Apri il menu principale
Museo diocesano di San Petronio
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàBologna
IndirizzoBasilica di San Petronio - Piazza Galvani, 5
Caratteristiche
Tipoarte sacra
Apertura1894

Coordinate: 44°29′38.48″N 11°20′32.83″E / 44.494022°N 11.342454°E44.494022; 11.342454

Il Museo diocesano di San Petronio di Bologna è allestito all'interno della basilica di San Petronio, nella navata sinistra.

Il nucleo iniziale della raccolta ospitata nel Museo, citata anche dal Vasari, si costituì tra il XVI e XIX secolo in relazione al problematico completamento della facciata della basilica, anche se il museo vero e proprio fu costituito solo nel 1894, riunendo nello stesso locale varie testimonianze e documenti relativi alla costruzione della basilica con la suppellettile liturgica.

Indice

DescrizioneModifica

L'itinerario espositivo del museo è suddiviso in due sale.

Sala IModifica

La prima sala ospita le testimonianze della storia della basilica e della sua problematica costruzione, con il mancato completamento della facciata. Infatti, sono qui raccolti i progetti, i disegni ed i modelli per la facciata della basilica di San Petronio realizzati dagli architetti che dal XVI al XIX secolo si avvicendarono nel tentativo di realizzarla. Tra questi si ricordano: Baldassarre Peruzzi, Giulio Romano, Cristoforo Lombardo, Jacopo Barozzi da Vignola, Pellegrino Tibaldi, Andrea Palladio ed Edoardo Collamarini.

Inoltre, vi sono esposti:

  • gli strumenti utilizzati da Giovanni Cassini per costruire (1655 - 1656) la meridiana della basilica;
  • alcune formelle marmoree con scene bibliche (prima metà del XVI secolo) realizzate per i portali minori.

Sala IIModifica

Nella seconda sala è conservato il Tesoro di San Petronio. Di particolare rilievo:

BibliografiaModifica

  • Mario Fanti (a cura di), Il Museo di San Petronio in Bologna, Bologna 2003
  • Erminia Giacomini Miari, Paola Mariani, Musei religiosi in Italia, Milano 2005, p. 63

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica