Milano nera

film
Milano nera
Paese di produzioneItalia
Anno1963
Dati tecniciB/N
rapporto: 2,35 : 1
Generedrammatico
RegiaGian Rocco, Pino Serpi
SoggettoGian Rocco, Pino Serpi
SceneggiaturaGian Rocco, Pino Serpi, Pier Paolo Pasolini
ProduttoreRenzo Tresoldi
Casa di produzioneMediolanum Film
Distribuzione in italianoRome International Film
FotografiaRiccardo Pierucci, Adriano Bernacchi
MusicheGiovanni Fusco
ScenografiaMario Guerrini
Interpreti e personaggi

Milano nera è un film del 1963 diretto da Gian Rocco e Pino Serpi[1], considerato un esempio di post-neorealismo[2].

TramaModifica

Un gruppo di giovani se la spassa nella città di Milano. Un evento tragico, la morte del piccolo fratello di uno di loro, conclude il film.

ProduzioneModifica

La sceneggiatura originale (nota anche con i titoli alternativi La rovina della società, Polenta e sangue e La nebbiosa[3] - con quest'ultimo titolo è stata pubblicata da Il Saggiatore[4]) di Pier Paolo Pasolini viene completamente rimaneggiata dai registi e dal produttore Renzo Tresoldi[5], su commissione del quale era stata scritta[6].

Interamente girato a Milano, si notano il grattacielo Pirelli e la Torre Galfa, il duomo di Milano e infine, gli ultimi dicei minuti del film sono girati all'esterno e all'interno dello stadio San Siro. Qui il bambino viene investito da un'auto al di fuori dei cancelli.

DistribuzioneModifica

Il film circola in sala per qualche giorno nel 1963, due anni dopo la sua produzione[7], in sole 25 copie e col divieto ai minori di 18 anni[8]. Viene considerato "una rarità, riscoperta solo molto più tardi dai cinefili"[9]. A fine anni novanta circola in televisione una versione tagliata per derubricare il divieto censura; questa stessa versione verrà pubblicata in DVD nei primi anni duemila[8].

MusicaModifica

Nel film è presente la canzone Perché non piango più di Nico Fidenco e Giovanni Fusco[10].

NoteModifica

  1. ^ Gordiano Lupi, Milano nera (Film, 1963), su Futuro Europa, 11 novembre 2015. URL consultato il 6 dicembre 2021.
  2. ^ (EN) Luca Barattoni, Italian Post-Neorealist Cinema, Edinburgh University Press, 16 dicembre 2013, ISBN 978-0-7486-5093-4. URL consultato l'8 dicembre 2021.
  3. ^ Alberto Piccinini, Storia e leggenda della Milano nera di Pasolini, su il manifesto, 7 febbraio 1996. URL consultato il 7 dicembre 2021.
  4. ^ Marianna Morosin, La nebbiosa, su Mangialibri. URL consultato il 7 dicembre 2021.
  5. ^ Fabrizio Violante, La nebbiosa, su archphoto.it. URL consultato il 7 dicembre 2021.
  6. ^ Maria Rizzarelli, Pier Paolo Pasolini, La nebbiosa, su Rivista Arabeschi. URL consultato il 7 dicembre 2021.
  7. ^ Tonino De Pace, Tragedia moderna e malinconia della metropoli in Milano nera, di Gian Rocco e Pino Serpi, su duels.it, 5 dicembre 2020. URL consultato il 7 dicembre 2021.
  8. ^ a b Roberto Curti e Alessio Di Rocco, Visioni proibite: I film vietati dalla censura italiana (1947-1968), Lindau, 25 agosto 2014, ISBN 978-88-6708-294-0. URL consultato l'8 dicembre 2021.
  9. ^ Roberto Randaccio, Ombre della città, su Teorema, 11 agosto 2020. URL consultato il 7 dicembre 2021.
  10. ^ Luca Ruali, Milano nera, su Corpisanti. URL consultato il 7 dicembre 2021.

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema