Misgurnus fossilis

specie di pesce
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Misgurnus fossilis
Misgurnus fossilis 2009 G1.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Osteichthyes
Ordine Cypriniformes
Famiglia Cobitidae
Sottofamiglia Cobitinae
Genere Misgurnus
Specie M. fossilis
Nomenclatura binomiale
Misgurnus fossilis
Linnaeus, 1758
Sinonimi

Misgurnis fossilis

Misgurnus fossilis, conosciuto comunemente come cobite di stagno[1], è un pesce d'acqua dolce, appartenente alla famiglia dei Cobitidae.

Distribuzione e habitatModifica

Questo pesce è diffuso nelle acque dolci europee, dalla Francia alla Russia.
In Italia è stato introdotto in tempi recenti, probabilmente in maniera involontaria assieme a pesce bianco di provenienza centroeuropea, ma la reale entità delle popolazioni è sconosciuta, anche per il comportamento schivo e fossorio di questo pesce.
Abita corsi d'acqua lenti, canali artificiali, stagni e polle con fondo prevalentemente sabbioso.
Di giorno rimane sepolto nella sabbia.

DescrizioneModifica

Il corpo è allungato, anguilliforme, il muso rivolto verso il basso, provvisto di barbigli, gli occhi piccoli. La pinna dorsale è molto arretrata, verso la parte terminale del corpo. Le pinne sono arrotondate. La livrea presenta testa marrone screziata di nero, dorso marrone puntinato di nero, mentre i fianchi sono un'alternanza di due fasce orizzontali beige orlate di bruno con una fascia centrale marrone. Il ventre è beige tendente al rossastro. Le pinne sono brune puntinate di nero.
Raggiunge una lunghezza massima di 30 cm.

BiologiaModifica

Può respirare anche aria per alcune ore.

RiproduzioneModifica

La deposizione avviene tra aprile e giugno: le uova sono deposte sul fondo.

AlimentazioneModifica

M. fossilis si ciba di larve d'insetti e piccoli crostacei.

PericoliModifica

È molto sensibile all'inquinamento delle acque e dei sedimenti.

NoteModifica

  1. ^ Cobite di stagno, Misgurnus fossilis (Linnaeus, 1758)., su ittiofauna.org. URL consultato l'8 luglio 2020.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

  Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci