Nadir (nome)

prenome maschile

Nadir è un nome proprio di persona italiano maschile e femminile[1][2].

VariantiModifica

Varianti in altre lingueModifica

Origine e diffusioneModifica

Si tratta di un nome arabo e persiano, tratto dall'omonimo vocabolo arabo che significa "raro", "prezioso", "straordinario"[3][4][5].

La diffusione in Italia è relativamente recente ed è, oltre ad una moda esotica, anche una ripresa letteraria e teatrale: il nome venne infatti adoperato da Georges Bizet per il protagonista della sua opera I pescatori di perle (dove è peraltro fuori luogo, essendo ambientata a Ceylon), e poi da Emilio Salgari ne Il re della montagna[1][2]. Parte della diffusione può anche essere dovuta al punto cardinale del nadir, che si contrappone allo zenit[2]: anche in questo caso l'etimologia è araba, dall'espressione نَظِير السَّمْت (naẓīr as-samt), che vuol dire proprio "opposto allo zenit"[2][8].

È attestato sparsamente nel Nord e nel Centro, con punte in Lombardia ed Emilia-Romagna[1]; il nome, che viene pronunciato sia "Nàdir", sia "Nadìr"[1], è adoperato quasi solo al maschile, ma non mancano usi al femminile[2].

OnomasticoModifica

Il nome è adespota, ossia privo di santo patrono; l'onomastico si può festeggiare eventualmente il 1º novembre, in occasione di Ognissanti.

PersoneModifica

MaschileModifica

Variante maschile NaderModifica

FemminileModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d e De Felice, p. 31.
  2. ^ a b c d e f La Stella T., p. 258.
  3. ^ a b Ahmed, p. 147.
  4. ^ a b c (EN) Nadir, su Behind the Name. URL consultato il 25 aprile 2018.
  5. ^ a b c Sheard, p. 411.
  6. ^ Ahmed, p. 296.
  7. ^ a b (EN) Nadira, su Behind the Name. URL consultato il 25 aprile 2018.
  8. ^ (EN) nadir, su Online Etymology Dictionary. URL consultato il 25 aprile 2018.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

  Portale Antroponimi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antroponimi