Minamoto no Shitagō

poeta giapponese

Minamoto no Shitagō (源順; 911983) è stato un poeta giapponese waka del medio periodo Heian. Era un membro del Saga Genji, secondo figlio di Minamoto no Kozoru, un pronipote dell'imperatore Saga. È considerato uno dei Trentasei immortali della poesia.

Minamoto no Shitagō di Kikuchi Yōsai

BiografiaModifica

 
Minamoto no Shitagō di Kanō Yasunobu, 1648

Famoso per l'erudizione fin dalla sua giovinezza, nel 934 iniziò la stesura del Wamyō ruijushō (dizionario giapponese del 938 di Caratteri cinesi) a vent'anni. Nel 951, sebbene fosse ancora uno studente, divenne membro (yoriudo) del Wakadokoro (Ufficio di poesia), curando il Man'yōushū e selezionando waka per il Gosen Wakashū come uno dei Nashitsubo no gonin.

Non solo mostrò un talento eccezionale per la prosa e la poesia cinesi, ma fu anche un poeta waka così dotato che nel 960 contribuì con una poesia al Tentoku Dairi Uta-awase (Concorso di poesia del palazzo imperiale dell'era Tentoku) e servì come giudice in vari concorsi di poesia.

Era conosciuto come un uomo di grande talento e nella sua collezione personale, Minamoto no Shitagoshū, ci sono un gran numero di waka che usano intricati giochi di parole.

Inoltre, gli è stata attribuita la paternità dell'Utsuho monogatari e dell'Ochikubo Monogatari e alcuni studiosi lo considerano addirittura l'autore del Taketori Monogatari.

Fu nominato per vari incarichi, inclusi quelli di governatore ad interim di Shimōsa e di governatore di Izumi, la sua carica più alta fu quella di governatore di Noto.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN71440502 · ISNI (EN0000 0000 8151 0344 · CERL cnp00550161 · Europeana agent/base/94740 · LCCN (ENn81089521 · GND (DE119209861 · BNF (FRcb122157918 (data) · J9U (ENHE987007383819305171 · NDL (ENJA00270831 · WorldCat Identities (ENlccn-n81089521