Apri il menu principale

Il mozzo è quella persona che, a bordo di un'unità navigante, ha il ruolo di svolgere mansioni di coperta.

MansioniModifica

I compiti che vengono affidati sono quelli assegnati dal nostromo. I compiti più comuni a tutti i mozzi sono quelli di effettuare la manovra in entrata e uscita della nave dal porto posando cavi di ormeggio, lavaggio della nave e compiti vari. Il mozzo svolge una serie di attività ausiliarie necessarie per il governo e la navigazione di una imbarcazione. Le sue attività possono comprendere: ormeggiare l'imbarcazione con funi, curare carico, scarico e immagazzinamento sulla nave di veicoli e container, pulire il ponte e gli altri ambienti della nave, controllare il buon funzionamento delle attrezzature e degli impianti della nave, segnalando eventuali guasti.

Giovanotto di copertaModifica

In Italia, nella marina mercantile, il mozzo, dopo aver effettuato almeno dodici mesi di navigazione da mozzo può conseguire la qualifica di Giovanotto di coperta. Compiti del giovanotto di coperta sono l'ordinaria manutenzione e le attività giornaliere del settore coperta quali la pitturazione e il picchettaggio della ruggine.

MarinaioModifica

Dopo aver compiuto 18 anni di età ed aver effettuato almeno ventiquattro mesi complessivi di navigazione dei quali almeno dodici in servizio di coperta può essere conseguita la qualifica di marinaio. Il marinaio funge da vedetta e/o da timoniere sul ponte di comando.

PompiereModifica

Il pompiere a bordo delle navi passeggeri è il marinaio addetto alla sorveglianza antincendio.

Forze armateModifica

Nelle marine militari mondiali una figura simile al mozzo è l'allievo, il grado militare più basso della gerarchia militare.[1]

ItaliaModifica

Nella Regia Marina il mozzo aveva il grado di comune di 3ª classe, grado presente nella categoria marinai mentre in quella del Regno delle Due Sicilie era detto "grumetto", termine di chiara derivazione spagnola. Nella marina mercantile italiana l'unico requisito per essere iscritti come mozzo nelle liste della gente di mare di 1ª Categoria è aver compiuto sedici anni di età.

Nei paesi di lingua ingleseModifica

Nelle diverse marine militari e mercantili anglofone, la denominazione è cabin boy' o ship's boy.

Nei paesi di lingua spagnolaModifica

In diverse marine militari latinoamericane di lingua spagnola la denominazione è Grumete o aprendiz de marinero.

ColombiaModifica

Nella Marina colombiana i giovani minori di 22 anni possono chiedere di essere ammessi a frequentare i corsi della Escuela Naval de Suboficiales ARC "Barranquilla" ubicata nella omonima città per diventare poi, dopo due anni di studio Suboficial Naval in una delle seguenti aree: Amministrazione marittima, Elettromeccanica, Elettronica, Idrografía, Oceanografia e Sanità navale, per operare poi a bordo delle unità navali e nella fanteria di marina.

ParaguayModifica

In Paraguay i giovani che hanno compiuto 18 anni di età e hanno ultimato gli studi secondari possono essere ammessi a frequentare la Escuela de Formación de Suboficiales de la Armada Paraguaya, meglio conosciuta per motivi storici come “Escuela de Especialidades”; le prove di ingresso prevedono esami medici, esami psicotecnici, fisici e intellettuali. Dopo il loro ingresso nella scuola conseguono la qualifica di Grumetes, uscendone dopo due anni con il grado di Suboficial de 3ª entrando a far parte dei quadri permanenti dei sottufficiali. La escuela ha la sua sede nel Barrio Sajonia (quartiere Sassonia) di Asunción. Gli allievi ricevono una formazione generale ed una specialistica in una delle diverse aree, quali comunicazioni, Prefettura (Legislazione marittima e fluviale) Amministrazione marittima, Elettromeccanica, Elettronica, Idrografía, Oceanografia e Sanità navale.

PerúModifica

In Perù i giovani che hanno compiuto 18 anni di età e hanno ultimato gli studi secondari possono chiedere di essere ammessi a frequentare la "Escuela de grumetes" dove svolgere il loro servizio militare volontario nella Armada del Perù e al termine del servizio essere ammessi a frequentare l'"Instituto Superior Tecnológico Público" per proseguire la propria formazione nella Marina de Guerra del Perú o entrare a far parte di altre istituzioni militari, civili o universitarie.

NoteModifica

  1. ^ F. Biegbeder Atienza, Diccionario Politécnico de Las Lenguas Española E Inglesa: Inglés-español, Español-inglés, 1997, p. 1543, ISBN 978-84-7978-299-3.

Altri progettiModifica