Apri il menu principale

Le Piccole Suore di Santa Teresa del Bambin Gesù sono un istituto religioso femminile di diritto pontificio: le suore di questa congregazione pospongono al loro nome la sigla P.S.S.T.[1]

Indice

Cenni storiciModifica

La congregazione fu fondata da Antonietta Zanelli e don Giuseppe Mazzanti:

  • Madre Maria Antonietta, dopo aver preso i voti, viveva nell'istituto delle Piccole apostole del Sacro Cuore di Castel Guelfo.[2] Nel 1920, con alcune consorelle, la Zanelli si stabilì a Imola per prestare servizio nell'Istituto Santa Caterina, che ospitava orfani di guerra, giovani lavoratori e candidati al sacerdozio. Per alcuni contrasti con la casa-madre, il 9 luglio 1922 suor Antonietta lasciò Santa Caterina e con due consorelle, Ada Rossi ed Elisa Tinti,[3] diede inizio a una nuova congregazione.[4]
  • Cappellano della cattedrale imolese, dal 1916 al 1920 don Mazzanti alloggiò nella casa della famiglia Rocca. I genitori avevano due figli: Rocco, sacerdote diocesano, ed Elena. Quest'ultima gli consigliò la lettura dell'autobiografia di Santa Teresa di Lisieux, Storia di un'anima. Elena Rocca morì (1-2 gennaio 1919) di febbre spagnola: l'aveva contratta assistendo i malati del terribile morbo. Don Mazzanti, scosso dall'eroica morte della pia donna, decise di seguire il suo consiglio e lesse il libro. La storia di madre Teresa lo impressionò fortemente[5].

Quando fondarono la congregazione, Madre Maria Antonietta e don Mazzanti si affidarono alla protezione di Santa Teresa di Lisieux adottando la «piccola via» di Santa Teresa[6]. Il 2 novembre 1923 le prime sei suore pronunciarono i voti privati e diedero vita all'Istituto delle «Pie Operaie del Bambin Gesù». Durante i primi nove anni svolsero la propria attività nella parrocchia di Sant'Agata, nel centro storico d'Imola[7].

Nel 1927 venne deciso che ogni suora avrebbe adottato un nuovo nome. In seguito alla canonizzazione di Teresa di Lisieux (1925), venne mutato anche il nome della congregazione, che diventò quello attuale. All'abito nero con la croce appesa al collo fu aggiunta la cuffia (dal 1929 venne coperta dal velo)[3].

Nel 1928 si riunì per la prima volta il capitolo della congregazione, che elesse come Superiora generale madre Maria Antonietta Zanelli[8].

L'8 maggio 1936 l'Istituto fu aggregato all'ordine dei carmelitani scalzi e il 16 dicembre 1949 ottenne il pontificio pro-decreto di lode con l'approvazione delle costituzioni.[4]

Attività e diffusioneModifica

Le suore lavorano prevalentemente in centri educativi-assistenziali per minori, in case di accoglienza per famiglie in difficoltà, in scuole per l'infanzia; si dedicano anche alle attività parrocchiali e all'assistenza agli ammalati.[4]

Oltre che in Italia, sono presenti in Brasile, Francia, Kenya (dal 1967), Messico, Svizzera;[9] la sede generalizia è a Imola[1], nello storico palazzo Alessandretti.

Alla fine del 2008 la congregazione contava 117 religiose in 28 case.[1]

Dal 2019 la Madre superiora generale dell'Istituto è suor Ritalba Sutti.[10][11][12]

Processo di beatificazioneModifica

Il 3 giugno 2016 è iniziata l'inchiesta diocesana per la canonizzazione di madre Maria e don Giuseppe Mazzanti[7].

NoteModifica

  1. ^ a b c Ann. Pont. 2010, p. 1675.
  2. ^ Valentino Macca, DIP, vol. VI (1980), col. 1658.
  3. ^ a b «Il nuovo Diario-Messaggero», 11 giugno 2016, p. 3.
  4. ^ a b c Valentino Macca, DIP, vol. VI (1980), col. 1659.
  5. ^ Elena Rocca: non solo una memoria, ne «Il nuovo Diario-Messaggero», 29 dicembre 2018, p. 45. Il 9 gennaio 1919 morì anche il fratello don Rocco, anch'egli di febbre spagnola.
  6. ^ La Piccola Via, su piccolesuoresantateresa.org. URL consultato il 5 luglio 2016.
  7. ^ a b Davide Fabbri, Una giornata speciale per l'Istituto Santa Teresa, «Il nuovo Diario-Messaggero», 11 giugno 2016, pp. 2-3.
  8. ^ Il voto fu confermato nel 1946 in occasione del secondo capitolo.
  9. ^ Comunità, su piccolesuoresantateresa.org. URL consultato il 4 novembre 2013.
  10. ^ Suor Ritalba Sutti, “imprenditrice per il Signore”, su diocesidicomo.it. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  11. ^ Madre Ritalba Sutti è la nuova superiora generale delle Piccole Suore di Santa Teresa del Bambin Gesù, su diocesiimola.it. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  12. ^ Aveva già ricoperto la carica nel sessennio dal 2001 al 2006.

BibliografiaModifica

  • Annuario Pontificio per l'anno 2010, Libreria Editrice Vaticana, Città del Vaticano 2010. ISBN 978-88-209-8355-0.
  • Guerrino Pelliccia e Giancarlo Rocca (curr.), Dizionario degli Istituti di Perfezione (DIP), 10 voll., Edizioni paoline, Milano 1974-2003.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo