Apri il menu principale

Nicola Del Principe (Pescasseroli, 5 aprile 192728 marzo 2002) è stato un fumettista italiano fra i principali autori della serie Soldino che ha disegnato per oltre trent'anni[1][2].

BiografiaModifica

Inizia la carriera disegnando vignette satiriche in un giornale locale della Democrazia Cristiana per la quale realizzava anche manifesti elettorali.[3][2] Trasferitosi a Milano, dal 1949 illustra storie per alcune testate dell'editore Marino Tomasina e delle Edizioni Alpe di Giuseppe Caregaro.[1]

Sin dalla fondazione inizia a collaborare con la casa editrice Bianconi, per la quale nel 1952 lavora alla testata Trottolino, nella quale oltre a occuparsi di numerose storie del personaggio principale introduce la serie di Papys Bill, in seguito protagonista di una testata autonoma.[4] Sempre per Bianconi in seguito disegna Soldino, che disegnerà per oltre trent'anni, oltre a Nonna Abelarda, Pinocchio, Tom & Jerry, Birillo e altre serie minori fino agli anni ottanta.[1][3] Lavora anche per editori francesi disegnando varie serie avventurose come Tom Billiby, Il Cavaliere mascherato, Galix, Roy Texas, Jonny Hallebarde, Dragut.[1] Collabora inoltre con l'Editrice Dardo, per la quale illustra storie di Capitan Miki e del grande Blek e, negli anni settanta, è autore di fumetti erotici come Il camionista e Angelica.[1][3]

Muore nel 2002.[3]

BibliografiaModifica

  • Sergio Badino, Conversazione con Carlo Chendi, Tunué, 2006, ISBN 8889613165.
  • Gianni Bono, Guida al fumetto italiano, Epierre, 2003.

NoteModifica

  1. ^ a b c d e FFF - Nicola DEL PRINCIPE, su www.lfb.it. URL consultato il 3 maggio 2019.
  2. ^ a b (EN) Nicola Del Principe, su lambiek.net. URL consultato il 6 maggio 2019.
  3. ^ a b c d Sergio Badino, Conversazione con Carlo Chendi, Tunué, 2006. ISBN 8889613165. p. 20.
  4. ^ Gianni Bono, Trottolino, in Guida al fumetto italiano, Epierre, 2003, pp. 1990–2.
Controllo di autoritàSBN IT\ICCU\UBOV\789385
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie