Apri il menu principale

La stessa società svizzera che ha organizzato l'evento del 7 luglio 2007 delle sette meraviglie del mondo moderno ha annunciato l'11 novembre 2011 le Nuove sette meraviglie del mondo naturali. Le prime sono opere architettoniche, ovvero costruite dall'uomo, mentre le seconde sono solamente naturali.[1]

Indice

Processo di selezioneModifica

Tra i vincitori non vi è alcun sito del continente europeo, mentre ve ne sono ben quattro dell'Asia e due del sud America. Il Vesuvio e il Cervino, uniche rappresentanze italiane, dopo aver passato le eliminazioni di 440 siti, non sono riuscite a entrare neanche nella top14, della quale facevano invece parte i sette vicintori, vale a dire l'Amazzonia, le cascate dell'Iguazú, il monte della Mensola, la baia di Ha Long, l'isola di Jejudo, l'isola di Komodo e il fiume sotterraneo di Puerto Princesa.

VincitoriModifica

Altri finalistiModifica

NoteModifica

  1. ^ Le "Nuove 7 meraviglie" del 2007, su repubblica.it, 11 novembre 2011.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Ecologia e ambiente: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Ecologia e ambiente