Eugene

comune statunitense dell'Oregon
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Eugene (disambigua).
Eugene
city
(EN) Eugene, Oregon
Eugene – Veduta
Panorama
Localizzazione
StatoStati Uniti Stati Uniti
Stato federatoFlag of Oregon.svg Oregon
ConteaLane
Amministrazione
SindacoLucy Vinis
Territorio
Coordinate44°03′07″N 123°05′12″W / 44.051944°N 123.086667°W44.051944; -123.086667 (Eugene)
Altitudine131 m s.l.m.
Superficie105 km²
Abitanti175 096 (1º luglio 2021[1])
Densità1 667,58 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale97401-97408, 97440
Prefisso541 e 458
Fuso orarioUTC-8
Nome abitantiEugeaneans
Cartografia
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
Eugene
Eugene
Eugene – Mappa
Sito istituzionale

Eugene è una città statunitense, capoluogo della Contea di Lane, nello Stato dell'Oregon. È la terza più grande città[2] e la seconda area metropolitana[3] dell'Oregon.

È situata nel sud della Willamette Valley, alla confluenza con il fiume McKenzie e il fiume Willamette, circa 97 km a est della costa.

Nel 2021 la popolazione complessiva era di 175 096 abitanti.

StoriaModifica

I primi ad abitare la Willamette Valley sono stati i nativi americani Kalapuya (o Calapooia o Calapooya), che si spostavano stagionalmente per raccogliere i cibi dell'area, comprese ghiande, patate indiane, quamash e bacche, che conservavano nei villaggi invernali permanenti. Quando possibile si dedicavano alla caccia, alla pesca e al commercio.[4] Le testimonianze archeologiche indicano che la zona era abitata da circa 10 000 anni.[5] Nel XIX secolo le abitudini dei Kalapuya cambiarono radicalmente a causa di epidemie devastanti e dell'arrivo, prima dei commercianti francesi di pellicce e poi dei coloni americani.[6]

I commercianti francesi di pellicce si stabilirono nella Willamette Valley all'inizio del XIX secolo. I loro insediamenti erano concentrati nella French Prairie della contea di Marion. Avendo già sviluppato relazioni con le comunità native attraverso matrimoni misti e commerci, negoziarono l'acquisto di terreni dai Kalapuya. Dal 1828 al 1830 i commercianti francesi e le loro mogli indigene si stabilirono in modo permanente sui terreni acquisiti, coltivando i raccolti e allevando gli animali domestici.[7] Dal luglio 1830 la Willamette Valley venne colpita da febbre intermittente, che i ricercatori classificarono come malaria.[8] Secondo l'antropologo Robert Boyd tra il 1830 e il 1840 la popolazione dei Kalapuyan ha perso il 92% dei suoi componenti nel «singolo evento epidemiologico più importante nella storia documentata di quello che sarebbe poi diventato lo stato dell'Oregon.»[9] Nello stesso periodo nella valle arrivarono i coloni bianchi: circa 11 000 tra il 1840 e il 1860.[10]

Con l'aumento della presenza dei coloni, i Kalapuya furono trasferiti forzatamente nelle riserve indiane: la maggior parte nella riserva indiana di Grand Ronde nel 1856.[11][12] Fu imposta una rigorosa segregazione razziale e le persone di razza mista, i Métis, dovettero fare una scelta tra vivere nella riserva o fuori di essa; i nativi americani non potevano uscire dalla riserva senza autorizzazione e ai bianchi non era consentito entrarvi.[13] Tra i coloni che arrivarono nel 1846, anche Eugene Skinner, che costruì la prima capanna[14] su un'altura che i nativi chiamavano Ya-po-ah (ora Skinner Butte).[15] La capanna era adibita a stazione commerciale e dall'8 gennaio 1850 riconosciuta ufficio postale.[16] Il primo insediamento, Skinner's Mudhole (pozza di melma), nel 1853 venne rifondato più in alto con il nome di Eugene City, dal nome di Skinner.[17][18]

Eugene City, istituita formalmente nel 1862, nel 1864 come City of Eugene, nel 1865 le prime elezioni del consiglio comunale, nel 1864 il primo telegrafo, nel 1865 la prima stazione di posta, nel 1871 il pimo collegamento ferroviario con la Oregon and California Railroad.[2][19]

La prima istituzione educativa è stato il Columbia College, fondato nel 1856 dalla Cumberland Presbyterian Church, i cui edifici subirono due incendi (nel 1856 e nel 1858), probabilmente dolosi; la prevista ricostruzione fu abbandonata nel 1860 a seguito dei contrasti all'interno della Chiesa presbieriana tra sostenitori dello schiavismo e abolizionisti.[20]
Nel 1872 l'Assemblea legislativa dell'Oregon approvò una legge che istituiva l'Università dell'Oregon con sede a Eugene.[21] L'Università dell'Oregon venne ufficialmente inaugurata il 16 ottobre 1876.[21][22]

Nel 1964 Bill Bowerman e Phil Knight fondarono la Nike (inizialmente Blue Ribbon Sports) per importare scarpe sportive Tiger dal Giappone. Nel 1971 Bowerman ebbe l'idea delle Moon Shoe, dalla caratteristica suola ispirata alla macchina per waffle.[23] Il primo utilizzo agonistico delle Moon Shoe è avvenuto alle selezioni olimpiche di atletica leggera (1972 United States Olympic track and field trials), organizzate proprio a Eugene nel 1972.[24]

Dopo la crisi dell'industria del legno a metà degli anni 1980, Eugene ha attratto molte società specializzate nell'alta tecnologia,[25] sicché l'area metropolitana di Eugene-Springfield viene chiamata Silicon shire.[26][27]

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

 
Andamento della popolazione di Eugene dal 1860 al 2010

IstruzioneModifica

Eugene è sede dell'Università dell'Oregon, fondata nel 1876.

AmministrazioneModifica

GemellaggiModifica

SportModifica

L'Hayward Field di Eugene è stato sede delle Selezioni olimpiche di atletica leggera (United States Olympic track and field trial) nel 1972, 1976, 1980, 2008, 2012, 2016, 2020[28]; del Campionato statunitense di atletica leggera (USA Outdoor Track and Field Championships)[29] nel 1993, 1999, 2001, 2009, 2011, 2015, 2022[30].

Dal 15 al 24 luglio 2022 l'Hayward Field ha ospitato la 18ª edizione dei Campionati del mondo di atletica leggera.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Eugene city, Oregon, su United States Census Bureau.
  2. ^ a b (EN) History and Facts about Eugene, Oregon, su ci.eugene.or.us (archiviato dall'url originale il 26 giugno 2005).
  3. ^ (EN) World Gazetter Archiviato il 30 settembre 2007 in Internet Archive.
  4. ^ (EN) David G. Lewis, Kalapuyans: Seasonal Lifeways, TEK, Anthropocene, su ndnhistoryresearch.com, 8 novembre 2016.
  5. ^ (EN) Harold Mackey, The Kalapuyans:A Sourcebook on the Indians of the Willamette Valley, Salem, Mission Mill Museum, 2004, ISBN 9780975348406.
  6. ^ (EN) Melinda Marie Jetté, At the Hearth of the Crossed Races. A French-Indian Community in Nineteenth-Century Oregon, 1812-1859, Corvallis, Oregon State University, 2015, ISBN 9780870715976.
  7. ^ Melinda Marie Jetté, op. cit., pp. 12-61
  8. ^ Melinda Marie Jetté, op. cit., pp. 61-69
  9. ^ (EN) Robert Boyd, The Coming of the Spirit of Pestilence. Introduced Infectious Diseases and Population Decline among Northwest Coast Indians, 1774-1874, Seattle, University of Washington Press, 1999, ISBN 9780295978376.
  10. ^ Melinda Marie Jetté, op. cit., p. 139
  11. ^ (EN) Robert H. Ruby, John A. Brown, Cary C. Collins, A Guide to the Indian Tribes of the Pacific Northwest, Norman, University of Oklahoma Press, 2010, p. 14, ISBN 9780806140247.
  12. ^ (EN) Laura Berg, The First Oregonians, Portland, Oregon Council for the Humanities, 2007, p. 127, ISBN 9781880377024.
  13. ^ Laura Berg, op. cit., p. 126
  14. ^ (EN) Photo and text - Eugene Skinner, su lchm.pastperfectonline.com.
  15. ^ (EN) Henry Zenk, Notes on Native American Place-Names of the Willamette Valley Region, in Oregon Historical Quarterly, vol. 109, n. 1, marzo 2008, pp. 6-33.
  16. ^ (EN) Movers and Shakers (PDF), su eugenemasoniccemetery.org, 2007, p. 7.
  17. ^ (EN) Eugene, su britannica.com, 7 luglio 2022.
  18. ^ (EN) John Terry, Founder's wife suggests unique name for city of Eugene, su oregonlive.com, 4 settembre 2010.
  19. ^ (EN) Oregon and California Railroad Co. collection (PDF), su pdf.oac.cdlib.org, 2020.
  20. ^ (EN) Perry D. Morrison, Columbia College 1856-60, in Oregon Historical Quarterly, vol. 56, n. 4, dicembre 1955, pp. 326-351.
  21. ^ a b (EN) Terry Richard, University of Oregon history in a nutshell, from campus historian, su oregonlive.com, 10 novembre 2012.
  22. ^ (EN) University Hall, su library.uoregon.edu.
  23. ^ (EN) Magda Origjanska, A waffle breakfast in Oregon in 1971 led to a breakthrough invention for running shoes, su thevintagenews.com, 19 marzo 2018.
  24. ^ La storia delle sneakers più care del mondo, su sivasdescalzo.com.
  25. ^ (EN) Tom Adams, Silicon Shire: 'Eugene is a real hub for tech companies', su kval.com, 13 febbraio 2013.
  26. ^ (EN) OEN Talks with Silicon Shire Visionary Cale Bruckner, su oen.org, 19 settembre 2012.
  27. ^ (EN) Silicon Shire - Eugene & Springfield, Oregon, su siliconshire.org.
  28. ^ (EN) 2020 U.S. Olympic Team Trials - Track & Field, su usatf.org.
  29. ^ (EN) USATF, su usatf.org.
  30. ^ (EN) 2022 Toyota USATF Outdoor Championships, su usatf.org.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN151258679 · SBN NAPL003871 · LCCN (ENn79084636 · GND (DE4229615-8 · BNF (FRcb11977131j (data) · J9U (ENHE987007548075805171 · WorldCat Identities (ENlccn-n79084636
  Portale Stati Uniti d'America: accedi alle voci di Wikipedia che parlano degli Stati Uniti d'America