Micalet

campanile della Cattedrale di Valencia
Torre del Micalet

El Micalet è il nome con il quale è popolarmente denominato il campanile della Cattedrale di Valencia ed è uno dei principali simboli della città di Valencia. Il nome è un diminutivo della campana principale, Miquel, che a causa della fonetica locale è diventato Micalet. Per molti secoli è stato denominato Campanar Nou o Campanar de la Catedral, per differenziarlo dal Campanar Vell, una torre dalla pianta ottagonale di fattura romanica, situata nella strada Barcella. Fu costruita in stile gotico valenzano.

StoriaModifica

Una targa posta alla base della torre parla delle sue origini

"Aquest campanar fonch comensat en l'any de la Nativitat de Nostre Senyor Déu Jesuchrist MCCCLXXXI, reynant en Aragó lo molt alt senyor rey en Pere. Estant de bisbe en València lo molt alt en Jaume, fill del alt infant en Pere e cosin germà del dit rey".

I lavori furono iniziati dall'architetto Andreu Julià, fino a quando nel 1396 un terremoto li interruppe, anche se erano ancora nelle fasi iniziali. Nel 1402 dirige i lavori Josep Franch, capomastro della Cattedrale, e nel 1414 si incarica Pere Balaguer, costruttore delle Torres de Serrans nella stessa città. Nel 1425 si decise di terminare la costruzione nonostante mancasse la parte superiore, che non sarà mai costruita. Al suo posto venne costruita una struttura in legno che reggeva la campana, sostituita tra il 1660 e il 1763 da una torretta di pietra, quella che oggi possiamo vedere. Al principio aveva un elegante cresta traforata che serviva da corona, che fu abbattuta nel XVIII secolo, sostituita prima da un recinto di legno, e nel XIX secolo da una ringhiera metallica, fino al restauro del 1983 realizzato senza tener conto delle testimonianze archeologiche conservate fino a quel momento nello stesso terrazzo ed esposte ora presso la Casa del Campaner.

Altri progettiModifica