Apri il menu principale

Noël Duval

storico, archeologo e epigrafista francese
(Reindirizzamento da Noel Duval)

BiografiaModifica

Nel 1953 Duval iniziò un triennio come ricercatore presso l'Istituto storico romano. È stato membro della Scuola francese di Roma (1953-1955), assistente di storia all'Università di Tunisi (1955-1957), poi al Centro nazionale francese per la ricerca scientifica (1962-1963), alla Scuola del Louvre a seguire insegnante in ruolo dal 1963 al 1969 di storia antica e archeologia presso le università di Lilla e di Nantes. Nel 1960 si è interessato sia dell'archeologia ispanica e catalana e dal 1976 è professore alla Paris IV: Paris-Sorbonne dove ha insegnato tarda antichità e arte bizantina dell'epoca medievale. Ha lavorato fino al 1992 e poi è diventato un membro di Reial Academia de Ossa Lletres a Barcellona. Dal 1990, ha concentrato la sua attività accademica sull'opera latina Historia Augusta e nel 1994 gli è stata conferita la laurea honoris causa dall'Università di Ginevra.[1] Duval è stato eletto fellow emeritis all'Università di Parigi nel 2007.[2]

OpereModifica

  • Les églises africaines à deux absides, 2 volumi, Roma-Parigi, BEFAR, 1971 et 1973
  • Les ruines de Sufetula-Sbeitla (con la collaborazione di F. Baratte), Tunisi, STD, 197310
  • Haïdra, les ruines d'Ammaedara (con la collaborazione di F. Baratte), Tunisi, STD, 1974
  • Haïdra I. Les inscriptions chrétiennes d’Haïdra (con la collaborazione di F. Prévot), Roma, CEFR, 197511
  • Catalogue raisonné des mosaïques romaines et paléochrétiennes du Louvre (con la collaborazione di F. Baratte), Parigi, Réunion des musées nationaux, 1976
  • Sirmium. VII. Horrea et thermes aux abords du rempart Sud. 1. Architecture [sotto la direzione], Roma-Belgrado, CEFR/Institut archéologique, 197712
  • Catalogue des mosaïques romaines et paléochrétiennes du Musée du Louvre (con la collaborazione di F. Baratte), Parigi, Réunions des musées nationaux, 1978
  • Haïdra II, L’église I dite de Melléus [sotto la direzione], Roma-Parigi, CEFR, 1981
  • Naissance des arts chrétiens (lavoro collettivo), Parigi, La Documentation Française, 1991
  • Salona I. Catalogue de la sculpture architecturale paléochrétienne de Salone [sotto la direzione], Roma, CEFR, 199413
  • Les premiers monuments chrétiens de la France (lavoro collettivo), Parigi, Éditions A et J Picard, 1995, 382 pages
  • Les premiers monuments chrétiens de la France II (lavoro collettivo), Parigi, Éditions A et J Picard, 1996, 327 pages
  • Salona II. Recherches archéologiques franco-croates à Salone. L'architecture paléochrétienne de la province romaine de Dalmatie [sotto la direzione], Roma, CEFR, 1996
  • Les premiers monuments chrétiens de la France III, Parigi, Éditions A et J Picard, 1998, 366 pages
  • Salona III : Manastirine, établissement préromain, nécropole et basilique paléochrétienne [sotto la direzione], Roma, CEFR, 200014
  • L’Historiae Augustae Colloquium I de la nouvelle série [sotto la direzione], Bari, Edipuglia, 2000
  • Actes de la journée d'études sur les églises de Jordanie et leurs mosaïques [sotto la direzione], Beirut, Institut français d'Archéologie du Proche-Orient, 200315
  • Haïdra IV, L’église de Candidus ou des martyrs de la persécution de Dioclétien [sotto la direzione], Roma, CEFR, 2010
  • La nouvelle Carte des voies romaines de l’Est de l’Africa dans l’Antiquité Tardive d’après les travaux de P. Salama (con la collaborazione di Claude Lepelley e Jehan Desanges), Turnhout, Brepols, 201016
  • Caričin Grad III. L’Acropole et ses monuments (cathédrale, baptistère et bâtiments annexes) [sotto la direzione], Roma, CEFR, 201017
  • Salona IV : Recherches archéologiques franco-croates à Salone : Inscriptions de Salone chrétienne, ive-viie siècles (vol. I et II) [sotto la direzione], Parigi, CEFR, 2010

RiconoscimentiModifica

OnorificenzeModifica

NoteModifica

  1. ^ (CA) Noël Duval, Università autonoma di Barcellona. URL consultato il 3 aprile 2015 (archiviato dall'url originale il 7 giugno 2014).
  2. ^ (EN) Noël Duval, Accademia britannica. URL consultato il 3 aprile 2015 (archiviato dall'url originale il 30 gennaio 2013).

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN54147258 · ISNI (EN0000 0001 2133 3742 · LCCN (ENn50028760 · GND (DE119391643 · BNF (FRcb119014695 (data) · BAV ADV10939504 · WorldCat Identities (ENn50-028760