Apri il menu principale

Matt Haig

scrittore e giornalista inglese

BiografiaModifica

Collaboratore dei più importanti giornali del Regno Unito (The Guardian, The Sunday Times, The Independent, The Sydney Morning Herald e The Face).

Haig ha esordito nel campo della letteratura nel 2005 con The last family in England (in Italia pubblicato con il titolo Il patto dei labrador). Il libro che parla delle vicende di una famiglia raccontate dal punto di vista del labrador di casa e una reinterpretazione in chiave moderna dell'Enrico IV di Shakespeare ed è stato un bestseller in Gran Bretagna e negli Stati Uniti (dove però è stato pubblicato con il titolo modificato in The Labrador Pact).

Nel 2007 esce Dead Fathers Club (Il club dei padri estinti), che invece riprende l'Amleto: il protagonista, un bambino di undici anni, incontra il fantasma del padre morto in un incidente automobilistico e quest'ultimo gli chiede di uccidere lo zio che considera responsabile della sua morte. Il libro è uscito anche in Italia ed ha ricevuto un'entusiastica recensione sul Corriere della Sera, firmata da Paolo Giordano.

L'anno dopo dà alle stampe The Possession of Mr. Cave (La proprietà di Mr. Cave), che invece narra il rapporto ossessivo fra un padre e sua figlia.

Sempre nel 2007, Matt Haig esordisce nel mondo della letteratura fantasy con La foresta d'ombra (Shadow Forest), grazie al quale vince il Nestlè Children Book Prize.

Opere tradotte in italianoModifica

  • The Last Family in England, 2004, titolo americano The Labrador Pact (Il patto dei Labrador, trad. di Paola Novarese, Einaudi, Torino, 2009)
  • The Dead Fathers Club, 2006 (Il club dei padri estinti, trad. di Paola Novarese, Einaudi, Torino, 2008)
  • Shadow Forest, 2007 (La foresta d'ombra, trad. di Lucia Fochi, De Agostini, Novara, 2007)
  • The Radley, 2010 (La famiglia Radley, trad. di Paola Novarese, Einaudi, Torino, 2010)
  • The Humans, 2013 (Gli umani, trad. di Carla Palmieri, Einaudi, Torino, 2013)
  • To Be A Cat, 2013 (Essere un gatto, traduzione di Dida Paggi, illustrazioni di Pete Williamson, Salani, Milano, 2015)
  • Reasons to stay alive, 2015 (Ragioni per continuare a vivere, trad. di Elisa Banfi, Ponte alle Grazie, Milano, 2015)
  • A Boy Called Christmas, 2015 (Un bambino chiamato Natale, trad. di Valentina Daniele, illustrazioni di Chris Mould, Salani, Milano, 2016)
  • The Girl Who Saved Christmas, 2016 (La bambina che salvò il Natale, trad. di Valentina Daniele, illustrazioni di Chris Mould, Salani, Milano, 2017)
  • How to Stop Time, 2017 (Come fermare il tempo, trad. S. Castoldi, Edizioni E/O, Roma, 2018)
  • Notes on a Nervous Planet, 2018 (Vita su un pianeta nervoso, trad. di Silvia Castoldi, Edizioni E/O, Roma, 2019)

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN223546310 · ISNI (EN0000 0003 6175 1089 · SBN IT\ICCU\RAVV\535528 · LCCN (ENn2004021970 · GND (DE131385755 · BNF (FRcb16910556r (data) · NDL (ENJA00987801 · WorldCat Identities (ENn2004-021970