Oroscopo

L'oroscopo è l'interpretazione astrologica della posizione degli astri al momento in cui si verifica un qualsiasi evento
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la canzone di Calcutta, vedi Oroscopo (singolo).

L'oroscopo dal termine latino hōroscopus, a sua volta proveniente dal greco ὡροσκόπος hōroskópos, composto di ὥρα, hṓra, «durata di tempo», e σκοπέω, skopéō, «osservare», quindi propriamente «osservare l'ora»[2] è l'interpretazione astrologica della posizione degli astri al momento in cui si verifica un qualsiasi evento.[3] L'arte divinatoria, che è solo uno degli aspetti di un oroscopo,[3] si chiama oroscopia.[4]

Affresco di Baldassarre Peruzzi che raffigura l'Oroscopo di Agostino Chigi, in cui i pianeti e le costellazioni, rappresentati in sembianze mitologiche, fanno riferimento ad una precisa posizione astronomica (volta della Loggia di Galatea di Villa Farnesina a Roma)[1]

Oroscopo e tema nataleModifica

«Allo stesso modo in cui nel giorno in cui nascesti il Sole si offrì al saluto dei pianeti, così in seguito crescesti in base alla legge di quell'ora. Così dev'essere, sfuggire non puoi. Già lo dissero profeti e sibille, e nessun tempo e nessuna forza può spezzare la forma già coniata che vivendo si evolve.»

(Johann Wolfgang Goethe, Scritti orfici, 1817)

L'oroscopo adotta una concezione del tempo basata sul principio di analogia, cioè sulla somiglianza analogica tra un determinato periodo di tempo ed un modello di riferimento, tramite cui poterlo interpretare. La capacità di associare il tempo ad una precisa qualità, su cui si fondavano antiche scienze sapienziali come l'astrologia, la magia, la medicina, era attribuita soprattutto ai sapienti e ai sacerdoti, ritenuti in grado di leggere i segni dei tempi.[5]

La corrispondenza tra eventi celesti e terreni, riassunta nel motto ermetico «come in alto così in basso»,[6] veniva così estesa anche al piano temporale, nel senso che ogni istante poteva contenere e riassumere in sé l'eternità intera; soprattutto il momento iniziale di un accadimento era considerato il più importante, come un seme contenente l'intera pianta. Da qui la consapevolezza di dover cominciare un'attività nel momento opportuno (kairos), ossia corrispondente alla qualità del risultato che si desiderava ottenere, come una vittoria militare, la buona riuscita di un matrimonio, il successo di un'impresa economica. L'abitudine di consultare gli astri prima di iniziare un'attività divenne prevalente soprattutto nel Rinascimento.[7]

L'oroscopo più comune in ambito astrologico è pertanto basato sul tema natale, ovvero la rappresentazione degli astri formulata al momento della nascita di una persona.[8]

Oroscopi cinesiModifica

In astrologia cinese, oroscopi sono basati sul simbolismo del zodiaco cinese, un sistema di elementi e animali associati con ogni anno secondo un ciclo sessagesimale. Gli oroscopi cinesi appaiono spesso nelle sezioni oroscopi di giornali e riviste insieme agli oroscopi occidentali[9].

Oroscopo nel linguaggio comuneModifica

Viene chiamata oroscopo anche la pubblicazione di predizioni generiche sul destino individuale delle persone, classificate secondo il segno zodiacale di nascita; queste predizioni si basano sull'influenza che il passaggio dei pianeti potrebbe avere, nel periodo di tempo considerato dall'oroscopo, sulle persone nate in un determinato segno zodiacale.

CriticheModifica

Critica psicologicaModifica

I segni zodiacali, sono spesso usati per prevedere i tratti della personalità di una persona. Tuttavia, l'uso dei segni zodiacali per predire la personalità non è valido o affidabile. In uno studio in doppio cieco che ha testato l'affidabilità dello zodiaco per prevedere la personalità, un astrologo ha dovuto abbinare il segno zodiacale di una persona al risultato del loro CPI (California Personality Inventory). Il CPI è un metodo affidabile per determinare la personalità di un individuo. È stato scoperto che gli astrologi non erano in grado di abbinare correttamente il segno zodiacale al risultato CPI oltre l'assegnazione casuale[10]. Ciò significa che l'astrologia non è altro che un test del caso e non è un modo affidabile per prevedere la personalità.

Allo stesso modo, il segno zodiacale può essere utilizzato per creare oroscopi che predicono gli eventi che accadranno nella vita di un individuo. Tuttavia, come usare il segno zodiacale per i tratti della personalità, anche usarlo per gli oroscopi è inaffidabile. La previsione di un astrologo per un oroscopo è tipicamente completamente estranea alla previsione di un altro astrologo[11]. Tuttavia, molte persone credono ancora che il loro oroscopo sia perfettamente in linea con gli eventi della loro vita. Ci sono alcune possibili spiegazioni per questo. Gli oroscopi hanno una formulazione vaga e si basano su tipiche attività quotidiane[11]. A causa di ciò, è più facile per le persone relazionarsi con queste affermazioni e aumentare la loro convinzione che si tratti di una vera scienza. Inoltre, le aspettative di una persona in genere la portano a distorcere il modo in cui percepisce le informazioni, quindi le sue aspettative sono confermate. In uno studio, gli oroscopi dei partecipanti sono stati abbinati agli eventi del giorno precedente. Quando gli oroscopi venivano presentati con il segno zodiacale del partecipante, era più probabile che gli altri partecipanti riferissero che l'oroscopo corrispondeva agli eventi del giorno precedente rispetto a quando il loro segno zodiacale non era presente[12]. Questo mostra come gli individui influenzeranno le loro percezioni in base alle aspettative. Questo fa sembrare gli oroscopi affidabili, quando invece non lo sono.

Critica scientificaModifica

Le stelle sono sfere luminose di idrogeno ed elio all'interno di nubi di polvere tenute insieme dalla loro stessa gravità. Si formano per accumulo di gas e polveri che collassano per gravità. L'astrologia tenta di studiare come la posizione, i movimenti e le proprietà dei corpi celesti influenzano le persone e gli eventi sulla terra. Sebbene abbia i suoi sostenitori, l'astrologia è stata respinta dalla comunità scientifica. Alcuni oroscopi basano le loro previsioni sul "movimento" delle stelle. Tuttavia, questo è impreciso poiché le stelle in realtà non si muovono ma sembrano farlo perché la terra ruota sul proprio asse e orbita attorno al sole. Inoltre, nessuna delle risposte fornite dall'astrologia è effettivamente basata sulla scienza[13]. Secondo un astronomo americano, quindi, il motivo per cui l'astrologia può sembrare che funzioni è perché i nostri cervelli sono programmati per cercare conferme, anche quando non ne esistono. Molti professionisti dell'astrologia affermano che l'astrologia è davvero una scienza, tuttavia, nonostante molti tentativi ed esperimenti, l'efficacia e le prove scientifiche dell'astrologia devono ancora essere dimostrate. In conclusione, l'astrologia non ha un meccanismo verificabile dietro di sé e gli astrologi non seguono alcun tipo di metodo scientifico nel loro processo, quindi non può essere classificata come scienza[14].

Critica cristianaModifica

Nel cristianesimo, molti dicono che le persone non dovrebbero usare gli oroscopi o praticare l'astrologia in generale, citando Deuteronomio 4:19, Deuteronomio 18:10-12 e Isaia 47:13-14 dalla Bibbia[15]. L'evangelista e ministro Billy Graham ha detto: "Dio ha creato le stelle (così come ogni altra cosa nell'universo), ma ha inteso che fossero un testimone del suo potere e della sua gloria, non come un mezzo per guidarci o predire il futuro»[16].

Truffe e guadagni sull'oroscopoModifica

Alcuni studi e fatti di cronaca evidenziano come credere all'oroscopo possa portare a spianare la strada a truffatori che guadagnano sulle false credenze[17][18][19][20][21].

NoteModifica

  1. ^ G. Mori, Baldassarre Peruzzi, Oroscopo di Agostino Chigi, Loggia di Galatea, ne I luoghi di Raffaello a Roma, a cura di L. Cassanelli e S. Rossi, pp. 38-40, Multigrafica editrice, Roma 1983.
  2. ^ Oroscopo, su treccani.it.
  3. ^ a b Henri J. Gouchon, Dizionario di astrologia, alla voce "astrologia" a pag. 114, e "oroscopo" a pag. 595, trad. it. di Antonino Anzaldi, Mondadori, 1993.
  4. ^ Etimologia di "oroscopo", su etimo.it.
  5. ^ Johannes Fabricius, L'alchimia. L'arte regia nel simbolismo medievale, pag. 47, Mediterranee, 1997.
  6. ^ Julius Evola, La Tradizione Ermetica (1931), pag. 53, Roma, Mediterranee, 2006.
  7. ^ Antonio Clericuzio, Germana Ernst, Il Rinascimento italiano e l'Europa, vol. V, pag. 29, Fondazione Cassamarca, 2008.
  8. ^ Oroscopo tutto da rifare, in la Repubblica, 21 gennaio 1995, p. 20.
  9. ^ Caratteristiche del tuo segno cinese, su Oroscopo.it. URL consultato il 7 ottobre 2021.
  10. ^ S. Carlson, Double-blind test of astrology., in Nature, vol. 318, n. 6045, 1983, pp. 419–425, Bibcode:1985Natur.318..419C, DOI:10.1038/318419a0.
  11. ^ a b & Sunerton, B. Fichten, C.S., Popular horoscopes and the "barnum effect", in The Journal of Psychology, vol. 114, 1983, pp. 123–134, DOI:10.1080/00223980.1983.9915405.
  12. ^ & Munro, J.E. Munro, G.D., Using daily horoscopes to demonstrate expectancy confirmation., in Teaching of Psychology, vol. 27, n. 2, 2000, pp. 114–116, DOI:10.1207/S15328023TOP2702_08.
  13. ^ James J. Heckman, Selection Bias and Self-Selection, in Microeconometrics, 2010, pp. 242–266, DOI:10.1057/9780230280816_29, ISBN 978-0-230-23881-7.
  14. ^ Where do Zodiac Signs Come From? Here's the True History Behind Your Horoscope, su time.com.
  15. ^ Addressing astrology and horoscopes, su WELS. URL consultato il 16 ottobre 2020.
  16. ^ Billy Graham: Yes, God created the stars, but not as a means to predict the future, su kansascity.com. URL consultato il 16 ottobre 2020.
  17. ^ Dobbiamo liberarci dall'oroscopo!, su Wired, 7 gennaio 2015. URL consultato il 7 ottobre 2021.
  18. ^ L’oroscopo è pura fuffa: stelle e pianeti non sono in grado di condizionare la vostra vita, su Fanpage. URL consultato il 7 ottobre 2021.
  19. ^ Perché è pericoloso leggere il proprio oroscopo?, su Aleteia.org - Italiano. URL consultato il 7 ottobre 2021.
  20. ^ Oroscopi, il rischio di parlarne, su lastampa.it, 9 gennaio 2012. URL consultato il 7 ottobre 2021.
  21. ^ Perché credere agli oroscopi. E perché non crederci., su Focus.it. URL consultato il 7 ottobre 2021.

BibliografiaModifica

  • La nuova enciclopedia delle scienze, Milano, Garzanti, 1988, p. 158.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàThesaurus BNCF 18151 · LCCN (ENsh85062074
  Portale Astrologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astrologia