Meyer il berlinese

film del 1919 diretto da Ernst Lubitsch
Meyer il berlinese
Titolo originaleMeyer aus Berlin
Lingua originaletedesco
Paese di produzioneGermania
Anno1919
Durata58 min

1.019 metri

Dati tecniciB/N
rapporto: 1,33:1
film muto
Generecommedia
RegiaErnst Lubitsch
SceneggiaturaHanns Kräly e Erich Schönfelder
ProduttorePaul Davidson
Casa di produzioneProjektions-AG Union (PAGU)
FotografiaAlfred Hansen e Theodor Sparkuhl
MusicheAljoscha Zimmermann
Interpreti e personaggi

Meyer il berlinese (Meyer aus Berlin) è un film muto del 1919 diretto da Ernst Lubitsch. Fa parte di una serie di commedie che hanno come protagonista il personaggio di Sally Meyer, interpretato da Lubitsch.

TramaModifica

Sally Meyer, un giovane berlinese, si fa prescrivere una vacanza dal suo medico per prendersi una pausa dalla moglie. Decide di partire per l'Austria e si prepara indossando quello che ritiene essere il tipico abbigliamento tirolese. Giunto a destinazione però si accorge di essere sulle Alpi Bavaresi invece che in Austria: qui si infatua di Kitty, una ragazza che alloggia al suo stesso albergo. Per fare colpo su di lei, le propone di scalare insieme il monte Watzmann ma quando stanno per arrivare in cima, la moglie di Sally e il fidanzato di Kitty arrivano inattesi da Berlino.

ProduzioneModifica

Il film fu prodotto da Paul Davidson per la Projektions-AG »Union« (PAGU) (Berlin).

DistribuzioneModifica

Distribuito dall'Universum Film (UFA), il film venne presentato in prima all'U.T. Nollendorfplatz di Berlino il 17 gennaio 1919[1].

Nel 2010, la pellicola è stata proiettata al Festival di Locarno, nell'ambito di una retrospettiva dedicata a Lubitsch[2].

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema