Apri il menu principale

Otello (film 1986)

film del 1986 diretto da Franco Zeffirelli
Otello
Titolo originaleOtello
Paese di produzioneItalia, Paesi Bassi
Anno1986
Durata122 min
Generedrammatico, musicale
RegiaFranco Zeffirelli
SoggettoArrigo Boito, da William Shakespeare
SceneggiaturaFranco Zeffirelli
ProduttoreCannon Producton
Distribuzione in italianoPIC
FotografiaEnnio Guarnieri
MontaggioFranca Silvi, Peter Taylor
MusicheGiuseppe Verdi
ScenografiaFranco Zeffirelli, Gianni Quaranta
CostumiMaurizio Millenotti, Anna Anni
Interpreti e personaggi

Otello è un film del 1986 diretto da Franco Zeffirelli, trasposizione cinematografica dell'omonima opera di Giuseppe Verdi su libretto di Arrigo Boito, ispirata all'Otello di William Shakespeare. L'Orchestra ed il Coro del Teatro alla Scala sono diretti da Lorin Maazel.
È stato presentato in concorso al 39º Festival di Cannes.[1]

TramaModifica

Cipro, fine del XV secolo. Otello è il nuovo comandante dell'isola per conto di Venezia; poco dopo il suo sbarco, reso difficoltoso da una tempesta, l'alfiere Jago crea tumulto durante una festa, facendo ubriacare il capitano Cassio che ferisce Montano, predecessore di Otello nel governo dell'isola. Giunto sul posto il comandante toglie a Cassio il ruolo di capitano; a questo punto iniziano le trame di Jago, il quale odia profondamente Otello.
L'alfiere spinge Cassio a chiedere alla buona Desdemona, moglie di Otello, di intercedere per lui presso il marito e, contemporaneamente, inizia ad insinuare ad Otello che esiste una relazione tra Cassio e Desdemona. Il crescendo di queste insinuazioni e la creazione di false prove (Jago ruba un fazzoletto che Otello aveva regalato alla moglie e lo nasconde in casa di Cassio) portano Otello alla disperazione e alla decisione di uccidere Desdemona.
Una volta compito il delitto viene però scoperto da Emilia, moglie di Jago, che dà l'allarme: alla presenza di Cassio e di altri nobili accorsi Otello racconta i motivi che lo hanno spinto al gesto estremo ed Emilia rivela la verità sul fazzoletto rubato. Per vendetta Jago uccide la moglie e, mentre fugge, viene ucciso da Otello (queste due morti non sono presenti nell'opera di Verdi).
Scoperto l'inganno Otello disperato si trafigge con un pugnale.

ProduzioneModifica

 
I costumi di Otello

Le scene relative al castello sono state girate nel castello di Barletta.

RiconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Official Selection 1986, festival-cannes.fr. URL consultato il 24 giugno 2011.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema