Apri il menu principale
Oleh Vernjajev
2015 European Artistic Gymnastics Championships - Parallel Bars - Medalists 01.jpg
Nazionalità Ucraina Ucraina
Altezza 160 cm
Peso 55 kg
Ginnastica artistica Gymnastics (artistic) pictogram 2.svg
Specialità Parallele simmetriche
Società Forze armate ucraine
Carriera
Nazionale
2011- Ucraina Ucraina
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Oro Rio de Janeiro 2016 Parallele
Argento Rio de Janeiro 2016 Individuale
Gnome-emblem-web.svg Mondiali
Oro Nanning 2014 Parallele
Argento Glasgow 2015 Parallele
Argento Montreal 2017 Parallele
Argento Doha 2018 Parallele
European Olympic Committees logo.svg Giochi europei
Oro Baku 2015 Individuali
Oro Baku 2015 Volteggio
Oro Minsk 2019 Parallele
Argento Baku 2015 Squadra
Argento Minsk 2019 Individuale
Argento Minsk 2019 Cavallo
Wikiproject Europe (small).svg Europei
Oro Sofia 2014 Parallele
Oro Montpellier 2015 Individuale
Oro Montpellier 2015 Parallele
Oro Berna 2016 Volteggio
Oro Cluj-Napoca 2017 Individuale
Oro Cluj-Napoca 2017 Parallele
Argento Montpellier 2012 Parallele
Argento Berna 2016 Parallele
Bronzo Mosca 2013 Individuale
Bronzo Sofia 2014 Squadra
Bronzo Sofia 2014 Volteggio
Bronzo Cluj-Napoca 2017 Volteggio
FISU International University Sport Federation.svg Universiadi
Oro Gwangju 2015 Individuale
Oro Gwangju 2015 Parallele
Oro Taipei 2017 Individuale
Argento Kazan 2013 Squadra
Argento Gwangju 2015 Corpo libero
Argento Taipei 2017 Squadra
Argento Taipei 2017 Cavallo
Argento Taipei 2017 Volteggio
Bronzo Kazan 2013 Individuale
Bronzo Kazan 2013 Parallele
Bronzo Gwangju 2015 Squadra
Bronzo Gwangju 2015 Anelli
Bronzo Gwangju 2015 Volteggio
Bronzo Taipei 2017 Anelli
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 1º luglio 2019

Oleh Jurijovyč Vernjajev (in ucraino: Олег Юрійович Верняєв?, in russo: Олег Юрьевич Верняев?; Donec'k, 29 settembre 1993) è un ginnasta ucraino, due volte campione europeo nel concorso individuale (2015 e 2017) e campione europeo, mondiale e olimpico alle parallele simmetriche. Alle Olimpiadi di Londra 2012 ha contribuito al quarto posto della squadra ucraina, mentre alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016 si è aggiudicato la medaglia d'argento nel concorso individuale e la medaglia d'oro alle parallele.

Indice

CarrieraModifica

2011: Universiadi Estive di ShenzhenModifica

Durante le Universiadi Estive compete nella finale al volteggio dove, con una media di 15.262 punti, finisce al settimo posto;[1] partecipa inoltre alla finale a squadre, contribuendo al quinto posto della squadra ucraina.[2] In ottobre partecipa, insieme a Mykola Kuksenkov, Vitalii Nakonechnyi, Oleg Stepko, Igor Radivilov e Roman Zozulya, ai Campionati Mondiali di Tokyo. Con 14.461 al corpo libero, 13.866 al cavallo con maniglie, 14.833 al volteggio e 13.800 alle parallele simmetriche, arriva quinto con l'Ucraina.

2012: Olimpiadi di LondraModifica

Inizia l'anno olimpico partecipando all'AT&T American Cup, dove finisce sesto con un complessivo di 88.132 punti.[3] In seguito compete ai Campionati Europei di Montpellier: arriva quinto nel concorso a squadre e secondo alle parallele simmetriche (15.660), dietro di un solo decimo dal tedesco Marcel Nguyen (15.760).

Con 90.300 punti domina la classifica individuale dei Campionati Nazionali, battendo il secondo classificato Oleg Stepko di ben 2.650 punti.

In estate, insieme ai connazionali Nikolaj Kuksenkov, Vitalij Nakonečnyj, Oleh Stepko e Ihor Radivilov, partecipa ai Giochi Olimpici di Londra; con un complessivo di 88.964 punti si qualifica al tredicesimo posto nel concorso generale individuale e al settimo posto nel concorso a squadre. Durante la finale individuale esegue il secondo miglior volteggio della giornata (16.233, dietro solo al campione olimpico Kōhei Uchimura), ma commette degli errori al corpo libero (14.533) e al cavallo con maniglie (13.966), finendo undicesimo. Durante la finale a squadre, con un complessivo di 271.526 punti, la squadra ucraina arriva inizialmente terza ma, in seguito al ricorso della squadra giapponese, finisce in quarta posizione a soli due decimi dal podio.[4]

2013: Europei di Mosca e Universiade di Kazan'Modifica

Il 2013 è un anno ricco di successi per Veryayev: diventa campione nazionale, vice-campione all'American Cup e medaglia di bronzo ai campionati europei di Mosca.

In estate partecipa all'Universiade di Kazan' 2013, dove trascina la squadra ucraina (formata da Oleg Stepko, Petro Pakhnyuk e Maksym Semiankiv) al secondo posto del rispettivo concorso; si qualifica inoltre per la finale del concorso individuale e alla sbarra, vincendo due medaglie di bronzo.[5]

2014: Campionati Mondiali di NanningModifica

Nel mese di paggio prende parte ai Campionati Europei di Sofia dove, con 15.100 al corpo libero, 14.400 al cavallo, 14.900 agli anelli, 14.783 al volteggio, 15.591 alle parallele e 14.600 alla sbarra, aiuta la squadra ucraina a vincere la medaglia di bronzo con 262.087 punti. Nelle finali di specialità vince la medaglia d'oro alle parallele simmetriche (15.966) e la medaglia di bronzo al volteggio (14.916). Partecipa poi ai Campionati Mondiali di Nanning, dove diventa campione nella sua specialità, le parallele.

Il 29 ottobre partecipa al Memorial Gander in Svizzera, dove vince il titolo generale con 62.250 punti, battendo di ben due punti il secondo classificato Fabian Hambuechen.[6]

 
Oleg Verniaiev insieme a Marius Berbecar e Christian Baumann.

2015: American Cup, Campionati Europei di MontpellierModifica

Il 7 marzo 2015 partecipa all'AT&T American Cup, vincendo il titolo con 90.597 punti e superando nell'ultima rotazione alla sbarra (15.066) il terzo classificato Donnell Whittenburg. Supera di 0.499 punti il secondo classificato Ryohei Kato, grazie soprattutto al 15.900 ottenuto alle parallele simmetriche.

Viene convocato per partecipare ai Campionati Europei di Montpellier, in programma dal 15 al 19 aprile in Francia. Con degli altissimi punteggi (14.400 corpo libero, 15.000 cavallo con maniglie, 15.233 anelli, 14.933 volteggio, 16.116 parallele pari, 13.900 sbarra), vince la medaglia d'oro nel concorso generale individuale.[7] Si conferma campione europeo alle parallele, grazie al punteggio di 15.866.

In estate partecipa ai Giochi Europei, aiutando la squadra ucraina a vincere la medaglia d'argento. Individualmente si qualifica per le finali del concorso individuale e in tutte le finali ad attrezzo, ad eccezione di quella agli anelli. Vince il titolo individuale con un punteggio finale di 90.332 e il titolo al volteggio con una media di 15.226; arriva inoltre sesto al corpo libero (14.233) e quinto al cavallo con maniglie (13.833), alle parallele simmetriche (14.633) e alla sbarra (14.900).

Ai Campionati Mondiali di Glasgow, gara qualificante per le Olimpiadi di Rio de Janeiro, compete su tutti e sei gli attrezzi e si qualifica per le finali del concorso individuale, al cavallo con maniglie, al volteggio e alle parallele. Nella finale all-around un errore al cavallo con maniglie non gli permette di andare oltre il quarto posto (89.640), a soli quattro decimi dal terzo classificato Deng Shudi (90.099). Nelle finali di specialità vince la medaglia d'argento alle parallele simmetriche (16.066); arriva inoltre quarto al volteggio (15.283), sesto al cavallo con maniglie (15.266)

2016: Olimpiadi di Rio de JaneiroModifica

Dal 25 al 29 maggio compete ai Campionati Europei di Berna, dove vince la medaglia d'oro al volteggio (15.399) e l'argento alle parallele (15.716), dietro al russo David Belyavskiy (16.033).

Ad agosto partecipa insieme ai connazionali Vladyslav Hryko, Ihor Radivilov, Maksym Semjankiv e Andrij Sieničkin ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro dove la squadra ucraina conclude la gara all'ottavo posto. Individualmente, grazie a delle buonissime prestazioni su tutti gli attrezzi, si qualifica per la finale all-around, al cavallo con maniglie, al volteggio, alle parallele e alla sbarra. Conquista la medaglia d'argento nel concorso individuale, concludendo la gara con 92.266 punti alle spalle solo del giapponese Kōhei Uchimura e la medaglia d'oro nelle parallele con 16.041 punti.[8][9] A causa di alcuni errori e cadute arriva quinto al cavallo, settimo al volteggio e alla sbarra.

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica