Gosen Wakashū

Il Gosen Wakashū (後撰和歌集, Raccolta successiva di poesie giapponesi), spesso abbreviato in Gosenshū ("Collezione successiva"), è un'antologia imperiale giapponese di waka compilata nel 951 per volere dell'imperatore Murakami dai Cinque uomini dell'ufficio della poesia: Ōnakatomi no Yoshinobu (922-991), Kiyohara no Motosuke (908-990), Minamoto no Shitagō (911-983), Ki no Tokibumi (992-996), e Sakanoue no Mochiki (?-950). Si compone di venti volumi contenenti 1.426 poesie.

Gosen Wakashū. Frammento del manoscritto

Il suo nome "Raccolta successiva" deriva dal fatto che l'antologia è composta principalmente da poesie che erano state considerate per l'inclusione nel Kokin Wakashū ma che alla fine furono respinte. La maggior parte di quelle poesie erano scadenti e quindi questa antologia non è considerata di particolare pregio, ma è interessante per via delle lunghe ambientazioni fittizie in prosa (come narrate nelle note di testa e a piè di pagina) per le poesie.

BibliografiaModifica

Earl Miner e Robert H. Brower, Japanese Court Poetry, Stanford, Stanford University Press, 1961, pp. 482-483, LCCN 61-10925.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN186706624 · LCCN (ENn82047243 · GND (DE7753383-5 · NDL (ENJA00633654