca Futsal-Ponzio Pescara Archiviato il 28 luglio 2014 in Internet Archive. divisionecalcioa5.it
  13. ^ Mario Patriarca è il nuovo allenatore Archiviato il 29 luglio 2014 in Internet Archive. realrieti.com