Osservatorio di Cincinnati

osservatorio astronomico

L'Osservatorio di Cincinnati è un osservatorio astronomico situato a Cincinnati, nell'Ohio (Stati Uniti), nei pressi del quartiere residenziale di Mount Lookout. È formato da due edifici che ospitano due telescopi rifrattori, con apertura rispettivamente di 28 e 41 centimetri. Fondato nel 1842, è il più antico osservatorio professionale degli Stati Uniti.[1] Pur non potendo competere con i moderni telescopi riflettori, sofferente da subito a causa dell'inquinamento luminoso ed anche a causa del degrado degli impianti mai aggiornati, ha sempre mantenuto un ruolo importante nell'ambito dell'istruzione e della divulgazione astronomica; dal 1979 è incorporato nel Dipartimento di Fisica dell'Università di Cincinnati.[2][3]

Cincinnati Observatory
Cincinnati Observatory.JPG
L'edificio originale a Mount Lookout
OrganizzazioneUniversità di Cincinnati
Codice765
StatoStati Uniti Stati Uniti
LocalitàCincinnati, Ohio
Fondazione1842
Sitowww.cincinnatiobservatory.org/
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
Cincinnati Observatory
Cincinnati Observatory

StoriaModifica

 
Illustrazione del telescopio rifrattore da 11 pollici (28 cm) "Merz e Mahler"[4]

L'osservatorio di Cincinnati fu inizialmente costruito da Ormsby M. Mitchel nel quartiere di Mount Adams,[5] un'area collinare circondata da parchi che domina il centro di Cincinnati. Il banchiere Nicholas Longworth donò 4 acri (1,6 ettari) di terreno allo scopo.[6] Attualmente sul sito si trovano il monastero e la cappella della Santa Croce.[7] La prima pietra dell'edificio fu posata il 9 novembre 1843 e a presiedere l'occasione fu l'ex presidente americano John Quincy Adams.[8]

Il telescopio rifrattore Merz era il più grande degli Stati Uniti all'epoca della realizzazione dell'osservatorio.[9]

Nel 1871 l'osservatorio passò sotto il controllo dell'Università di Cincinnati, e nel 1873 fu trasferito nel quartiere di Mount Lookout dove si trova ancora oggi, lontano dagli agenti inquinanti .[10] Il terreno su cui sorge fu donato alla città da John Kilgour nel 1872.[11] L'edificio fu costruito dallo studio dell'architetto di Cincinnati Samuel Hannaford.[12] Dal 1884 al 1930 l'osservatorio fu diretto dall'astronomo Jermain G. Porter.[13][14] La struttura fa parte di un più ampio distretto nel quartiere residenziale di Hyde Park e nel 1998 è stato dichiarato National Historic Landmark.[15]

L'asteroide 1373 Cincinnati è stato intitolato all'osservatorio, con menzione al gruppo di collaboratori che ha contribuito alla determinazione dei parametri orbitali del corpo celeste[16].

StrumentazioneModifica

  • Rifrattore Merz e Mahler da 11 pollici del 1845 – Situato nel Mitchel Building. Potrebbe essere il più antico telescopio continuativamente utilizzato al mondo. Al giorno d'oggi è utilizzato per i programmi di istruzione pubblica.
  • Rifrattore Alvan Clark & Sons da 16 pollici del 1904 – Situato nell'Edificio Herget; viene utilizzato durante i programmi di istruzione pubblica e nella ricerca universitaria.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN129098555 · LCCN (ENn87801226 · J9U (ENHE987007383787405171 · WorldCat Identities (ENlccn-n87801226

NoteModifica

  1. ^ Felix Winternitz & Sacha DeVroomen Bellman, Insiders' Guide to Cincinnati, Globe Pequot, 2007, pp. 164, ISBN 9780762741809.
  2. ^ (EN) Cincinnati Observatory Center, su observatoriesofohio.org.
  3. ^ (EN) Center For Astronomy Education, su cincinnatiobservatory.org. URL consultato il 13 ottobre 2021.
  4. ^ da: Smith's Illustrated Astronomy, 1848
  5. ^ Charles Theodore Greve, Centennial History of Cincinnati and Representative Citizens, Volume 1, Biographical Publishing Company, 1904, pp. 713.
  6. ^ Charles Theodore Greve, Centennial History of Cincinnati and Representative Citizens, Volume 1, Biographical Publishing Company, 1904, pp. 898.
  7. ^ Rolfes, Steven, Cincinnati Landmarks, Arcadia Publishing, Oct 29, 2012, pp. 50, ISBN 9780738593951.
  8. ^ Charles Theodore Greve, Centennial History of Cincinnati and Representative Citizens, Volume 1, Biographical Publishing Company, 1904, pp. 899.
  9. ^ (EN) Bessie Judith (Zaban) Jones, Bessie Z. Jones e Bessie Zaban Jones, The Harvard College Observatory: The First Four Directorships, 1839-1919, Harvard University Press, 1971, ISBN 9780674374607.
  10. ^ Grace, Kevin, Legendary Locals of Cincinnati, Arcadia Publishing, Jan 4, 2012, pp. 12, ISBN 9781467100021.
  11. ^ Charles Theodore Greve, Centennial History of Cincinnati and Representative Citizens, Volume 1, Biographical Publishing Company, 1904, pp. 896.
  12. ^ Federal Writers' Project, Cincinnati, a Guide to the Queen City and Its Neighbors, 1943, pp. 308, ISBN 9781623760519.
  13. ^ Porter, Jermain Gildersleeve.
  14. ^ "Dr. J.G. Porter, Astronomer, Dead".
  15. ^ (EN) THE CINCINNATI OBSERVATORY: NATIONAL HISTORIC LANDMARK (PDF), su congress.gov, 14 maggio 1998.
  16. ^ (1373) Cincinnati = 1935 QN, su MPC.