Apri il menu principale

Mariotto (Bitonto)

frazione del comune italiano di Bitonto
Mariotto
frazione
Mariotto – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of Arms of Apulia.svg Puglia
Città metropolitanaCittà metropolitana di Bari-Stemma.png Bari
ComuneBitonto-Stemma.png Bitonto
Territorio
Coordinate41°03′N 16°34′E / 41.05°N 16.566667°E41.05; 16.566667 (Mariotto)Coordinate: 41°03′N 16°34′E / 41.05°N 16.566667°E41.05; 16.566667 (Mariotto)
Altitudine240 m s.l.m.
Abitanti2 000[1]
Altre informazioni
Cod. postale70032
Prefisso080
Fuso orarioUTC+1
Nome abitantiMariottani
PatronoMaria Addolorata
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Mariotto
Mariotto

Mariotto è una frazione di Bitonto, distante 12 km dal capoluogo comunale, nota per il presepe vivente.

DescrizioneModifica

 
La chiesa dell'Addolorata

Mariotto deve il suo nome a Mariotto Verità, feudatario del territorio nel XV secolo. Nel 1500, a seguito del matrimonio tra Maria Lorita, figlia di Mariotto Verità, e Berardino Gentile di Barletta, il feudo passò in eredità ai Gentile. Mariotto restò feudo dei Gentile fino al 1806, quando con la legge del 2 agosto, emanata da Giuseppe Bonaparte Re di Napoli, che abolì la feudalità, divenne libera proprietà della casata dei Gentile.

L'abitato è situato ai piedi della Murgia barese a circa 240 metri sul livello del mare; proprio il territorio di Mariotto permette al comune di Bitonto di rientrare nell'area del Parco nazionale dell'Alta Murgia.

L'attività prevalente è l'agricoltura (oliveti, vigneti e mandorleti); Mariotto è conosciuta per la qualità del proprio olio extra vergine di oliva e per il proprio vino.

La popolazione è di circa 2200 abitanti.

La frazione è nota per il numero elevato di tenute e masserie nei dintorni, tipiche di molti centri rurali pugliesi. Dista 4 km da Palombaio e circa 14 km da Bitonto. È inoltre vicina alla piccola località boschiva di Quasano, nel comune di Toritto.

La crescita della popolazioneModifica

La piccola comunità ha avuto un incremento demografico costante nel corso degli ultimi due secoli. Dal 1815-20 al 1850 vi si stanziarono ben 86 nuclei famigliari provenienti per la maggior parte da Terlizzi (il 62%) e da Bitonto (il 19%), ma anche da Ruvo di Puglia, Corato, Andria, Molfetta, Giovinazzo e addirittura da Rose (Cosenza) e Napoli. La presenza numerosa di abitanti provenienti da Terlizzi finì inevitabilmente per caratterizzare e influenzare gli usi, i costumi, le tradizioni di Mariotto e nondimeno lo stesso vernacolo mariottano. L'incremento demografico fu di tali dimensioni che già nel 1919, dopo nemmeno un secolo, la popolazione raggiunse i 1500 abitanti ai quali se ne aggiungevano anche altri 4000 nei periodi in cui era più richiesta la manodopera agricola.

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica