Apri il menu principale

Pegging

pratica sessuale
Una donna fa pegging con un uomo indossando uno strap-on dildo

Il termine pegging designa una pratica sessuale nella quale un uomo è penetrato analmente da una donna che indossa uno strap-on dildo.

Pegging è il termine vincitore nella gara di neologismi bandita da Dan Savage, esponente della comunità omosessuale e attivista LGBT, nel giugno del 2001 nella sua rubrica Savage Love. In quel contesto, l'accezione data da Savage voleva essere eterosessuale; il concorso fu bandito dopo l'osservazione fatta da Savage sul fatto che non esisteva un nome comune per indicare la pratica in questione.

StoriaModifica

Nel 1998 un produttore di strap-on si rese conto che la maggior parte degli acquirenti non erano lesbiche, ma eterosessuali[senza fonte] : coppie in cui lei penetrava lui. E allora decise di realizzare un video educativo su questa pratica, Bend Over Boyfriend, che ebbe una enorme fortuna in tutto il mondo occidentale. Dall'acronimo del titolo del video si ricavò un verbo e così si iniziò a parlare di «to bob», che, tra l'altro, in lingua inglese significa "andare avanti e indietro"; un acronimo molto evocativo, dunque. Ancora oggi spesso si parla di «Bend Over Boyfriend» per indicare il sesso anale eterosessuale "subito" dall'uomo, ma l'espressione si è rivelata troppo lunga, mentre anche la sua traduzione in verbo, il succitato «to bob» non ha avuto grande fortuna. E così nel 2001, attraverso un contest sul web si è cercato di dare un nome alla pratica.[1][2] Il contest in questione è stato realizzato da Dan Savage, esponente della comunità omosessuale e attivista LGBT, ideatore del Progetto It Gets Better (un progetto online fondato a sostegno della comunità omosessuale nel settembre 2010).

DescrizioneModifica

La pratica del pegging può offrire sensazioni di piacere ad entrambi i partner. Perché la pratica risulti confortevole e appagante per entrambi, occorre preventivamente lubrificare il dildo e la zona anale con un lubrificante intimo, dopodiché la donna può iniziare con cautela la penetrazione fino al contatto del proprio inguine con i glutei dell'uomo. Da quel momento, i movimenti saranno simili a quelli del rapporto anale in cui la parte attiva è svolta prevalentemente dall'uomo. La pressione del pube femminile sui glutei dell'uomo, unita alla stimolazione delle parti interne della prostata, può infine offrire all'uomo un intenso orgasmo anale. Se il dildo è di tipo doppio (con una parte che contemporaneamente penetra nella vagina) la donna, con movimenti appropriati, potrà autostimolare il clitoride ed eventualmente giungere alla fine all'orgasmo. L'aspetto trasgressivo dell'atto può accentuare il grado di libido dei partner.

L'uomo può trarre piacere dalla stimolazione dell'ano, del retto e degli organi adiacenti - specialmente della prostata - a condizione che venga usato lubrificante a sufficienza. La donna, d'altro canto, beneficia della stimolazione diretta operata dalla base del dildo o, nel caso di un dildo a doppia punta, dalla penetrazione vaginale operata dall'altro capo dello strumento. In ogni caso, per aumentare la sensazione di piacere, la donna può utilizzare un vibratore secondario posto tra lo strap-on dildo e la clitoride. Uomini e donne, inoltre, possono eventualmente godere dell'aspetto psicologico della sottomissione e della dominazione, per quanto, secondo la cultura BDSM, l'essere penetrati di per sé non sia atto di sottomissione, né il penetrare di dominazione.

Per alcune tradizioni orientali, l'atto del pegging è portatore di fortuna per la donna, tanto più quanta maggiore è l'eccitazione che essa trae dall'atto, da parte dell'uomo, di "concedersi"[senza fonte]. Proprio in considerazione dello stigma associato al sesso anale (e all'associazione di questo con l'omosessualità), alcune persone - fra cui molti eterosessuali - traggono piacere dall'infrazione del tabù e dalla trasgressività insita nel pegging. Alcune donne possono apprezzare la sensazione di avere un pene simulato e alcuni uomini l'esperienza passiva della penetrazione. Lo stesso Dan Savage, che è gay, ha consigliato ironicamente ad ogni uomo etero di farsi peggare almeno una volta nella vita.

Considerazioni mediche e rischiModifica

La pratica trattata coinvolge direttamente la stimolazione della prostata, una procedura che può portare a molti rischi e problemi. La stimolazione prostatica infatti, eseguita con le mani o con oggetti, include tra i rischi: peggioramento di prostatite acuta e potenziale causa di setticemia, per il rischio di diffondere l'infezione; sanguinamento pertinenziale alla prostata; cellulite (una grave infezione della pelle); riacutizzazione di emorroidi; diffusione del carcinoma della prostata (se già presente); danneggiamento della mucosa del retto. Persone con infiammazione dell'epididimo devono evitare il massaggio. Come regola generale i medici non raccomandano il massaggio della prostata.[3]

Inoltre la produzione di minime lacerazioni dell'epidermide esterna o della mucosa interna dell'ano aumentano il rischio per le malattie sessualmente trasmissibili, (inclusi i virus dell'HIV e dell'HPV). Le infezioni dell'ano e del retto sessualmente trasmesse sono in aumento.[4]


Aspetti controversiModifica

La teoria psicanalitica considera l'espressione della sessualità come un aspetto della personalità non avulso da tutti gli altri comportamenti della vita, e proprio come questi, la sessualità affonda le proprie radici nelle esperienze pregresse dell'individuo. Per la psicoanalisi quindi la pratica sessuale in questione denuncia nel maschio un problema che per lo più deriva da una forma di fissazione inconscia ad una particolare fase infantile dello sviluppo psicosessuale. Gli psicologi aderenti alla teoria psicoanalitica consigliano un percorso di terapia per tali problematiche.[5]

PopolaritàModifica

Il pegging ha fatto recentemente la sua comparsa in un buon numero di film porno. La prima scena di pegging (molto prima che il termine fosse coniato) si trova nel film del 1970 Il caso Myra Breckinridge, sebbene non sia esplicita. La prima rappresentazione esplicita risale probabilmente al 1976, nel film The Opening of Misty Beethoven. Qualche libro e filmato istruttivo è stato prodotto in questi anni, tra cui Bend Over Boyfriend della sessuologa Carol Queen.

Nel ventunesimo secolo, la pornografia pegging ha cominciato a fiorire negli Stati Uniti con grande successo di pubblico, e sono state pubblicate intere serie di studi sull'argomento. Molti degli attori coinvolti sono dichiaratamente omosessuali o bisessuali. Sono da ricordare Strap It On (con una donna nera e un uomo bianco); Babes Balling Boyz, di cui esistono ben sei edizioni; Strap-on Sirenz; Strap-on Chicks; vari film prodotti dai LEDA Studios e la serie ambientata a San Francisco Men In Pain.

NoteModifica

  1. ^ Pegging, noirpink.blogspot.it.
  2. ^ dilaga il ‘pegging’, pratica sessuale in cui la donna sodomizza l’uomo con una cintura fallica, su www.dagospia.com. URL consultato il 19 maggio 2016.
  3. ^ (EN) Rischi del massaggio prostatico, su Medical News Today. URL consultato il 5 ottobre 2019.
  4. ^ Roland Assi, Peter W Hashim e Vikram B Reddy, Sexually transmitted infections of the anus and rectum, in World Journal of Gastroenterology : WJG, vol. 20, nº 41, 7 novembre 2014, pp. 15262–15268, DOI:10.3748/wjg.v20.i41.15262. URL consultato il 4 novembre 2019.
  5. ^ https://www.guidapsicologi.it/domande/omosessualita-latente

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Erotismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di erotismo