Mus shortridgei

specie di animale della famiglia Muridae
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Mus shortridgei
Immagine di Mus shortridgei mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Euarchontoglires
Ordine Rodentia
Sottordine Myomorpha
Superfamiglia Muroidea
Famiglia Muridae
Sottofamiglia Murinae
Genere Mus
Specie M. shortridgei
Nomenclatura binomiale
Mus shortridgei
Thomas, 1914
Sinonimi

Mus platythrix nghialoensis

Mus shortridgei (Thomas, 1914) è un roditore della famiglia dei Muridi diffuso in Indocina.[1][2]

DescrizioneModifica

DimensioniModifica

Roditore di piccole dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo tra 110 e 125 mm, la lunghezza della coda tra 85 e 103 mm, la lunghezza del piede tra 20 e 22 mm e la lunghezza delle orecchie tra 17 e 19 mm.[3]

AspettoModifica

La pelliccia è cosparsa di peli spinosi. Le parti superiori sono bruno-grigiastre, mentre le parti inferiori sono bianco-grigiastre, con la base dei peli grigia. Le orecchie sono relativamente grandi. Le zampe sono bianche. La coda è più corta della testa e del corpo ed è uniformemente grigio scura. Il cariotipo è 2n=46 FN=48.

BiologiaModifica

ComportamentoModifica

È una specie notturna e terricola.

Distribuzione e habitatModifica

Questa specie è diffusa nel Myanmar centro-orientale, Thailandia nord-occidentale e sud-orientale, Cambogia sud-occidentale, Laos nord-orientale e Vietnam nord-occidentale.

Vive nei prati e tra i bambù nani all'interno di foreste secche di dipterocarpi. È tollerante al disturbo ambientale, sebbene abbia necessità di una copertura forestale.

Stato di conservazioneModifica

La IUCN Red List, considerato il vasto areale, la popolazione numerosa, adattabile e l'assenza di reali minacce, classifica M.shortridgei come specie a rischio minimo (LC).[1]

NoteModifica

  1. ^ a b c (EN) Aplin, K. & Lunde, D. 2008, Mus shortridgei, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2020.2, IUCN, 2020.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Mus shortridgei, in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Francis, 2008.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi