Michael Massimino

astronauta e ingegnere statunitense
Michael James Massimino
Michael Massimino.jpg
Astronauta della NASA
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
StatusRitirato
Data di nascita19 agosto 1962
Selezione1996 (gruppo 16 NASA)
Altre attivitàIngegnere
Tempo nello spazio23 giorni, 19 ore e 48 minuti
Missioni

Michael James Massimino (New York, 19 agosto 1962) è un astronauta e ingegnere statunitense.

BiografiaModifica

È nato da genitori italo-americani di origine siciliana; è sposato con Carola P. Pardo e ha due figli.

«Tutti i miei nonni sono emigrati negli Stati Uniti dalla Sicilia: tre arrivavano da Palermo, mio nonno paterno era invece di Linguaglossa, provincia di Catania. Anche i genitori di mia moglie sono emigrati da San Giuseppe Iato, vicino a Palermo. Portare il telescopio di Galileo nello spazio è un modo per onorare le mie origini. Spero, tra l'altro, di poterlo portare con me fuori dallo Shuttle e di usarlo per osservare le stelle. E al ritorno spero di avere l'opportunità di andare a Firenze per restituire al Museo della Scienza questa copia dell'originale[1]»

(Michael Massimino)

Si è laureato in ingegneria industriale alla Columbia University nel 1984. Nel 1986 è entrato al Massachusetts Institute of Technology, dove nel 1988 ha conseguito la laurea magistrale e nel 1992 il dottorato in ingegneria meccanica[2]. Successivamente ha lavorato come ricercatore alla Mc Donnel Douglas Aerospace a Houston ed è diventato professore associato al Georgia Institute of Technology. Nel 1996 è stato selezionato come astronauta dalla NASA ed è stato nello spazio nel 2002 con la missione dello Space Shuttle Columbia STS-109 e nel 2009 con la missione dello Space Shuttle Atlantis STS-125. Nel corso di quest'ultima missione Massimino è stato il primo astronauta ad usare ufficialmente Twitter nello spazio.[3]

Ha interpretato se stesso in sei episodi a partire dalla quinta stagione della sitcom The Big Bang Theory, ambientati anche a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, sulla quale lavorava assieme al personaggio di Howard Wolowitz.[4]

OnorificenzeModifica

  NASA Space Flight Medal
  • Order Sons of Italy in America 2005 Guglielmo Marconi Award[5]

NoteModifica

  1. ^ Galileo's telescope into orbit aboard the Shuttle, su imss.fi.it. URL consultato il 17 agosto 2017.
  2. ^ (EN) Mike Massimino, su Mechanical Engineering, 20 giugno 2017. URL consultato il 25 agosto 2021.
  3. ^ Mike Massimino Becomes the First to 'Tweet' From Space, su nasa.gov. URL consultato il 17 agosto 2017.
  4. ^ Mike Massimino, su bigbangtheory.wikia.com. URL consultato il 17 agosto 2017.
  5. ^ Sons of Italy® 49th biennial convention in New York City, su osia.org (archiviato dall'url originale il 17 agosto 2017).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN310521030 · LCCN (ENno2014092333 · WorldCat Identities (ENlccn-no2014092333