Massa San Giorgio

frazione del comune italiano di Messina
Massa San Giorgio
frazione
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Sicily.svg Sicilia
Città metropolitanaProvincia di Messina-Stemma.png Messina
ComuneMessina-Stemma.png Messina
Territorio
Coordinate38°16′37″N 15°32′14″E / 38.276944°N 15.537222°E38.276944; 15.537222 (Massa San Giorgio)Coordinate: 38°16′37″N 15°32′14″E / 38.276944°N 15.537222°E38.276944; 15.537222 (Massa San Giorgio)
Altitudine250 m s.l.m.
Abitanti500 (2001)
Altre informazioni
Cod. postale98156
Prefisso090
Fuso orarioUTC+1
Nome abitantiMassoti
PatronoSan Giorgio Martire
Giorno festivo23 aprile
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Massa San Giorgio
Massa San Giorgio

Massa San Giorgio è un villaggio collinare della VI Circoscrizione del comune di Messina. Con i suoi circa 500 abitanti, è la più popolata delle "quattro Masse" (con S. Nicola, S. Lucia e S. Giovanni). Sorge sulle ultime propaggini dei Monti Peloritani, digradanti verso il mare, a 15 km a Nord del centro di Messina, ed a 200-250 metri circa s.l.m.

ToponimoModifica

Il suo nome deriva da "masseria", che era un vasto podere con fabbricati e servizi, al quale fu aggiunto "San Giorgio" per distinguerla dalle altre tre "Masse".

StoriaModifica

L'origine del villaggio risale all'XI secolo, allorché venne edificato un monastero basiliano, che sviluppò l'attività agricola della zona. Dopo la rivolta antispagnola del 1674-78, il territorio delle "quattro Masse" venne confiscato e fu acquistato dal Duca di Furnari, per poi tornare, nel 1727, nuovamente di proprietà del clero messinese. Ma nel 1866 come tutti i beni di proprietà ecclesiastica vennero confiscate e vendute a privati cittadini. Il terremoto del 1908 distrusse la chiesa di San Giorgio che era stata costruita nel XVI secolo.

Viabilità e trasporti pubbliciModifica

Massa San Giorgio è collegata alla "litoranea Nord" Consolare Pompea, dalla Strada Provinciale n°45 "delle Quattro Masse", che partendo dal bivio Principe, attraversa gli abitati di Faro Superiore, Curcuraci, Massa San Giovanni, Massa Santa Lucia e Massa San Nicola, giungendo in paese dopo un tortuoso percorso di 14 km. Qui si incrocia con la Strada Provinciale n°50 che in direzione Sud, attraversando Castanea delle Furie porta verso il centro cittadino, mentre in direzione Nord termina al bivio con la Strada statale 113 Settentrionale Sicula, nell'abitato di Spartà.

Il villaggio è collegato al centro cittadino da due linee ATM: la n° 73, che compie un percorso circolare percorrendo la SP n° 50 da Castanea delle Furie verso le quattro Masse, per poi imboccare la SP n°45 per Curcuraci, Faro Superiore e giunta alla Litoranea Nord ritorna verso il centro cittadino. La linea n° 74 compie il percorso inverso dalla Litoranea Nord verso Castanea delle Furie.

Luoghi di cultoModifica

La chiesa parrocchiale è dedicata a San Giorgio martire, il patrono del villaggio che si festeggia il 23 aprile. Un'altra chiesa è intitolata Sant'Antonio abate, edificata nel XVI secolo e gravemente danneggiata dal terremoto del 1908. All'interno delle due chiese vengono conservate numerose ed importanti opere d'arte.

  Portale Sicilia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Sicilia