Apri il menu principale

Migliori prestazioni statunitensi nei 100 metri piani

Tyson Gay, primatista statunitense dei 100 m
Florence Griffith-Joyner, detentrice del record statunitense, nonché del record mondiale, dei 100 m

La lista delle migliori prestazioni statunitensi nei 100 metri piani, aggiornata periodicamente dalla USA Track & Field, raccoglie i migliori risultati di tutti i tempi degli atleti statunitensi nella specialità dei 100 metri piani.

Indice

UominiModifica

Statistiche aggiornate al 18 maggio 2019.[1]

Tempo Atleta Luogo Data
1. 9"69 (+2,0 m/s)   Tyson Gay   Shanghai 20 settembre 2009
2. 9"74 (+0,9 m/s)   Justin Gatlin   Doha 15 maggio 2015
3. 9"79 (+0,1 m/s)   Maurice Greene   Atene 16 giugno 1999
3. 9"79 (-0,3 m/s)   Christian Coleman   Bruxelles 31 agosto 2018
5. 9"84 (+1,3 m/s)   Trayvon Bromell   Eugene 25 giugno 2015
6. 9"85 (+1,2 m/s)   Leroy Burrell   Losanna 6 luglio 1994
6. 9"85 (+1,3 m/s)   Mike Rodgers   Eugene 4 giugno 2011
8. 9"86 (+1,2 m/s)   Carl Lewis   Tokyo 25 agosto 1991
8. 9"86 (+0,9 m/s)   Noah Lyles   Shanghai 18 maggio 2019
10. 9"87 (-0,1 m/s)   Ronnie Baker   Chorzów 22 agosto 2018

DonneModifica

Statistiche aggiornate all'8 giugno 2019.[2]

Tempo Atleta Luogo Data
1. 10"49 (0,0 m/s)   Florence Griffith-Joyner   Indianapolis 16 luglio 1988
2. 10"64 (+1,2 m/s)   Carmelita Jeter   Shanghai 20 settembre 2009
3. 10"65 (+1,1 m/s)   Marion Jones   Johannesburg 12 settembre 1998
4. 10"74 (+1,0 m/s)   English Gardner   Eugene 3 luglio 2016
5. 10"75 (+1,6 m/s)   Sha'Carri Richardson   Austin 8 giugno 2019
6. 10"76 (+1,7 m/s)   Evelyn Ashford   Zurigo 22 agosto 1984
7. 10"78 (+1,0 m/s)   Dawn Sowell   Provo 3 giugno 1989
7. 10"78 (+1,8 m/s)   Torri Edwards   Eugene 28 giugno 2008
7. 10"78 (+1,0 m/s)   Tianna Bartoletta   Eugene 3 luglio 2016
7. 10"78 (+1,0 m/s)   Tori Bowie   Eugene 3 luglio 2016

NoteModifica

  1. ^ (EN) Top lists - 100 metres men, su iaaf.org, IAAF. URL consultato il 24 giugno 2019.
  2. ^ (EN) Top lists - 100 metres women, su iaaf.org, IAAF. URL consultato il 24 giugno 2019.

Voci correlateModifica