Apri il menu principale
Parham Maghsoodloo
Parham Maghsoodloo R6 17th Asian Continental Chess Championships (cropped).jpg
Parham Maghsoodloo nel 2018
Nazionalità Iran Iran
Scacchi Chess.svg
Categoria GM
Ranking 2656 (luglio 2019), al mondo 94º
Best ranking 2689 (novembre 2018), al mondo 54º
Palmarès
Transparent.png Campionati mondiali juniores
Oro Campionato mondiale U20 - Gebze 2018
Transparent.png Campionati nazionali
Oro Campionato iraniano - Tehran 2017
Oro Campionato iraniano - Bushehr 2018
Statistiche aggiornate al 7 luglio 2019

Parham Maghsoodloo (in persiano پرهام مقصودلو) (Gorgan, 12 agosto 2000[1]) è uno scacchista iraniano, Grande Maestro.

Indice

CarrieraModifica

Maestro Internazionale dal 2016, lo stesso anno ha ottenuto anche il titolo di Grande Maestro.[1]

Ha partecipato alla Coppa del Mondo 2015, nella quale è stato eliminato al primo turno da Wesley So con il risultato di 0-2.[2]

 
Contro Elisabeth Pähtz durante il Challenger di Wijk aan Zee. Alle loro spalle riconoscibili da sinistra a destra Teimur Radjabov, Richárd Rapport, Samuel Shankland e Magnus Carlsen

Ha vinto il Campionato iraniano nel 2017 (7 su 11)[3] e 2018 (9 su 11).[4]

Nel settembre 2018 a Gebze, in Turchia, vince con un turno di anticipo il Campionato del mondo U20 con il punteggio di 9,5 su 11 (+9 =1 -1, performance di 2823).[5] Questo risultato gli vale l'invito alla sezione Challenger del Torneo di Wijk aan Zee e la partecipazione alla Coppa del Mondo 2019.[6]. In novembre prende parte a San Pietroburgo al Chigorin Memorial, evento che lo vede concludere 9° con 7 su 9 ad un punto di distacco dal vincitore, il suo connazionale Pouya Idani.[7]

Nel gennaio 2019 partecipa alla sezione Challenger del Torneo di Wijk aan Zee, chiudendo 7º su 14 con il punteggio di 7 su 13 (+4 =6 -3).[8] In giugno partecipa come N.5 del tabellone al Campionato asiatico individuale nel quale giunge 23º con 5 punti su 9 (+3 =4 -2).[9] In luglio, dopo aver superato in semifinale Jaime Santos Latasa per 2,5 a 1,5[10] e in finale Vassily Ivanchuk per 3 a 1 [11], vince la 32ma edizione del Torneo Magistral Ciudad de Leon, evento disputato con la cadenza di 20+10.

NazionaleModifica

Con la Nazionale ha partecipato come 2a scacchiera alle Olimpiadi di Baku 2016, evento che ha concluso con +5 =6 -0 nelle 11 partite giocate[12] e come 1a scacchiera a quelle di Batumi 2018. In questa seconda partecipazione ha ottenuto 6,5 punti (+5 =3 -2).[13]

NoteModifica

  1. ^ a b Gino Di Felice, Chess International Titleholders, 1950–2016, McFarland, 2018, p. 196.
  2. ^ (EN) World Chess Cup 2015, su worldchesscup.com. URL consultato il 14 settembre 2018.
  3. ^ (EN) Iranian Championship 2017, su chess24.com. URL consultato il 14 settembre 2018.
  4. ^ (EN) Iranian Championship 2018, su chess24.com. URL consultato il 14 settembre 2018.
  5. ^ (EN) Player overview for IRI, su chess-results.com. URL consultato il 16 settembre 2018.
  6. ^ (EN) Parham Maghsoodloo Is World Junior Chess Champion, in Financial Tribune, 16 settembre 2018. URL consultato il 16 settembre 2018.
  7. ^ M.Chigorin Memorial 2018 - Tabellone finale dopo 9 turni, su chess-results.com. URL consultato il 5 novembre 2018.
  8. ^ (EN) Tata Steel 2019, 13: Carlsen’s Magnificent Seven, su chess24.com. URL consultato il 5 aprile 2019.
  9. ^ (EN) Asian Continental Open and Women's Championships 2019 (Open Group) - Player info Maghsoodloo Parham, su chess-results.com. URL consultato il 18 giugno 2019.
  10. ^ 2ª Semifinal, su chess-results.com. URL consultato il 7 luglio 2019.
  11. ^ XXXII Torneo Magistral Ciudad de Leon, su chess-results.com. URL consultato il 7 luglio 2019.
  12. ^ (EN) 42nd Chess Olympiad: Baku 2016 - Individual statistics, su olimpbase.org. URL consultato il 14 settembre 2018.
  13. ^ 43rd Olympiad Batumi 2018 Open - Formazione squadra per Federazione IRI - Open, su chess-results.com. URL consultato il 18 giugno 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica