Municipio antico di Gouda

Il municipio (antico) di Gouda (in olandese: (Oude) Stadhuis van Gouda) è uno storico edificio in stile gotico fiammeggiante[1][2] e rinascimentale, classificato come rijksmonument[3] ("monumento del regno"), del Markt ("Piazza del Mercato") di Gouda, nel sud dei Paesi Bassi: eretto tra il 1448[1][2][4][5][6] e il 1459[3][7][8][9] su progetto di Jan III Keldermans[1][4] (ma ampliato e "rimodellato" nella forma attuale nel 1517 e tra il 1692 e il 1695[5]), è uno dei più antichi municipi del Paese[2][10][11]

Municipio di Gouda
(Stadhuis van Gouda)
Gouda7.JPG
Localizzazione
StatoPaesi Bassi Paesi Bassi
LocalitàGouda
IndirizzoMarkt
Coordinate52°00′42″N 4°42′38″E / 52.011667°N 4.710556°E52.011667; 4.710556
Informazioni generali
CondizioniIn uso
Costruzione1448-1459, 1517, 1692-1695
Inaugurazione1450
Usocivile
Realizzazione
ArchitettoKeldermans
Proprietariocomune di Gouda
Gouda (Paesi Bassi): il Markt con l'antico municipio
Gouda: l'antico municipio
La facciata principale del municipio
L'entrata principale del municipio
Il municipio illuminato
Il municipio nel periodo natalizio

È stato sede "ufficiale" del comune fino all'estate del 2012, quando è stato sostituito nelle proprie funzioni da un nuovo municipio[3][7][9][12][13][14], anche se molte sue funzioni di ente pubblico erano già state dismesse nel corso del XX secolo[8].

Fino al 1860, era il luogo davanti al quale si eseguivano le condanne a morte.[2]

CaratteristicheModifica

L'edificio è costruito in arenaria[15] e ha una forma rettangolare[2].

Una delle sue caratteristiche sono le finestre dalle imposte di colore rosso e bianco.[15]

L'edificio è provvisto di un carillon, situato nella facciata orientale.[1], che suona ogni mezz'ora.[1][4][5][8][15]

StoriaModifica

La decisione di costruire il municipio fu presa dopo che nel 1438 il precedente municipio era andato quasi completamente distrutto in un incendio.[4][6]

I lavori di costruzione iniziarono nel 1448[4][5] sotto la direzione dall'architetto Jan III Keldermans (della famiglia Keldermans di Mechelen)[1][4].

Il nuovo municipio fu inaugurato nel 1450[4], ma la sua costruzione fu completata solamente nel 1459[8].

Nel 1517, fu intrapresa un'opera di ampliamento[5], mentre nel 1603 fu aggiunta la facciata[2].

Notevoli opere di ampliamento furono intraprese anche tra il 1692 e il 1695[2][5], lavori che hanno conferito all'edificio l'aspetto attuale[8].

 
Il municipio di Gouda nel 1712
 
Il municipio di Gouda in un dipinto di Johannes Jacobus Bertelman del 1858

Tra il 1947 e il 1952, fu intrapresa un'opera di restauro per prevenire rischi di crollo.[1][2][5] Durante questi interventi, furono eliminate alcune delle modifiche operate alla fine del XVII secolo.[2]

Nel 1952 o 1960 furono aggiunte nella facciata principale le statue raffiguranti Floris V, Jacoba van Beieren, ecc.[2][8]

Sempre negli anni sessanta del XX secolo, fu aggiunto anche il carillon[8], che fu donato dal direttore di una ditta di assicurazioni[8].

Al 1997 risale invece l'ultimo intervento di restauro.[5]

Sempre a partire dal XX secolo, l'edificio fu utilizzato solamente per ricevimenti ufficiali e matrimoni, mentre le altre funzioni furono trasferite in altre sedi.[8].

Con la costruzione di un nuovo municipio, inaugurato nel giugno 2012[13][14], gli uffici dell'edificio sono stati messi in affitto dal comune per essere destinati altri usi[3][9].

Punti d'interesseModifica

EsterniModifica

Facciata principaleModifica

La facciata principale è realizzata, a differenza del resto dell'edificio, in pietra viva.[2]

Nella facciata principale, si trovano alcune statue che raffigurano, tra gli altri, Floris V d'Olanda, Jacoba van Beieren, Filippo il Buono, Filippo il Bello, Carlo il Cattivo, ecc.[2][8]

Facciata orientaleModifica

CarillonModifica

Il carillon mette in azione ogni mezz'ora alcuni personaggi che rievocano l'assegnazione a Gouda del titolo di città libera da parte di Floris V d'Olanda nel 1272.[4][5][8][15]

 
Il carillon del Municipio di Gouda
 
Le figure animate del carillon

Facciata retrostanteModifica

Davanti alla facciata retrostante si trova il patibolo in arenaria utilizzato per le esecuzioni fino al 1860.[2]

InterniModifica

Sala dei matrimoniModifica

La "Sala dei matrimoni" (Trouwzaal) è tappezzata di preziosi arazzi[8] Tra questi, degni di nota sono un arazzo realizzato da Jacobus Ruffelaer[5] e un arazzo realizzato nel 1642 da un artista locale, David Ruffelaar, in occasione della visita in città di Enrica Maria di Francia, moglie di re Carlo I d'Inghilterra[1][8].

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h Planetware: Gouda Town Hall
  2. ^ a b c d e f g h i j k l m Architectenweb - Archipedia: Stadhuis Gouda
  3. ^ a b c d Monumentaal gemeentehuis Gouda te huur Archiviato il 26 febbraio 2012 in Internet Archive., in: De Telegraaf, 12 jan 2012
  4. ^ a b c d e f g h Gouda-Online: Het Stadhuis Archiviato il 18 giugno 2012 in Internet Archive.
  5. ^ a b c d e f g h i j Gouda Lokaal: De Historie van Gouda Archiviato il 22 gennaio 2012 in Internet Archive.
  6. ^ a b Het Stadhuis
  7. ^ a b Gouda zet oude stadhuis te huur, in: Architectenweb, 12-1-2012
  8. ^ a b c d e f g h i j k l m Absolute Facts.nl: Stadhuis Gouda
  9. ^ a b c Buitenkansje: vijftiende eeuws stadhuis van Gouda te huur, in : nrc.nl, 12 januari 2012]
  10. ^ A.A.V.V., Amsterdam, Dorling Kindersley, London - Mondadori, Milano, 1996
  11. ^ Holland.com: Gouda
  12. ^ Huis van de Stad[collegamento interrotto], in: Gouda.nl
  13. ^ a b Nieuw stadhuis in Gouda in gebruik[collegamento interrotto], in: De krant van Gouda, 08-06-12
  14. ^ a b Pruys, Joeri, OGD ict-diensten helpt gemeente Gouda bij verhuizing naar nieuw stadhuis, in: OGD.nl, 2 juli 2012
  15. ^ a b c d Gambaro, Cristina, Olanda, Giunti, Firenze-Milano, 2008, p.146

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica