Myomorpha

Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Miomorfi
Footbridge Wildlife (1), Brown Rat - geograph.org.uk - 1585934.jpg
Rattus norvegicus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Classe Mammalia
Sottoclasse Theria
Infraclasse Eutheria
Superordine Euarchontoglires
(clade) Glires
Ordine Rodentia
Sottordine Myomorpha
Brandt, 1855
superfamiglie

I Miomorfi (Myomorpha Brandt, 1855) sono un sottordine di Roditori che comprende i criceti, gerbilli, i topi e i ratti del vecchio e nuovo mondo, le arvicole, i topi saltatori, i gerboa, i topi delle betulle e forme affini.

Fig.1
Fig.2
Fig.3

DescrizioneModifica

Questo grande gruppo di roditori comprende la maggior parte delle forme simili ai topi o ai ratti, comprendendo anche una Superfamiglia, i Dipodoidea, dove i membri hanno sviluppato caratteristiche specifiche per l'andatura saltante. Le caratteristiche comuni comprendono la mandibola sciurognata (fig.1), il foro infra-orbitale grande dove passano anche fasci muscolari, la fibula fusa alla tibia e i piccoli ossicini dell'orecchio interno, incudine e martello, separati tra loro. I premolari sono sempre mancanti accetto alcuni generi dei Dipodidi i quali mantengono almeno un premolare su ogni semi-arcata superiore.

Distribuzione ed habitatModifica

Il sottordine ha diffusione planetaria eccetto l'Antartide ed alcune isole remote. Occupa qualsiasi tipo di habitat, anche tra i più estremi come i deserti caldi.

TassonomiaModifica

Il sottordine è diviso in due superfamiglie, caratterizzate ciascuna da una differente disposizione del muscolo massetere.

  • Disposizione di tipo Miomorfo (fig.2)
  • Disposizione di tipo Istricomorfo (fig.3)

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi