Apri il menu principale
8º Torneo olimpico di pallacanestro
Monaco di Baviera 1972
Munchen 1972.jpg
Informazioni generali
SportBasketball pictogram.svg Pallacanestro
EdizioneGiochi della XX Olimpiade
Paese ospitanteGermania Ovest Germania Ovest
CittàMonaco di Baviera
Periododal 27 agosto 1972
al 9 settembre 1972
Nazionali 16
Incontri disputati72
Classifica finale
Medaglia d'oro VincitoreUnione Sovietica Unione Sovietica
Medaglia d'argento SecondoStati Uniti Stati Uniti
Medaglia di bronzo TerzoCuba Cuba
Cronologia della competizione
Città del Messico 1968 Montréal 1976

Il torneo di pallacanestro ai Giochi della XX Olimpiade si disputò a Monaco di Baviera (all'epoca in Germania Ovest) dal 27 agosto al 9 settembre 1972, e vide la vittoria dell'Unione Sovietica.

Il torneo è ricordato nella storia della pallacanestro per la finale controversa disputata tra gli Stati Uniti e l'Unione Sovietica, in periodo di piena Guerra fredda. Per la prima volta nella storia dei Giochi, gli statunitensi non riuscirono a vincere la medaglia d'oro.

Sedi delle partiteModifica

Fase Città Impianto
Intero torneo Monaco di Baviera Rudi-Sedlmayer-Halle

Squadre partecipantiModifica

RisultatiModifica

Prima faseModifica

Nella prima fase furono organizzati 2 gironi da 8 squadre ciascuno. Le prime 2 classificate ebbero accesso alle semifinali; le altre, a seconda della posizione, disputarono gli incontri validi per i piazzamenti dal 5º al 16º posto.

Gruppo AModifica

Team Pt V - P Pf - Ps
1.   Stati Uniti 14 7 - 0 542 - 312
2.   Cuba 13 6 - 1 560 - 445
3.   Brasile 11 4 - 3 561 - 490
4.   Cecoslovacchia 11 4 - 3 493 - 489
5.   Spagna 10 3 - 4 486 - 500
6.   Australia 10 3 - 4 523 - 524
7.   Giappone 8 1 - 6 442 - 643
8.   Egitto 7 0 - 7 440 - 644

Gruppo BModifica

Team Pt V - P Pf - Ps
1.   Unione Sovietica 14 7 - 0 639 - 479
2.   Italia 12 5 - 2 547 - 471
3.   Jugoslavia 12 5 - 2 582 - 484
4.   Porto Rico 12 5 - 2 570 - 531
5.   Germania Ovest 10 3 - 4 482 - 518
6.   Polonia 9 2 - 5 520 - 536
7.   Filippine 8 1 - 6 526 - 666
8.   Senegal 7 0 - 7 405 - 586

Fase finaleModifica

Piazzamenti 13º-16º postoModifica

L'Egitto abbandonò la competizione dopo il Massacro di Monaco del 5 e 6 settembre. Negli incontri della fase finale gli vennero assegnate due sconfitte a tavolino per 2-0.

Spareggi Finale 13º-14º posto
   Giappone  70  
   Senegal  67  
 
       Giappone  73
     Filippine  82
Finale 15º-16º posto
   Filippine  2    Senegal  2
   Egitto  0      Egitto  0


RisultatiModifica
5 settembre 1972Egitto  0 – 2  Filippine

Monaco di Baviera
5 settembre 1972, ore 20:00
Giappone  70 – 67
(34-39)
referto
  SenegalRudi-Sedlmayer-Halle
Arbitri:   Vladimír Novotný
  Jan Jarzebiński

7 settembre 1972Senegal  2 – 0  Egitto

Monaco di Baviera
7 settembre 1972, ore 15:00
Filippine  82 – 73
(34-38)
referto
  GiapponeRudi-Sedlmayer-Halle
Arbitri:   Vladimír Novotný
  John Holden

Piazzamenti 9º-12º postoModifica

Spareggi Finale 9º-10º posto
   Germania Ovest  69  
   Australia  70  
 
       Australia  91
     Polonia  83
Finale 11º-12º posto
   Spagna  76    Germania Ovest  83
   Polonia  87      Spagna  84


RisultatiModifica
Monaco di Baviera
5 settembre 1972, ore 16:45
Germania Ovest  69 – 70
(46-34)
referto
  AustraliaRudi-Sedlmayer-Halle
Arbitri:   Jim Bain
  Pieter Leegwater

Monaco di Baviera
5 settembre 1972, ore 21:45
Spagna  76 – 87
(33-38)
referto
  PoloniaRudi-Sedlmayer-Halle
Arbitri:   Renato Righetto
  Willy Bestgen

Monaco di Baviera
8 settembre 1972, ore 16:45
Germania Ovest  83 – 84
(40-38[1])
referto
  SpagnaRudi-Sedlmayer-Halle
Arbitri:   Yurij Mukhamedzhanov
  Mario Quintero

Monaco di Baviera
9 settembre 1972, ore 17:45
Australia  91 – 83
(41-42)
referto
  PoloniaRudi-Sedlmayer-Halle
Arbitri:   Francesco Bianchi
  Willy Bestgen

Piazzamenti 5º-8º postoModifica

Spareggi Finale 5º-6º posto
   Cecoslovacchia  63  
   Jugoslavia  66  
 
       Jugoslavia  86
     Porto Rico  70
Finale 7º-8º posto
   Porto Rico  87    Cecoslovacchia  69
   Brasile  83      Brasile  87


RisultatiModifica
Monaco di Baviera
6 settembre 1972, ore 15:00
Cecoslovacchia  63 – 66
(25-34)
referto
  JugoslaviaRudi-Sedlmayer-Halle
Arbitri:   Jim Bain
  Willy Bestgen

Monaco di Baviera
6 settembre 1972, ore 20:00
Porto Rico  87 – 83
(40-42)
referto
  BrasileRudi-Sedlmayer-Halle
Arbitri:   Kostas Dimou
  Jan Jarzebiński

Monaco di Baviera
8 settembre 1972, ore 20:00
Cecoslovacchia  69 – 87
(40-38)
referto
  BrasileRudi-Sedlmayer-Halle
Arbitri:   Rudolf Anheuser
  Osvaldo Otero

Monaco di Baviera
9 settembre 1972, ore 21:00
Jugoslavia  86 – 70
(40-42)
referto
  Porto RicoRudi-Sedlmayer-Halle
Arbitri:   Ervin Kassai
  Hugh Richardson

Piazzamenti 1º-4º postoModifica

Spareggi Finale 1º-2º posto
   Unione Sovietica  67  
   Cuba  61  
 
       Unione Sovietica  51
     Stati Uniti  50
Finale 3º-4º posto
   Stati Uniti  68    Cuba  66
   Italia  38      Italia  65


RisultatiModifica

Semifinali

Monaco di Baviera
6 settembre 1972, ore 16:45
Unione Sovietica  67 – 61
(35-36)
referto
  CubaRudi-Sedlmayer-Halle
Arbitri:   Pieter Leegwater
  Yukio Takishim

Monaco di Baviera
6 settembre 1972, ore 21:45
Stati Uniti  68 – 38
(33-16)
referto
  ItaliaRudi-Sedlmayer-Halle
Arbitri:   Al Rae
  Artenik Arabadžijan

finali

  • 3º-4º posto
Monaco di Baviera
8 settembre 1972, ore 21:45
Cuba  66 – 65
(43-40)
referto
  ItaliaRudi-Sedlmayer-Halle
Arbitri:   Dragaš Jakšić
  Hugh Richardson

  • 1º-2º posto
Monaco di Baviera
9 settembre 1972, ore 23:30
Unione Sovietica  51 – 50
(26-21)
referto
  Stati UnitiRudi-Sedlmayer-Halle (~ 6.500 spett.)
Arbitri:   Renato Righetto
  Artenik Arabadžijan

La finale controversaModifica

La finale vide a lungo in vantaggio i sovietici: a fine primo tempo conducevano di 5 punti, che nel secondo tempo diventarono anche 10. Gli statunitensi riuscirono però a rimontare, fino a portarsi ad un solo punto di distacco a 38 secondi dal termine.

A 10 secondi dal termine lo statunitense Doug Collins intercettò un lungo passaggio di Aleksandr Belov, riuscendo così a involarsi in contropiede verso il canestro. Il tentativo di Collins fu fermato dal fallo di Sak'andelidze, che gli consentì di tirare due tiri liberi; Collins realizzò entrambi i tiri, portando per la prima volta in vantaggio gli Stati Uniti per 50-49.

L'Unione Sovietica effettuò allora una disperata rimessa in gioco con 3 secondi residui, che finì nelle mani dei giocatori statunitensi. Nel mentre, l'allenatore sovietico Vladimir Kondrašin era di fronte al tavolo degli arbitri reclamando in maniera molto accesa un time-out; a quel punto l'arbitro brasiliano Renato Righetto fischiò interrompendo il gioco, a un secondo dal termine. Kondrašin reclamava l'assegnazione di un time-out richiesto, a suo parere, durante i tiri liberi effettuati da Collins; la decisione dell'arbitro Righetto fu quella di far ripartire il gioco con una nuova rimessa sovietica, e un solo secondo da giocare.

Fu pertanto effettuata una seconda rimessa: la sirena della fine del tempo suonò dopo un secondo e gli americani iniziarono a festeggiare. A quel punto intervenne il segretario generale della FIBA, il britannico Renato William Jones, il quale ordinò (pur senza averne il diritto) di effettuare una terza rimessa gioco e ripartire da 3 secondi perché, nel momento in cui i sovietici avevano ricominciato il gioco, il cronometro non era stato resettato a 3 secondi, ma mantenuto a un secondo.

Questa volta il giocatore Ivan Jadėška effettuò un passaggio lungo tutto il campo per Aleksandr Belov, che da sotto canestro segnò i punti decisivi della vittoria sovietica, con il punteggio di 51-50.[2][3]

ConseguenzeModifica

Gli USA sporsero un reclamo che fu rigettato per 3 voti a 2; per protesta, i giocatori statunitensi non si presentarono alla cerimonia di premiazione per ricevere la medaglia d'argento. Le medaglie riservate ai cestisti statunitensi non vennero mai ritirate; nel proprio testamento Kenny Davis scrisse esplicitamente che i propri eredi non avrebbero mai dovuto accettare la medaglia, neanche dopo la sua morte.

Classifica finaleModifica

Campione olimpico
 
  Unione Sovietica
Polyvoda, 5 Paulauskas, 6 Sak'andelidze, 7 Žarmuchamedov, 8 Bološev, 9 Jadėška, 10 S. Belov, 11 Korkia, 12 Dvornyj, 13 Vol'nov, 14 A. Belov, 15 Kovalenko, All. Vladimir Kondrašin
   
Stati Uniti
  Stati Uniti
Davis, 5 Collins, 6 Henderson, 7 Bantom, 8 B. Jones, 9 D. Jones, 10 Forbes, 11 Brewer, 12 Burleson, 13 McMillen, 14 Joyce, 15 Ratleff, All. Henry Iba
   
Cuba
  Cuba
Domecq, 5 R. Herrera, 6 Roca, 7 Chappé, 8 Álvarez, 9 Cañizares, 10 Pérez, 11 Calderón, 12 T. Herrera, 13 Varona, 14 Urgellés, 15 Standard, All. Carmelo Ortega
4.  
Italia
  Italia
Flaborea, 5 Brumatti, 6 Giomo, 7 Cerioni, 8 Masini, 9 Bariviera, 10 Zanatta, 11 Meneghin, 12 Marzorati, 13 Serafini, 14 Bisson, 15 Iellini, All. Giancarlo Primo
5.  
Jugoslavia
  Jugoslavia
Tvrdić, 5 Simonović, 6 Jelovac, 7 Knežević, 8 Damnjanović, 9 Kapičić, 10 Georgievski, 11 Ćosić, 12 Šolman, 13 Plećaš, 14 Čermak, 15 Marović, All. Ranko Žeravica
6.  
Porto Rico
  Porto Rico
Coll, 5 Hatton, 6 Rivera, 7 Thordsen, 8 Rodríguez, 9 Baum, 10 Blondet, 11 Brown, 12 Ortiz, 13 Cruz, 14 Dalmau, 15 Calzada, All. Gene Bartow
7.  
Brasile
  Brasile
Dodi, 5 Radvilas, 6 Bira, 7 Fransérgio, 8 Hélio Rubens, 9 Marquinhos, 10 Joy, 11 Menon, 12 Adilson, 13 Edvar Simões, 14 Zé Geraldo, 15 Mosquito, All. Pedroca
8.  
Cecoslovacchia
  Cecoslovacchia
Novický, 5 Douša, 6 Konopásek, 7 Pospíšil, 8 Kos, 9 Balaštík, 10 Zídek, 11 Zedníček, 12 Bobrovský, 13 Brabenec, 14 Blažek, 15 Růžička, All. Vladimír Heger
9.  
Australia
  Australia
Marsland, 5 Watson, 6 Duke, 7 Wyatt, 8 Palubinskas, 9 Kerle, 10 Byrne, 11 Crosswhite, 12 Tomlinson, 13 James, 14 Bender, 15 Koltuniewicz, All. Lindsay Gaze
10.  
Polonia
  Polonia
Pasiorowski, 5 Korcz, 6 Dolczewski, 7 Niemiec, 8 Seweryn, 9 Kozak, 10 Kasprzak, 11 Cegliński, 12 Łopatka, 13 Białowąs, 14 Durejko, 15 Langosz, All. Witold Zagórski
11.  
Spagna
  Spagna
Brabender, 5 Ramos, 6 Cabrera, 7 Margall, 8 Santillana, 9 Iradier, 10 Buscató, 11 Corbalán, 12 Rullán, 13 Luyk, 14 Estrada, 15 Sagi-Vela, All. Antonio Díaz-Miguel
12.  
Germania Ovest
  Germania Ovest
Uhlig, 5 Weinand, 6 Kuprella, 7 Ampt, 8 Krüger, 9 Pethran, 10 Pollex, 11 Linnemann, 12 Geschwindner, 13 Wohlers, 14 Keller, 15 Thimm, All. Theodor Schober
13.  
Filippine
  Filippine
Ocampo, 5 Melencio, 6 Mariano, 7 Florencio, 8 Bernardo, 9 Samson, 10 Papa, 11 Adornado, 12 Martírez, 13 Paner, 14 Webb, 15 Cleofás, All. Ignacio Ramos
14.  
Giappone
  Giappone
Taniguchi, 5 Sugita, 6 Yokoyama, 7 Abe, 8 Sōda, 9 Hattori, 10 Yoshikawa, 11 Sakai, 12 Chigusa, 13 Mori, 14 Somatomo, 15 Numata, All. Shigeyoshi Kasahara
15.  
Senegal
  Senegal
Diandy, 5 P. Diop, 6 Fall, 7 Camara, 8 Sagna, 9 N'Diaye, 10 Lopis, 11 M. Diop, 12 Seck, 13 Guèye, 14 Thiam, 15 Traoré, All. Amadou Diaw
16.  
Egitto
  Egitto
Hilal, 5 Khaled, 6 Guenidi, 7 Mubarak, 8 Kamel, 9 Tewfiq, 10 el-Saharty, 11 Selim, 12 Ibrahim, 13 Aboulkheir, 14 Kamal, 15 Abdel Nabi, All. Nello Paratore

NoteModifica

  1. ^ Secondo altre fonti l'incontro finì dopo un tempo supplementare, con i tempi regolamentari terminati sul 75-75.
  2. ^ (EN) Daniel Golden, Three Seconds At 1972 Olympics Haunt U.S. Basketball, Bloomberg, 23 luglio 2012.
  3. ^   NBA and FIBA Max Hopey, 1972 USSR-USA Final Olympics Basketball", su YouTube, 5 settembre 2014.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica