Apri il menu principale
Ossobuco
Veal-shank.jpg
Ossibuchi da cuocere
Origini
Luogo d'origineItalia Italia
RegioneLombardia
Zona di produzioneMilano
Dettagli
Categoriasecondo piatto
Ingredienti principali
  • Carne bovina
  • burro
  • pomodoro
  • cipolla
 
Ossobuco servito con il risotto

L'ossobuco (Insubre: òss bus grafia classica, òs büüs altra grafia; pronuncia: /ˌɔz ˈbyːs/) è un taglio di carne di bovino (la parte superiore della gamba in corrispondenza della tibia), da cui deriva un tipico piatto della cucina milanese.

Indice

PreparazioneModifica

Ci sono vari modi di prepararlo. Può essere servito come seconda portata, ma solitamente accompagna il risotto allo zafferano[1]. La parte da cucinare proviene dalla tibia della vitella da latte, da cui si ricavano fette di circa 3-4 cm di altezza, contenenti l'osso che, nel piatto mostra, appunto, il buco contenente il midollo. Parte integrante della ricetta dell'osso buco alla milanese è la gremolada, trito finissimo a base di limone, aglio e prezzemolo.

NoteModifica

  1. ^ Ossobuco in Vocabolario, su treccani.it. URL consultato il 13 maggio 2014.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica