Apri il menu principale

Pietro Fusco

allenatore di calcio e ex calciatore italiano
Pietro Fusco
Nazionalità Italia Italia
Altezza 170 cm
Peso 69 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Ritirato 2009 - giocatore
Carriera
Giovanili
19??-1988Napoli
Squadre di club1
1988-1989Napoli0 (0)
1989-1992Lanciano68 (6)
1992-1997Castel di Sangro130 (4)
1997-2002Empoli160 (1)
2003Lucchese14 (0)
2002-2004Catania31 (0)
2004-2005Pescara32 (0)
2005-2007Spezia49 (0)
2007-2008Carrarese25 (0)
2008-2009Spezia22 (0)
Carriera da allenatore
2009-2011SpeziaVice
2010-2011SpeziaBerretti
2011-2012SpeziaPrimavera
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Pietro Fusco (Napoli, 11 agosto 1971) è un dirigente sportivo, allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo difensore.

Indice

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Nella sua carriera militò nelle giovanili del Napoli, per poi trasferirsi a Lanciano dove fu autore di 6 reti in 68 presenze nella Serie C2, giocando nel ruolo di attaccante. Retrocesso il Lanciano, Fusco venne acquistato dal Castel di Sangro. Trasformato da Osvaldo Jaconi in un valido difensore, restò fra i giallorossi dal 1992 fino al 1997: visse dunque il periodo "storico" del Castel di Sangro e contribuì al raggiungimento della Serie B e alla "salvezza" nella stessa cadetteria.

Si trasferisce quindi all'Empoli, dove la sua carriera giunge all'apice del successo con 160 presenze tra Serie B e Serie A. Nei due campionati in massima serie (1997-1998 e 1998-1999) ha realizzato un gol ed un autogol, rispettivamente in Empoli-Piacenza del 17 aprile 1999 ed in Inter-Empoli del 16 maggio 1998.

In contemporanea ad una nuova promozione dell'Empoli in Serie A, viene ceduto alla Lucchese, tornando così a giocare in Serie C dove resterà per qualche anno, prima di tornare in Serie B con il Catania, dal quale tornerà presto in Abruzzo a Pescara (Serie C1) e quindi arrivando a Spezia, Carrarese e poi di nuovo Spezia in Serie D.

Con lo Spezia ha raggiunto una storica promozione in Serie B, nella stagione 2005-2006, formando con Roberto Maltagliati la coppia difensiva centrale. Disputa poi un altro campionato con la squadra bianca, sempre in serie B.

AllenatoreModifica

Dal 2009 è l'allenatore in seconda della prima squadra. Nel 2010-2011 è allenatore della formazione Berretti con la quale, nel maggio 2011, ha raggiunto le finali nazionali. Il 4 ottobre seguente gli viene affidata ad interim la prima squadra dello Spezia Calcio in sostituzione dell'esonerato Elio Gustinetti[1]. Successivamente gli viene affidata la guida della Primavera per due stagioni[2] fino a dicembre 2012[3].

Dirigente sportivoModifica

Nel dicembre 2012 è nominato responsabile del settore giovanile dello Spezia.[3] Il 17 novembre 2015 è promosso coordinatore dell'area tecnica dei liguri,[4] ruolo ricoperto fino al 14 giugno 2017, in cui viene sollevato dall'incarico[5]. È attualmente Dirigente della Sambenedettese Calcio (rb).

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

Competizioni nazionaliModifica

Spezia: 2005-2006
Spezia: 2006

NoteModifica

  1. ^ Elio Gustinetti non è più l'allenatore dello Spezia Calcio acspezia.com
  2. ^ Primavera Spezia Calcio rosa 2012-2013 talenticalcio.it
  3. ^ a b Viareggio, Spezia. Fusco a CM: 'Dopo l'Inter vogliamo l'impresa contro il Milan!' calciomercato.com
  4. ^ Spezia Calcio: avanti tutti insieme!, su acspezia.com, 17 novembre 2015. URL consultato il 17 novembre 2015.
  5. ^ Il DS Pietro Fusco sollevato dall'incarico, su acspezia.com, 14 giugno 2017. URL consultato il 14 giugno 2017.

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica