Missionarie di Sant'Antonio Maria Claret

Le Missionarie di Sant'Antonio Maria Claret (in portoghese Missionárias de Santo Antônio Maria Claret) sono un istituto religioso femminile di diritto pontificio: le suore di questa congregazione pospongono al loro nome le sigla M.C.[1]

Cenni storiciModifica

 
Sant'Antonio Maria Claret, titolare della congregazione

La congregazione è stata fondata a Londrina il 19 marzo 1958 da Maria Milito (1913-1980) con il sostegno del vescovo del luogo, il clarettiano Geraldo Fernandes Bijos (1913-1982).[2]

Le Missionarie di Sant'Antonio Maria Claret hanno ricevuto il pontificio decreto di lode il 31 maggio 1967 e le loro costituzioni hanno ottenuto l'approvazione definitiva della Santa Sede l'8 dicembre 1975.[2]

Attività e diffusioneModifica

Le suore si dedicano all'istruzione e all'educazione cristiana della gioventù e all'assistenza sociale e ospedaliera ai bisognosi; la loro spiritualità è caratterizzata dalla devozione all'Eucaristia e al Cuore Immacolato di Maria.[2]

Sono presenti in Europa (Francia, Germania, Italia, Polonia, Portogallo, Svizzera), in Africa (Costa d'Avorio, Gabon), nelle Americhe (Argentina, Brasile, Cile, Paraguay), nelle Filippine e in Australia;[3] la sede generalizia è a Londrina.[1]

Alla fine del 2008 la congregazione contava 355 religiose in 81 case.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b c Ann. Pont. 2010, p. 1650.
  2. ^ a b c G. Rocca, DIP, vol. V (1978), col. 1623.
  3. ^ Le nostre origini, su missionariesamclaret.it. URL consultato il 29 luglio 2011 (archiviato dall'url originale il 16 gennaio 2012).

BibliografiaModifica

  • Annuario Pontificio per l'anno 2010, Libreria Editrice Vaticana, Città del Vaticano 2010. ISBN 978-88-209-8355-0.
  • Guerrino Pelliccia e Giancarlo Rocca (curr.), Dizionario degli Istituti di Perfezione (DIP), 10 voll., Edizioni paoline, Milano 1974-2003.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo